Improvvisi Urbani

festival-urbano

Arriva a Roma, l’Odin Teatret ed Eugenio Barba dalla Danimarca, Open Program del Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards e alcune compagnie che negli anni hanno animato con spettacoli e laboratori il festival. In programma Residui Teatro, Teatro Potlach, Alma Rosè, la rete di gruppi “I Barbari”, il Gamelan Balinese Gong Cenik, gruppo musicale di The Pirate Ship, e la compagnia dei Milon Mela di Calcutta guidata da Abani Biswas, in programma anche un incontro tra personalità del teatro e non solo per festeggiare i 20 anni del festival, appuntamenti con giovani drammaturghi, workshop, performance, laboratori gratuiti di musica per bambini con strumenti originali dell’isola di Bali e l’atteso incontro con Eugenio Barba.

Improvvisi Urbani .Festival Internazionale del Teatro Urbano, arrivato alla sua 20° edizione, è un evento romano e internazionale che si svolgerà dal 3 al 7 settembre al Giardino degli Aranci all’Aventino e a Villa Flora (Portuense) con un seguito dal 29 settembre al 1° ottobre a Villa Flora dedicato all’Odin Teatret con la presentazione degli spettacoli con prenotazione obbligatoria Ave Maria. La morte si sente sola. Cerimonia per l’attrice Marìa Cànepa spettacolo teatrale a cura di Julia Varley e Memoria spettacolo teatrale a cura di Else Marie Laukvik, nonché l’incontro con Eugenio Barba (29 settembre).

Il festival è anche un’occasione per celebrare il lavoro di Abraxa Teatro, compagnia internazionale di sperimentazione teatrale, impegnata dal 1981 per la valorizzazione del teatro contemporaneo ed in particolare per un’integrazione del teatro di ricerca nel tessuto sociale attuale, mettendo in evidenza specificamente il rapporto di comunicazione tra lo spettatore e l’attore. La compagnia è stata presente negli USA, nel Sud America (Brasile e Colombia), in Europa (Cipro, Croazia, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Lussemburgo, Olanda, Portogallo, Romania, Svezia, Svizzera, Turchia) e in Asia (Emirati Arabi) con spettacoli e stage, conferenze e dimostrazioni, con progetti speciali e didattici.
Abraxa Teatro è finanziata dal Ministero per i Beni Culturali in qualità di compagnia di ricerca e di innovazione teatrale ed ha un rapporto costante con il suo territorio, con gli enti di riferimento come la Regione, la Provincia e Roma Capitale.

20° Festival Internazionale del Teatro Urbano
Improvvisi Urbani
dal 3 settembre al 1° ottobre 2014

ingresso libero
info 0665744441 340 4954566
www.abraxa.it
www.facebook.com/pages/Abraxa-Teatro/156882004395083

3-4-5 settembre, dalle ore 10:00

Teatro di Villa Flora, via Portuense 610
Il fare dell’attore azione intenzionale e processo creativo
Workshop di Mario Biagini, direttore associato del Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards

PROLOGO RICORRENTE DELLE GIORNATE DEL FESTIVAL
4, 5, 6 e 7 settembre, alle ore 20.45 – Giardino degli Aranci

Un Bagaglio di Idee
Letture di Nuovi Drammaturghi Italiani
Un quarto d’ora per dare spazio a testi del concorso promosso da Feditart Un bagaglio di Idee per spettacoli dove oggetti di scena e scenografie devono categoricamente entrare all’interno di una valigia da viaggio e che abbiamo un massimo di quattro personaggi.

Giovedì 4 settembre, ore 21:00 – Giardino degli Aranci

Canto alla Luna
a cura della Compagnia Residui Teatro (Spagna)
regia Gregorio Amicuzi
con Viviana Bovino, Paula Pascual de la Torre, Paula Cueto Noguerol

Giovedì 4 settembre, ore 22:00 – Giardino degli Aranci

FELLINI’S DREAM
Viaggio teatrale, musicale e visivo attraverso il mondo, i personaggi, le visioni di Federico Fellini
a cura del Teatro Potlach
Regia Pino Di Buduo
con Daniela Regnoli, Nathalie Mentha, Gaudi Tione Fanelli, Simona Zanini, Paolo Summaria, Marcus Acauan
Drammaturgia Stefano Geraci
Scenografia Luca Ruzza
Video Stage Design Stefano Di Buduo e Andrea Adriani | AESOP STUDIO
Collaborazione musicale Luca Moretti

Venerdì 5 settembre, orari a sorpresa durante la giornata – Giardino degli Aranci

Invasioni
Performance di Teatro Musica Danza a cura della rete di gruppi artistici “I Barbari”

Venerdì 5 settembre, ore 21:00 – Giardino degli Aranci

Una sfida da vincere. Dopo 20 anni quale festival…
Incontro tra personaggi e realtà teatrali e sociali

Venerdì 5 settembre, ore 22:00 – Giardino degli Aranci

Gente come uno
a cura della compagnia Alma Rosè
regia Elena Lolli
con Manuel Ferreira
luci Andrea Violato

Sabato 6 settembre, ore 16:00 – Giardino degli Aranci

Giochiamo al gamelan
Laboratorio gratuito di musica per bambini
con strumenti originali del gamelan, l’orchestra dell’isola di Bali

Sabato 6 settembre, ore 21:00 – Giardino degli Aranci

Bali – L’Isola degli Dei
Musica Teatro e Danza a cura dell’ensemble Gamelan Gong Cenik della compagnia The Pirate Ship in coproduzione con l’Ambasciata Indonesiana
Rita Colani (Gangsa pemade metallofono), Veronica Piccoli (Gangsa pemade metallofono), Renato Carminati (Suling flauti), Paolo Cucchi (Reyong metallofono), Massimiliano Panza (Reyong metallofono), Jos Olivini (Gong), Maurizio Bolis (Kempli/Kajar), Luciano Togni (Kendang tamburo), Saveria Savidya (ceng ceng)
performer e direzione musicale Enrico Masseroli

Sabato 6 settembre, ore 22:00 – Giardino degli Aranci

Orunà. La Luce
teatro, danza e musica a cura del gruppo Milon Mela di Calcutta (India)

Domenica 7 settembre, ore 21:00 – Giardino degli Aranci

Le Parole Nascoste
dell’Open Program del Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards
regia Mario Biagini
con Mario Biagini, Lloyd Bricken, Robin Gentien, Agnieszka Kazimierska, Felicita Marcelli, Luciano Mendes de Jesus, Ophelie Maxo, Alejadro Tomás Rodriguez, Graziele Sena Da Silva, Suellen Serrat

SECONDA FASE
Lunedì 29 settembre – dalle ore 18:00 a Villa Flora

Dopo i cinquanta cos’altro?
Incontro pubblico con Eugenio Barba

Lunedì 29 settembre, ore 21:00 – Teatro di Villa Flora

Ave Maria. La Morte si sente sola. Cerimonia per l’attrice María Cánepa
a cura di Julia Varley dell’Odin Teatret
attrice Julia Varley
regia Eugenio Barba
assistente alla regia Pierangelo Pompa
testo Odin Teatret e citazioni da Gonzalo Rojas e Pablo Neruda

Martedì 30 settembre e mercoledì 1 ottobre, ore 21:00 – Teatro di Villa Flora

Memoria
a cura di Else Marie Laukvik e Frans Winther dell’Odin Teatret
Attori Else Marie Laukvik e Frans Winther
Testo Else Marie Laukvik, Eugenio Barba e Frans Winther
Musica Frans Winther e canzoni popolari jiddish
Drammaturgia e regia Eugenio Barba
Le storie di moshe e Stella provengono dal libro di Yaffa Eliach Hasidic Tales of the Holocaust.
Produzione Teatro Tascabile di Bergamo e Nordisk Teaterlaboratorium

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.