La strada per Quel Paese

teatro-rifredi-firenzeVenerdì 7 e Sabato 8 novembre, il Teatro di Rifredi si è riempito di giovani per uno spettacolo tutto da ridere e da riflettere. Dietro al sipario, un’inaspettata Utopia collettiva diretta da Angelo Savelli ed Edoardo Zucchetti.

Quello del teatro è un linguaggio universale, un linguaggio in grado di unire popoli distanti nello spazio e nel tempo, persone che all’apparenza hanno poco o nulla in comune, anime lontane eppure talmente vicine da toccarsi. Sogni, paure e speranze: sempre diverse, sempre le stesse.
Aristofane # Utopia è un viaggio che inizia circa 2400 anni fa in un’Atene post periclea segnata da guerre e colpi di stato, ma animata da filosofi e drammaturghi le cui idee, destinate a divenire la base del pensiero occidentale, iniziano a farsi spazio nella mente dei cittadini.
Esiste un mondo migliore? È possibile vivere in un luogo dove meritocrazia e speranza siano alla base della società? E non sono forse questi gli stessi interrogativi che si pongono i ragazzi di oggi? Ebbene, quegli stessi ragazzi scoraggiati e sfiduciati, quei giovani che vedono nel fantomatico estero l’unica possibilità di realizzazione personale, si sono trasformati per una sera in un motore vitale e pulsante capace di dare vita a uno spettacolo agrodolce che fa riflettere con il sorriso sulle labbra.
In questo modo Gli Uccelli, Pluto e L’assemblea delle donne, alcune delle più divertenti e tragicamente attuali commedie di Aristofane, si sono fuse alle interviste proposte a alcuni studenti all’uscita di scuola, fino a diventare capitoli di uno show moderno e spassoso che unisce recitazione, canto, ballo e lucine colorate.
Sul palco, sei giovani attori, sei guide turistiche dell’utopica città di Nubicuculia (o Nubicuculìa?) hanno accompagnato gli spettatori in un mondo immaginario in cui i valori e il rispetto per uomini e animali sono alla base della società civile… almeno per un po’. I protagonisti delle commedie, infatti, hanno impiegato poco tempo, troppo poco tempo, ad anteporre il proprio tornaconto personale al benessere collettivo, rendendo vano ogni tentativo di migliorare il mondo. Davide Arena, Lorenzo Baglioni, Edoardo Groppler, Diletta Oculisti, Leonardo Paoli ed Elisa Vitiello nonostante la giovane età, si sono dimostrati assolutamente all’altezza delle aspettative. Padroni della scena, sicuri e mai impacciati, gli artisti hanno comunicato con il pubblico in modo costantemente chiaro ed efficace, esplorando diversi linguaggi comunicativi, dal canto alla recitazione.
Aristofane # Utopia è uno spettacolo pensato per i giovani e realizzato da giovani ai quali qualcuno, finalmente, ha dato fiducia: «giovani attori per giovani spettatori»; eppure siamo di fronte anche a «una divertente e amara riflessione universale che può valere allo stesso modo per quella generazione che appena ieri ha vissuto le grandi utopie collettive del ’68 e oggi si ritrova a fare i conti con le piccole aspirazioni personali, sue e dei propri figli».
Ieri come oggi: il mondo perfetto non esiste? Beh, allora costruiamolo!

Lo spettacolo è andato in scena:
Teatro di Rifredi

via Vittorio Emanuele II, 303 – Firenze
sabato 8 e domenica 9 novembre, ore 21

Aristofane # Utopia
uno spettacolo di Angelo Savelli e Edoardo Zucchetti
con Davide Arena, Lorenzo Baglioni, Edoardo Groppler, Diletta Oculisti, Leonardo Paoli, Elisa Vitiello
scene di Michele Ricciardini
costumi di Serena Sarti
video a cura di Edoardo Zucchetti e Salvia Dal Dosso
musiche originali di Lorenzo e Michele Baglioni
luci di Henry Banzi
Pupi e Fresedde – Teatro di Rifredi
Teatro Stabile di Innovazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.