Un meraviglioso quartetto

Al Teatro Ambra Jovinelli Giovanni Veronesi dirige A ruota libera, uno spettacolo senza rete in cui è protagonista con Alessandro Haber, Rocco Papaleo, Sergio Rubini e ospiti a sorpresa in ogni replica. In scena fino al 9 aprile.

Uno spettacolo diverso ogni sera e comunque diverso da tutti quelli finora visti all’Ambra Jovinelli, questo è A ruota libera, in sintesi un incontro tra quattro amici, nonché straordinari attori e registi, che si raccontano guidati dallo stesso Giovanni Veronesi, che trascina il pubblico e gli altri tre compagni d’avventura lungo un percorso fatto di musica e aneddoti sul cinema.
Il regista toscano, infatti, in primis si racconta dopo tante sceneggiature e dopo importanti esperienze dietro la macchina da presa, citando due grandi produttori che hanno dato l’avvio al suo successo sul grande schermo: Vittorio Cecchi Gori e Aurelio De Laurentiis.

Per rendere ancora più incredibile la prima dello spettacolo ha chiamato a sedere su due poltrone rosse, poste sul palcoscenico dello Jovinelli, una coppia di abbonati storici di quel teatro, che fino al 9 aprile vedrà districarsi attori del calibro di Rocco Papaleo, Sergio Rubini e Alessandro Haber, chiamati a mettersi in gioco in quello che sembra un salotto di casa in cui al centro predomina l’Orchestra dal vivo Musica da Ripostiglio, composta da Luca Pirozzi, Luca Giacomelli, Raffaele Toninelli ed Emanuele Pellegrini.

Sono proprio i musicisti, con i loro strumenti insieme a Papaleo, a dare il via allo spettacolo intrattenendo la gente, come la definisce Rocco, prima dell’apertura del sipario.
L’attore e regista lucano con la sua spontaneità senza censura ha aperto le danze con Tu vuo’ fa l’Americano del grande Carosone, raccogliendo applausi tra una battuta e una sequenza di un film di Pieraccioni che lo vedeva in abiti sadomaso.

Se Rubini ha dato sfoggio della sua istrionica bravura interpretando due storie in dialetto pugliese, uno dei momenti più divertenti e poetici della serata è andato in scena con Haber proiettato in 3D da Veronesi con una escamotage comica, che ha visto l’attore salire su una pedana rialzata posta a metà platea, per ricreare quell’effetto che al cinema si vede con gli occhiali. Per questa occasione è servita solo un pizzico di fantasia, la stessa unita alla creatività che tanto serve all’arte come quella di Domenico (Mimmo) Paladino, scultore, pittore e incisore italiano, che ha lasciato una pennellata d’autore su un muro del teatro contribuendo a dare colore e calore alla straordinaria serata.

Tra gli altri ospiti a sorpresa, Veronesi, la sera della prima, ha chiamato dalla platea Giuliano Sangiorgi, autore della colonna sonora del suo ultimo film Non è un paese per giovani, al cinema in questi giorni.

Il cantautore ha deliziato e coinvolto il pubblico in sala con il brano Meraviglioso, cover della celebre canzone di Domenico Modugno riportata al successo proprio da Sangiorgi dei Negramaro, e inserita nella colonna sonora di un altro film di Veronesi, Italians, di cui è stato mostrato anche uno spassoso spezzone con protagonista Carlo Verdone.
Un titolo azzeccatissimo per descrive la serata, unica, che in due ore o poco più ha rallegrato con serietà, maestria e leggerezza l’intera platea che potrà godere dello spettacolo soprattutto nei week end, dal momento che sono state raddoppiate le repliche per la grande richiesta.
Un successo annunciato dunque, che non potrà che andare A ruota libera.

Lo spettacolo continua:
Teatro Ambra Jovinelli
via Guglielmo Pepe, 43 /47- Roma
fino a domenica 9 aprile
orari: da martedì a sabato ore 21.00, domenica ore 17.00, domenica 2 aprile ore 17.00 e ore 21.00, sabato 8 aprile ore 16.30 e ore 21.00
(durata 2 h circa senza intervallo)

Nuovo Teatro diretta da Marco Balsamo presenta
A ruota libera
di Alessandro Haber, Rocco Papaleo, Sergio Rubini, Giovanni Veronesi
regia Giovanni Veronesi
con Alessandro Haber, Rocco Papaleo, Sergio Rubini, Giovanni Veronesi
scene Davide Zanni
luci Stefano Di Nallo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.