Lo Straniero “invade” Calenzano

Anche quest’anno la città di Calenzano ospiterà il Festival Avamposti – fino al 24 settembre.

Il tema principale, perfettamente in linea con una tra le tematiche più scottanti delle nostre cronache quotidiane, si annuncia già nel titolo della manifestazione: Lo Straniero. Per marcare ancora di più la tematica e la forte volontà del Festival di rappresentarlo, commentarlo e studiarlo, sono state messe a simbolo della kermesse le due torri della città di Palmira – semidistrutta dalla terribile guerra contro l’Isis che sta lacerando la Siria.
Il topos dell’individuo straniero ispirato al romanzo di Albert Camus, L’étranger, sarà rappresentato in tutte le sue declinazioni, sia sociopolitiche che culturali e filosofiche. Lo stesso romanzo di Camus sarà protagonista della lettura di Elena Arvigo il 16 settembre, seguita dalla proiezione dell’omonimo film di Luchino Visconti.
La visione dello straniero si allargherà nei diversi spettacoli, assumendo una serie di declinazioni altre, con nuove caratteristichetrascendenti il senso stretto del termine.
La prima rappresentazione, andata in scena al Bargello, è quella più classica, che parte dal tema dell’immigrazione con lo spettacolo Vivo in una giungla, dormo sulle spine di Laura Sicignano. Un tema, da una parte pericoloso perché si è arrivati a un livello di saturazione, come ammette la stessa attrice protagonista, Amanda Sandrelli, ma che, in realtà, va oltre e in profondità grazie a una storia “piccola”, minuziosa, che tocca non solamente il tema dell’immigrazione, bensì molti aspetti culturali e sociologici, profondi eppure trattati con ironia.
Il 16 settembre, a seguito della lettura de Lo straniero di Camus, si procede con lo spettacolo Amy – ispirato a Amy Foster di Joseph Conrad. Storia di migranti che, dall’Est Europa, partivano per cercare fortuna in America.
Tra i molti appuntamenti, da segnalare la prima regionale dello spettacolo interpretato da autentici migranti, che vivono a Reggio Emilia, Questo è il mio nome: storie vere di giovani sbarcati sulle nostre coste.
E ancora, dal 22 al 24 settembre, in prima assoluta, Un piede in paradiso su testo di Vriginie Thirion. Spettacolo che andrà in scena al Teatro della Limonaia e che inaugura la collaborazione tra Avamposti e Intercity Festival – organizzato dal Teatro della Limonaia di Sesto Fiorentino.
Il Festiva si concluderà con la ripresa de Il Disobbediente, in ricordo di Don Milani. In scena ci saranno gli allievi della CalenzanoTeatroFormazione Niccolò Balducci e Gabriele Giaffredda, nei panni del protagonista.

Avamposti 2017.
Il Cartellone
Calenzano, Sesto Fiorentino e Firenze, varie location

venerdì 15 settembre, ore 21.30
Cortile del Bargello
Firenze
VIVO IN UNA GIUNGLA, DORMO SULLE SPINE
testo e regia Laura Sicignano
scritto in collaborazione con Shahzeb Iqbal
con Amanda Sandrelli
e Luchino Giordana, Alessio Zirulia

sabato 16 settembre
Teatro Manzoni
Calenzano
LO STRANIERO. FESTA D’INAUGURAZIONE
ore 19.00
Presentazione Corsi 2017/18
a seguire:
apericena a buffet
ore 21.30
LO STRANIERO
di Albert Camus
lettura a cura di Elena Arvigo
a seguire:
AMY
di Francesco Niccolini e Valerio Nardoni
liberamente ispirato al racconto Amy Foster di Joseph Conrad
studio a cura di Daniela Morozzi
progetto di produzione del Teatro Delle Donne per il 2018
a seguire:
LO STRANIERO
film di Luchino Visconti

domenica 17 e lunedì 18 settembre, ore 21.30
Teatro Manzoni
Calenzano
LA CURA
testo e regia Gherardo Vitali Rosati
con Elena Arvigo, Roberto Andrioli, Dalila Reas, Luca Tanganelli
prodotto per la LXXXI Festa del Teatro di San Miniato

giovedì 21 settembre, ore 21.30
Teatro Manzoni
Calenzano
ANDY WARHOL SUPERSTAR
testo e regia Laura Sicignano
con Irene Serini
scene e luci Emanuele Conte

venerdì 22 settembre, ore 18.30
Biblioteca Civica
Calenzano
Presentazione Progetto CALENZIANI

venerdì 22 settembre, ore 21.30
Teatro Manzoni
Calenzano
QUESTO È IL MIO NOME
ideazione e regia Monica Morini e Bernardino Bonzani
collaborazione alla drammaturgia Annamaria Gozzi
coordinamento Marco Aicardi
Premio del pubblico 15° Festival Teatrale di Resistenza 2016
Premio Museo Cervi – Teatro della Memoria

venerdì 22, sabato 23 e domenica 24 settembre, ore 21.00
Teatro della Limonaia
Sesto Fiorentino
UN PIEDE IN PARADISO
di Virginie Thirion
regia Dimitri Milopulos

sabato 23, ore 21.30 e domenica 24 settembre, ore 16.30 e 21.30
Teatro Manzoni
Calenzano
IL DISOBBEDIENTE. DON MILANI A SAN DONATO
testo e regia Eugenio Nocciolini
con Gabriele Giaffreda
e gli allievi della CalenzanoTeatroFormazione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.