Nemico di classe "> Nemico di classe

Nemico di classe

Nemico di classe, articolo di "Francesca Lodigiani" su Persinsala Teatro
Home | Performing Arts/Prosa | Nemico di classe

Nemico di classe
Recensioni/Articoli di

In scena fino a domenica 10 aprile, al Teatro Duse di Genova, Nemico di classe di Nigel Williams, uno dei testi di maggior successo degli anni 80, con la regia di Massimo Chiesa. Un’aula senza finestre, dai muri imbrattati, con qualche banco sparso qua e là e sei ragazzotti annoiati che si fissano tra di …

Gioventù bruciata

Leggi la Recensione Nemico di classe

In scena fino a domenica 10 aprile, al Teatro Duse di Genova, Nemico di classe di Nigel Williams, uno dei testi di maggior successo degli anni 80, con la regia di Massimo Chiesa.

Un’aula senza finestre, dai muri imbrattati, con qualche banco sparso qua e là e sei ragazzotti annoiati che si fissano tra di loro. Le note di Siamo solo noi di Vasco risuonano nel teatro e accolgono il pubblico, avvertendolo di quello a cui sta per assistere: «Siamo solo noi, quelli che non abbiamo più rispetto per niente, neanche per la gente…».

I sei protagonisti, Bago (Luca Avagliano), Spillo (Gabriele Bajo), Iron (Nicola Nicchi), Broz (Daniele Aureli), Kermit (Giovanni Prosperi) e Kinder (Carlo Zanotti) aspettano in quell’aula l’arrivo di un nuovo professore, dopo aver fatto fuggire tutti i predecessori, con improperi e violenze di ogni tipo. La loro speranza è che arrivi qualcuno che sappia guidarli, che sappia insegnare loro tutto quello che non sono mai riusciti a imparare. Ma l’attesa si rivelerà infruttuosa: un insegnante (Marco Zanutto) che passa di lì li informa che non arriverà nessuno; che i professori si sono arresi, hanno rinunciato a dar loro – a quei ragazzi violenti privi di vergogna e di rispetto, un qualunque tipo di insegnamento. La scuola abbandona i ragazzi, vittime di una violenza fine a se stessa, dell’odio che li acceca e della disperazione. E poco importa che tutti loro abbiano alle spalle un’infanzia difficile, spesso violenta, e delle famiglie disgregate.

Lo spettacolo di Nigel Williams, mai attuale come in questi tempi di bulli di periferia, di odio e violenza nei confronti del diverso, torna in Italia dopo quasi trent’anni – l’ultima volta fu messo in scena da Elio De Capitani al Teatro dell’Elfo di Milano. Eccellenti gli interpreti – tutti davvero convincenti i sei giovani protagonisti – e potente e dinamica la regia di Massimo Chiesa, che a proposito della lunga assenza di quest’opera dai palcoscenici del nostro Paese afferma: «Forse c‘è stato un tempo, tra il 1983 e oggi, in cui questo testo sarebbe potuto risultare vecchio e inutile. Oggi, purtroppo, no».

Lo spettacolo è andato in scena:
Teatro Stabile di GenovaTeatro Duse
via Nicolò Bacigalupo, 2
fino a domenica 10 aprile
orari: feriali ore 20.30 – domenica ore 16.00

Nemico di classe
di Nigel Willians
versione italiana di Susanna Basso
adattamento di Massimo Chiesa
regia di Massimo Chiesa
con Luca Avagliano, Gabriele Bajo, Nicola Nicchi, Daniele Aureli, Giovanni Prosperi, Carlo Zanotti e Marco Zanutto
produzione The Kitchen Company

8,00

Check Also

Magdalene

Sul palco della Cavallerizza Reale di Torino è andato in scena, venerdì 18 e sabato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi