ELENCO ALFABETICO DELLE RECENSIONI: [0 - 9]  A  B  C  D  E  F  G  H  I  J  K  L  M  N  O  P  Q  R  S  T  U  V  W  X  Y  Z
News e comunicati

Alma

Alma
Voto dei lettori: 8,00 su 10
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

Movimento e spazio

Voto dei lettori: 8,00 su 10
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

pim-off-teatro-milano-80x80Alma, l’assolo coreografato e interpretato da Giorgio Rossi / Sosta Palmizi, partendo da alcuni testi letterari e poetici tocca sentimenti forti come l’amore, la solitudine e la sensazione della morte.

Giorgio Rossi porta in scena Alma ormai da una decina d’anni; nel tempo il fisico è cambiato – come ammette egli stesso – ma non per questo l’interpretazione ne risente. Anzi, se possibile, ne trova giovamento per l’intensità che assume ogni singolo gesto, per l’evoluzione che subiscono certi passaggi grazie alla maturazione psicologica ed ai suggerimenti di chi gli sta vicino.
Uno splendido esemplare di “mammifero danzante” – come pare ami definirsi – in grado di trarre ispirazione e portare nelle proprie coreografie tutte le suggestioni che arrivano da altre forme d’arte, riuscendo a trasmettere alla platea una fortissima carica emozionale. Lo abbiamo ammirato di recente al Pim Off ed, essendo la sera della prima, come avviene ad ogni nuovo spettacolo, quello che è considerato uno dei pilastri della danza contemporanea italiana – nel 1984 è tra i fondatori della compagnia Sosta Palmizi– ci ha raccontato quanto grande sia la passione per il suo “lavoro” e la gioia di offrire emozioni al pubblico. Ricorda come abbia incontrato Paz, svelandoci poi, con la tenerezza che solo un amico può avere, virtù e debolezze di uno dei maestri del fumetto e della pittura di fine XX secolo che è mancato davvero troppo presto.
Una sorta di magia pervade la sala non appena il maestro avanza, guadagnando il microfono ed iniziando a decantare la prima delle poesie della serata. D’un tratto, le parole cessano. In un silenzio assoluto, seguendo solo il ritmo del proprio battito cardiaco, Giorgio Rossi inizia a danzare riempiendo l’intero spazio del palcoscenico con la sua energia. Il pubblico in estasi trattiene il respiro, osserva in stato quasi ipnotico, catturato come da un moderno pifferaio di Hamelin. All’improvviso la musica si diffonde, spezzando il momento fatato; la danza prosegue, questa volta sulle note e parole di artisti come Fabrizio de Andrè‚ Death in Vegas‚ John Oswald o King Krimson; ai loro versi si alternano, a tratti sovrapponendosi, quelli di Cesare Pavese‚ Pablo Neruda ed Alda Merini. A ciascuno è associato un movimento particolare che trae origine dai sentimenti suggeriti dal brano, dalla memoria del momento in cui Rossi lo ha udito la prima volta; per rendere perfetta l’interpretazione di ogni singolo pezzo, muta costume con la perizia di un trasformista, spogliandosi del vecchio con la stessa lentezza con cui si indugia su un ricordo. Le scarpe alate di Mercurio, il completo formale, il lamé della mise da discoteca anni ’80, sino a restare in costume pseudo adamitico, accettando un corpo appesantito dall’età, senza falsi pudori, prendendolo per quello che è: una macchina perfetta che consente di coinvolgere emotivamente gli astanti, un potente strumento espressivo come per Salvatore Accardo, per esempio, è il violino.
In un’ora di performance, Giorgio Rossi sposa danza, poesia e musica nel tentativo di fornire la sua personale interpretazione a quel gruppo di tematiche su cui l’essere umano si interroga dall’alba dei tempi: l’amore, la solitudine, il dolore e la morte. Le sue risposte forse non sono esaustive ma sicuramente riescono a toccare le corde più profonde dell’anima, divenendo un interessante punto di riflessione individuale.

Lo spettacolo è andato in scena:
Pim Off
Via Selvanesco 75 Milano
27-28 gennaio 2013 ore 20.45

Giorgio Rossi / Sosta Palmizi
Alma
coreografia, interpretazione e costumi Giorgio Rossi
musiche Fabrizio de Andrè, Death in Vegas, John Oswald, King Krimson
testi Cesare Pavese, Pablo Neruda, Alda Merini, Giorgio Rossi
luci Michelangelo Campanale
produzione Sosta Palmizi
con il sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Regione Toscana

Prossimi appuntamenti con la danza al Pim Off
24-25 Febbraio 2013
Compagnia Zappalà Danza
pre-testo 1: naufragio con spettatore
prima milanese
sabato 23 Febbraio 2013 ore 15-18 Masterclass con Roberto Zappalà

24-25 Marzo 2013
Howool Baek (K/D)
a seguire [NOTHING for body]
prima nazionale
domenica 24 Marzo 2013 ore 11-14 Masterclass con Howool Baek (in inglese)

7- 8 Aprile 2013
Compagnia Abbondanza/Bertoni
Le fumatrici di pecore
domenica 7 Aprile 2013 ore 11-14 Masterclass Compagnia Abbondanza/Bertoni

Hai letto: Almascritto il 05/02/2013 da

Parole chiave:

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

>