Biancaneve

Biancaneve

Biancaneve, articolo di "Mailè Orsi" su Persinsala Teatro
Getfileattachment
Getfileattachment

Biancaneve
Recensioni/Articoli di

Torna, al Funaro di Pistoia, un grande classico del Teatro del Carretto, Biancaneve. E al termine, tutti invitati alla presentazione della Stagione – al via l’11 febbraio con Daniel Pennac. Magia. Assistere a Biancaneve è restare col fiato sospeso, incantati dalla magia. Ci si perde, poi, interrogandosi sul mistero della narrazione, del teatro di figura, …


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

Uno specchio, gli animali, il bosco

Leggi la Recensione Biancaneve

Torna, al Funaro di Pistoia, un grande classico del Teatro del Carretto, Biancaneve. E al termine, tutti invitati alla presentazione della Stagione – al via l’11 febbraio con Daniel Pennac.

Magia. Assistere a Biancaneve è restare col fiato sospeso, incantati dalla magia. Ci si perde, poi, interrogandosi sul mistero della narrazione, del teatro di figura, dell’apparato (il teatrino): le sue quinte prospettiche, la scena a più piani, con sipari a tessuti traforati, le trasparenze, i boschi incantati immersi nella nebbia, le miniere dei nani. Come è possibile tanto incanto?
La storia è antica: una fiaba ben nota a tutti. La magia è insita nel come si racconta, nelle scelte realizzative, nella poesia di chi narra e nel modo in cui lo fa. Il modo e la forma della narrazione cambiano, rispecchiando ciò che ha senso, ciò che vi vede il narratore.
I piccoli attori meccanici, le creature in cartapesta e le maschere ci insegnano che non è nell’attore, nella presenza o nel realismo, il fondamento del narrare – in una rappresentazione che potrebbe sembrare, tutto sommato, difficile per i bambini. Tutto è ricercato: dalle scene alla musica non vi è nulla che ammicchi al pubblico, se non la forza intrinseca di una bellezza raffinata. Eppure tutti restano con il fiato sospeso, temendo la regina cattiva (cattivissima) e amando Biancaneve e i sette nani. Ci si domanda, di conseguenza, che cosa sia il teatro per bambini – e cosa non lo sia, o sia per adulti.
A fine spettacolo l’appuntamento è con la presentazione della Stagione 2018 del Funaro, da diversi anni punto di riferimento per la vita teatrale e culturale non solo toscana ma anche a livello internazionale. Un 2018 che vedrà tornare Daniel Pennac con un nuovo spettacolo, Il Caso Malaussène. Mi hanno mentito; mentre Cristiana Morganti e Kenji Tagaji terranno dei workshop di teatro danza. Tra gli spettacoli ospiti anche R.osa di Silvia Gribaudi e il premio Ubu 2017, Claudia Marsicano; oltre a diverse anteprime al termine delle relative residenze artistiche: Séances di Serge Nicolaï (Compagnia Wild Donkeys); e Happy hour di Cristian Ceresoli, con Silvia Gallerano e Stefano Cenci, per la regia di Simon Boberg. E ancora, The hidden sayings, sotto la direzione di Mario Biagini, con i membri dell’Open Program del Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards; e Henry, Memorie teatrali d’oltretomba, di e con Mark Down. Appuntamenti, questi, che si integreranno con la Stagione teatrale per bambini e con molti altri eventi – incontri, conferenze, laboratori.
Il Funaro si conferma casa accogliente per artisti e un pubblico affamato di cultura.

Foto Franscesca Pagliai

Lo spettacolo è andato in scena:
Centro culturale il Funaro
via del Funaro
Pistoia (PT)
sabato 16 dicembre, ore 17.00

Il Teatro del Carretto presenta:
Biancaneve
da Jacob e Wilhelm Grimm
adattamento e regia Maria Grazia Cipriani
scene e costumi Graziano Gregari
animatori Giacomo Pecchia, Giacomo Vezzani e Jonathan Bertolai
attrice Elena Nenè Barini

Calendario spettacoli per adulti e per tutti

domenica 11 febbraio
Il Caso Malaussène. Mi hanno mentito
di e con Daniel Pennac
regia di Clara Bauer

sabato 24 febbraio
R. OSA 10 esercizi per nuovi virtuosismi
di Silvia Gribaudi
con Claudia Marsicano

venerdì 9 e sabato 10 marzo
Séances
anteprima
di Serge Nicolaï
Compagnia Wild Donkeys

giovedì 29 marzo
Happy hour
anteprima
di Cristian Ceresoli
regia di Simon Boberg
con Silvia Gallerano e Stefano Cenci

sabato 7 aprile
The hidden sayings
direzione Mario Biagini
con i membri dell’Open Program del Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards

venerdì 4 e sabato 5 maggio
Compagnia The Blind Summit Theatre presenta:
Henry, Memorie teatrali d’oltretomba
prima assoluta
di e con Mark Down


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

Check Also

Il Padre Gabriele Lavia Ph. Tommaso Le Pera

Il Padre

Debutto nazionale, al Teatro Era di Pontedera, per la nuova versione de Il Padre di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi