Ritratto pop-up del padre della pop art

Al Teatro comunale di Pietrasanta va in scena Andy Warhol Superstar, regia di Laura Sicignano con Irene Serini.

Un one-woman show per raccontare la vita e le opere di un artista che ha trasformato la sua immagine in un’icona dello showbiz artistico del Novecento a stelle e strisce.
Irene Serini tratteggia con distaccato cinismo e compartecipe complicità la parabola di vita e arte del maestro di Pittsburgh in un viaggio a ritroso dalla sua morte all’infanzia da figlio di immigrati slovacchi di modeste condizioni economiche.
Lungo questo viaggio a ritroso, si aprono come libri pop-up una serie di capitoli della sua esistenza che tratteggiano velocemente alcune caratteristiche di uomini e donne che popolarono la Factory, tra il ’62 e il ’68, legando indissolubilmente la loro immagine a quella di Warhol cineasta, oltre che artista figurativo – da Gerard Malanga a Edie Sedgwick, passando per i Velvet Underground e Nico.
Interessante l’escamotage della voce preregistrata per elencare una serie di fatti accaduti in quegli anni e che trovarono piena espressione nelle opere di Warhol (come il rimando alla serie sulla sedia elettrica).
Detto questo occorre però fare presenti due cose che, a parer nostro, non funzionano. La prima è che solamente chi abbia cognizione della vita di Warhol e delle sue opere riesce a seguire i vari passaggi o a rintracciare il senso dietro a nomi e fatti, troppo spesso solo allusi velocemente.
Il secondo punto che non convince è che questa stessa frammentazione non consente di entrare in sintonia con il personaggio, né a livello emotivo (in forma empatica), né a livello intellettuale (per giudicarlo, brechtianamente, da una certa distanza).
Buona la prova attorale, meno convincenti le scene e il disegno luci.

Lo spettacolo è andato in scena:
Teatro Comunale

piazza Duomo, 14 – Pietrasanta
giovedì 21 dicembre, ore 21.00

Andy Warhol Superstar
ideazione e regia Laura Sicignano
testo Laura Sicignano e Alessandra Vannucci
con Irene Serini
scene Emanuele Conte
luci, video e suono Luca Serra
costumi Daniela De Blasio
con il patrocinio del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.