Uno + Uno = uno

Teatro Franco Parenti e Uovo, all’interno di FranceDanse 2011, portano sulle scene italiane la straordinaria performance Ali, aprendo le porte milanesi al magnifico panorama della danza contemporanea d’Oltralpe.

In un gioco di acrobazie, giocoleria e sensibilità estetica si snoda il lavoro messo in scena da Mathurin Bolze – artista circense pluripremiato – e Hedi Thabet – giocoliere e acrobata, ritornato sulle scene dopo la perdita di una gamba e una lunga convalescenza.

I due corpi si fondono in uno, in un intelligente lavoro di ricerca che dà forma fisica alla forte empatia tra gli interpreti.

Fondendosi con quattro stampelle, i corpi sono in grado di esprimere coreografie dal ritmo fluido eppure fortemente stabili: un obiettivo che, vista l’asimmetria nella natura della composizione, poteva sembrare impossibile da raggiungere. L’intero spettacolo, al contrario, comunica al pubblico ideali di proporzione, superando felicemente le difficoltà e raggiungendo vertici di armonia, tra i maggiori mai visti sulla scena della danza.

Due artisti duttili e talentuosi che, immobili in forme o in movimento, sono capaci di ricreare continui quadri di equilibrio – sperimentando e oltrepassando i limiti e le possibilità del corpo umano. Non manca nemmeno un alone di ironia – che sembra aleggiare positivamente sulla scena – dando la possibilità al pubblico di guardare con occhio più leggero, ma non per questo insensibile, a una realtà che non è affatto convenzionale.

Scaldando la platea con salti e capriole di chiara ispirazione circense, Bolze e Thabet giocano tra di loro, regalando il senso più profondo, naturale e infantile che il termine può assumere. Celebrata in scena la forza che deriva dal rapporto vero e autentico con l’altro – dove nessuno si annulla per omologarsi ma ognuno porta se stesso nella continua ricerca di dialogo – danno vita a un incontro di energie che esplode in pirotecnici momenti di puro godimento.

Nessuna parola potrà mai rendere giustizia a un lavoro tanto intelligente, che riesce a raccontarsi solo di fronte al pubblico, nel silenzio di una scena povera di parole, musica e oggetti, ma ricca della presenza vera, forte e vibrante di questi due artisti.

Uovo, all’interno di FranceDanse 2011, presenta:
Ali
Lo spettacolo è andato in scena:
Teatro Franco Parenti
via Pier Lombardo, 14 – Milano
di e conMathurin Bolze, Hedi Thabet
regia Jérôme Fevre e Ana Samoilovich
fotografie Stephane Rouaud
produzione Compagnie les Mains les Pieds et la Tête Aussi.
con il sostegno di Centre des arts du cirque de Basse Normandie (Cherbourg), Le Studio Lucien (Lyon) e Les Nouvelles Subsistances (Lyon)
l’attività della compagnia è sostenuta da DRAC (Regional Direction for Culture), Rhône Alpes Region, Istituto Francese di Cultura per i tour all’estero
un evento realizzato con il sostegno del Service Culturel de l’Ambassade de France en Italie – BCLA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.