Quanto coraggio può nascondersi nei baci

Approda all’Elfo Puccini di Milano lo spettacolo su un amore omosessuale a Napoli, nel 1974: molto è cambiato. Ma è ancora segno di impegno metterlo in scena.

Dodici mesi: dalla strage di piazza della Loggia, a Brescia, all’assassinio di Pier Paolo Pasolini. Dodici mesi per un dramma nella Napoli delle contraddizioni: dei camerati che vogliono bloccare addirittura il “compromesso storico” e poi campano di contrabbando.

In questa storia di pura finzione, l’efficace gruppo di Nest mette in scena l’amore tra Emilio, lavapiatti che sogna di andare a Londra per vivere liberamente la sua omosessualità, e Massimo, che sta per sposarsi ma non è felice. Perché anche lui è attratto dagli uomini. Una inclinazione indicibile, soprattutto al fratello, Antonio, fascista e ristoratore sui generis, che regola i conti con la mazza. Per Massimo però è stato come un padre (i genitori sono morti) e quindi il ragazzo si sta piegando senza protestare al suo destino. Finché a lavorare nel ristorante arriva appunto Emilio e Massimo non riesce più a nascondersi. Finale tragico e inevitabile.

Per la compagnia che ha portato, ovunque, con successo la versione teatrale di Gomorra, anche 12 baci sulla bocca, di Mario Gelardi (ora in scena all’Elfo di Milano in Sala Bausch) è una scommessa vinta. Perché Napoli è cambiata, ed è cambiata, in questi 50 anni, la vita degli omosessuali (anche se a Napoli, in barba a quanto si possa pensare, la tolleranza è sempre stata più ampia: la legislazione dei Borboni, per esempio, a differenza di quella sabauda, non considerava reato avere rapporti con persone dello stesso sesso). Ma le periferie e gli abitati della cinta urbana restano luoghi difficili. E, proprio come per le donne, i pregiudizi generano ancora violenza. Il teatro è uno dei migliori presidi esistenti per combatterli ed è proprio quello che attori, autore e regista (Giuseppe Miale di Mauro) di Nest fanno con efficacia.

Lo spettacolo è in scena
Teatro Elfo Puccini – Sala Bausch
Corso Buenos Aires 33 – Milano
fino al 26 gennaio 2020
visto il 21 gennaio alle 19,30

12 baci sulla bocca
di Mario Gelardi
regia di Giuseppe Miale di Mauro
con Francesco Di Leva, Stefano Meglio e Andrea Vellotti
scene di Roberta Mattera
costumi di Giovanna Napolitano
luci di Ettore Nigro
produzione Nest Napoli Est Teatro
(durata: 60 minuti)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.