News e comunicati

Teatro della Contraddizione. Stagione 2013/14

Teatro della Contraddizione. Stagione 2013/14

Teatro della Contraddizione. Stagione 2013/14teatro-contraddizione

Tra kitsch e underground

teatro-contraddizione-milano-2Sabato sera grande festa al Teatro della Contraddizione di Milano per l’inaugurazione della nuova Stagione. Un bel momento di aggregazione conviviale che ha lasciato spazio, tra un ballo e l’altro in platea, alla presentazione, tramite brevi performance dal vivo o videoproiezioni, degli spettacoli in cartellone.

Una Stagione questa, la quattordicesima, per il TdC di Milano, del tutto sperimentale – che vedrà l’alternarsi di spettacoli tra il kitsch e l’underground, che non mancheranno di coinvolgere attivamente il pubblico. Le performance avranno luogo ogni martedì dei mesi di ottobre, novembre, dicembre e marzo. Serate a sorpresa, realizzate nell’ambito di Formati d’arte, progetto sostenuto da Fondazione Cariplo, in cui gli spettatori saranno chiamati in causa, divenendo parte integrante della performance, per indagare il concetto di kitsch che ognuno di noi nasconde in sé. Si parlerà addirittura di “Cerimonieri” della serata specializzati in “cannibalizzazione” e a noi non resterà che partecipare per scoprire di cosa saremo “vittime”. Ma è l’uomo a essere al centro di questa Stagione teatrale, divenendo il soggetto di analisi – rappresentato fino a indagarne i segreti più reconditi.

Dal 26 ottobre prenderà il via Milano Calling, un evento instabile lungo un’intera giornata - progetto che metterà a confronto la città di Milano, dal punto di vista teatrale e musicale, con la metropoli londinese. Uno scambio culturale a cui la Contraddizione ha sempre dato spazio ma che, quest’anno, prevede un vero e proprio momento di scambio di idee grazie all’allestimento di una sorta di psicomarket (a cui si potrà accedere a ingresso libero), inteso come pura materializzazione dei desideri, con esposizioni di abiti, accessori e oggetti di design. In questa occasione il palco sarà aperto a chiunque voglia condividere la sua arte: ottimo modo per dare spazio a coloro i quali abbiano la voglia di esporre le proprie opere senza dover fare i conti con le consuete trafile burocratiche – così limitanti per i gruppi giovani desiderosi di visibilità. Durante la notte, invece, il palco sarà letteralmente invaso da una band straniera, capace di mescolare generi e cervelli.

Ma non tralasciamo gli spettacoli che andranno a formare il cuore della Stagione 2013/14. Un mix in cui non mancherà davvero nulla e di cui mostriamo una brevissima carrellata: Astorri contro Leonardi, arbitra Tintinelli, un “uppercut surreale” con otto round di poetico intrattenimento; Ri-Evolution, dei DeMix, che ci offriranno un particolare e scaltro punto di vista sulla donna, considerata come unica dispensatrice di una “ri-evoluzione” in grado di salvarci tutti, e che non nasconde una sorta di disgusto per una società che ha messo in ginocchio, metaforicamente e letteralmente, qualsiasi femminilità altra. Torna il funambolico e irriverente Andrea Cosentino, con Esercizi di rianimazione, un work in progress di “performance situazioniste”, ossia riflessioni semiserie sullo stato delle cose e lo statuto dell’arte; non potrà mancare Massimiliano Loizzi, “one man show dal talento ammaliatore” con tre diversi spettacoli: Vita di un clown, ispirato al geniale romanzo di Heinrich Boll, Il matto, un’inchiesta di ordinaria follia sul sistema e su cittadini, e infine Sorprese e attese; Nympha, mane! di ErosAntEros, una riflessione sulla figura mitologica della ninfa, in relazione all’uomo e al suo rapporto con le immagini, attraverso l’utilizzo di una “regia fantasma” che da sempre caratterizza il collettivo artistico. Sulla scena, ancora, La variabile K, ultima produzione del Teatro della Contraddizione, con oltre quindici attori impegnati in un “delirio” che prende le mosse da Il castello di Franz Kafka – uno spettacolo mastodontico e vorticoso finalizzato alla pura sperimentazione; e, per la prima volta a Milano, l’ultimo episodio della Trilogia dell’inesistente, dei dissacranti Quotidiana.com – che debuttano con Esercizi di condizione umana III, dove un uomo e una donna si confrontano con la propria impotenza. Last but not least, la compagnia siciliana Esiba Teatro porta in scena 248kg: il racconto di un’amara storia d’amore; Linda Marlowe, musa di Steven Berkoff e icona del teatro inglese, torna sul palco del TdC con La moglie del mondo (The World’s Wife) della poetessa e drammaturga scozzese Carol Ann Duffy – in cui prendono vita le donne, vere o immaginarie, di uomini famosi nella forma del dramatic monologue; e, infine, la Compagnia Scimmie Nude con la nuova produzione Danza alla rovescia – che indaga il rapporto di conoscenza tra l’uomo e il mondo che lo circonda.

Qualche parola in più in merito allo spettacolo che ha inaugurato la Stagione: A tua immagine, della Compagnia milanese Odemà. Mai scelta fu più giusta per dare inizio a una Stagione perché questo spettacolo è davvero un bel biglietto da visita che fa sperare in un grande successo di pubblico. Uno spettacolo che ho avuto il piacere di vedere diverse volte perché la giovane Compagnia – che ha saputo farsi spazio nel panorama teatrale con grande professionalità artistica e organizzativa – ha all’attivo non poche date in numerosi teatri milanesi e non. Un ensemble che ha saputo dare forma a idee e testi originali e di grande spessore, pur con l’ironia e lo spirito dissacrante che contraddistingue il gruppo. Sulla scena, tre personaggi bizzarri e piuttosto caricaturali danno vita al Diavolo, a Dio e al Figlio (Enrico Ballardini, Giulia d’Imperio e Davide Gorla), per indagare il rapporto tra divino e umano, rivelando un Dio indifferente al destino del genere umano. Una performance insieme realistica e surreale, che riflette su duemila anni – e oltre – di contraddizioni e conflitti all’interno della religione cattolica, restituendo sulla scena una dimensione a tratti onirica, ma pur sempre veritiera e tangibile. In tutto questo, il Figlio di Dio fa da perno ai progetti di Dio Padre e del suo Antagonista, ponendo in dubbio la reale utilità di tutte le guerre, i soprusi, i martiri subiti in nome della Fede. La cosa che ci lascia sorpresi è che, discostandosi da ogni visione convenzionale, Dio è impersonificato da una donna: prepotente, energica e materna allo stesso tempo, mentre il Diavolo appare alquanto dimesso. Ma la verità, come recita anche il testo, è che il concetto di bene non potrebbe esistere senza il male e viceversa, per questo le due realtà coesistono, e sempre coesisteranno, così come coesistono nella danza a cui danno forma in scena – una danza passionale e romantica che unisce sacro e profano, rendendoli un unicum inseparabile. In questo spettacolo non manca davvero nulla: momenti di grande poesia si alternano ad altrettanti di stampo “cabarettistico”, musica dal vivo – con testi e musiche originali – teatro d’ombre, effetti psicotecnici. Eppure, nonostante i numerosi linguaggi, quale fulcro resta comunque la recitazione degli attori, che dimostrano non solo una grande intesa in scena – fatta di sguardi, di piccoli gesti e di grande armonia – ma anche la rara capacità di rendere l’atmosfera diversa a seconda dei casi – trasformandosi ora in guitti da Commedia dell’Arte, inscenando altrove il dramma con profondo pathos. Un testo sincero e di grande spessore, attori profondamente irriverenti ed espressionisti, una regia varia ma calibrata: questo fa di A tua immagine uno spettacolo, a dir poco, meraviglioso.

Teatro della Contraddizione. Stagione 2013/2014
via della Braida, 6 – Milano
Il cartellone: 
dal 28 al 30 settembre e dal 1° al 3 ottobre
Odemà
A tua immagine

progetto drammaturgico Davide Gorla

di e con Enrico Ballardini, Giulia Diletta D’imperio e Davide Gorla

08 ottobre
Formati d’Arte
Kultura Kitschen
serate di outing pseudoculturali cucinate da Massimiliano Loizzi
ospiti Alberto Astorri, Walter Leonardi e Paola Tintinelli
dal 10 al 13 ottobre
Astorri contro Leonardi – arbitra Tintinelli / 8 round di poesia
di Paola Tintinelli
con Alberto Astorri, Walter Leonardi e Paola Tintinelli

dal 17 al 20 ottobre
Compagnia Demix
Ri – Evolution
di Paolo Di Maio
regia Roberto Di Maio
con Beatrice Fedi, Roberta Mattei e Francesca Ceccarelli

26 ottobre
Formati d’Arte
Milano Calling
un evento instabile lungo un’intera giornata

5 novembre
Formati d’Arte
Kultura Kitschen
serate di outing pseudoculturali cucinate da Massimiliano Loizzi
ospite Andrea Cosentino

dal 7 al 10 novembre
Esercizi di rianimazione
di e con Andrea Cosentino feat Bruno De Franceschi

Dal 14 al 17 novembre

Mercanti di Storie
Vita e Opinioni di un Clown
spettacolo circense per solista con orchestrina
di e con Massimiliano Loizzi
musiche di Giovanni Melucci

23 novembre
Formati d’Arte
Milano Calling
un evento instabile lungo un’intera giornata

dal 28 al 30 novembre – 1° dicembre
ErosAnteros
Nympha Mane!
di e con Davide Sacco e Agata Tomsic

5 dicembre
Formati d’Arte
Kultura Kitschen
serate di outing pseudoculturali cucinate da Massimiliano Loizzi
ospite Vincenzo Costantino Cinaski

12 e 13 dicembre
Mercanti di Storie
Il Matto
ispirato da Morte accidentale di un anarchico
scritto e interpretato da Massimiliano Loizzi

14 dicembre
Formati d’Arte
Milano Calling
un evento instabile lungo un’intera giornata

22 dicembre e 31 dicembre
Cinaski in Contraddizione
di e con Vincenzo Costantino Cinaski

30 e 31 gennaio, 1°, 2 e 4 febbraio e, ancora, dal 6 al 9, l’11 e dal 13 al 16 febbraio 2014
Teatro della Contraddizione
La variabile K
da Franz Kafka
un delirio di Marco Maria Linzi

18 febbraio
Cinaski in Contraddizione
di e con Vincenzo Costantino Cinaski

22 febbraio
Formati d’Arte
Milano Calling
un evento instabile lungo un’intera giornata

27 e 28 febbraio e 1° e 2 marzo
Quotidiana.com
Esercizi di condizione umana 3
Gràttati e vinci
di e con Roberto Scappin e Paola Vannoni

4 marzo
Formati d’Arte
Kultura Kitschen
serate di outing pseudoculturali cucinate da Massimiliano Loizzi

6 marzo
Cinaski in Contraddizione
di e con Vincenzo Costantino Cinaski

dall’11 al 16 marzo
Esiba Teatro
248 kg
drammaturgia Tommaso di Dio
regia Sebastiano Di Guardo
con Angelo Abela, Marco Pisano ed Eugenio Vaccaro

dal 4 al 7 aprile
Linda Marlowe
The World’s Wife
di Carol Ann Duffy
regia Di Sherlock
con Linda Marlowe
(in inglese con sottotitoli)

dall’8 al 18 aprile
Scimmie Nude
Danza alla rovescia
di Gaddo Bagnoli
con Claudia Franceschetti

dal 3 all’11 maggio
Teatro della Contraddizione in collaborazione con TeatrInGestAzione
Festival Expolis/Altofest

10 maggio
Formati d’Arte
Milano Calling – Festa di chiusura di Expolis

24 e 25 maggio
Mercanti di Storie
Sorprese e attese
anteprima in forma popolare del nuovo spettacolo dei Mercanti di Storie

Hai letto: Teatro della Contraddizione. Stagione 2013/14scritto il 06/10/2013 da

Parole chiave:

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

>