Alici

Dopo essere stato ospitato al Festival Internazionale della Creazione Contemporanea di Terni, sul palco del Teatro Vascello di Roma Alice’s Room, della Compagnia Ibicultura, diretta da Giovanna Velardi.

Nato da uno studio del 2010, lo spettacolo Alice’s Room (già dal titolo è evidente lo spunto da Alice nel paese delle meraviglie di Lewis Carroll) unisce l’arte tersicorea al teatro di prosa, in un contesto dalla forte connotazione grafica e simbolica, creato cioè attraverso pochi essenziali segni carichi di significati: una rete metallica, quasi un recinto per animali, divide il palco fra un avant scène e un rétro, e da due angoli opposti due specchi sospesi si fronteggiano. È il prologo di un attore-bruco a dare l’indelebile impronta teatrale alla pièce, che marca immediatamente dopo anche il personaggio della Regina, facendolo sembrare uscito dalla pellicola di un film muto. L’apparizione di Alice e dei suoi alter ego maschili e femminili fa però presto precipitare l’atmosfera espressionista in una dimensione di incubo, infernale, dove Alice, più che la protagonista di Carroll, sembra la bambina di L’esorcista. Potere contro potenza, ricerca della propria identità, regole sociali contro naturale istintività; sicuramente è interessante l’operazione culturale incarnata da questo lavoro e fuori discussione il talento dei danzatori. Non è però giustificata la condizione di fastidio in cui è posto il pubblico. Come è criticabile la battuta grassa, volgare, fine a se stessa, di uno spettacolo comico che vuole senza presupposto e con ogni mezzo strappare la risata allo spettatore, così non si capisce a cosa serva fargli patire un disagio scontato, un’oppressione priva di altra finalità, una sofferenza che non sfocia in alcuna riflessione successiva. Una volta superato con non poca fatica questo massiccio corpo centrale, si può godere di nuovo, finalmente, con ugual piacere, del piano dell’espressione e di quello del contenuto, nella parte finale dello spettacolo, la “fuga” di Alice dalla sua stanza.

Lo spettacolo è andato in scena:
Teatro Vascello
Via G. Carini, 78 – Roma
fino a lunedì 15 ottobre, ore 21.00

Alice’s room
coreografia Giovanna Velardi
costumi Dora Argento
luci Danila Blasi
con Franz Cantalupo, Emanuela Fenech, Simona Miraglia, Giuseppe Muscarello, Dario Tumminia, Giovanna Velardi, Alice Zanoni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.