XII edizione di Orizzonti – Festival delle nuove creazioni nelle arti performative

A Orizzonti Festival prosegue il percorso alla scoperta delle straordinarie bellezze artistiche e naturali di Chiusi.

Continuano le VisitAzioni di Paolo Panaro immerse negli splendidi e spontanei contesti chiusini. Dopo l’Odisseo nel Museo Etrusco e l’Orlando Furioso sul Lago, ecco con l’Eneide cantare le peripezie dell’«eroe, che primo dai lidi di Troia, profugo per fato, giunse in Italia alle spiagge di Lavinio», portando così alla progenie gloriosa di Roma. Una riduzione più asciutta e breve delle precedenti, allestita nei sotterranei del Museo Civico, sorta di acquedotti etruschi ricchi di storia e di fascino, assolutamente da visitare.

Sul fare della sera, volgiamo al Chiostro di San Francesco. Ivi, assistiamo a Enter Lady Macbeth, uno dei pochi spettacoli non in prima nazionale di questa rassegna.

Dedicata a una delle più sfuggenti e terrificanti antieroine shakespeariane, la coreografia di Simona Bucci mostra solidità nel restituire visivamente la demiurgica protagonista della celebre tragedia.
La rappresentazione di colei che – per amore di gloria disprezzò ogni pudore e rese l’altro sesso debole come un burattino – è convincente soprattutto dal punto di vista estetico.

Alcune figure sono particolarmente efficaci, come i riferimenti alla spietata arte di manipolazione della Macbeth; altre patiscono disomogeneità di ritmo ed energia. Tuttavia, la sintesi raggiunta è una costante bella tensione che si avvale di interpreti la cui consapevolezza scenica è quasi pari alla stessa meraviglia dei corpi.

Eleonora Chiocchini, Maru Rivas, Sara Orselli, Françoise Parlanti e Frida Vannini sono protagoniste maliarde e delicate, minute dal vivo e imponenti in scena. Ballerine che, grazie all’alternanza coreografica di soli, dialoghi e ensemble, riescono a utilizzare la location e a potenziarne esponenzialmente l’intesità visiva, accompagnati da luci e tracce sonore incalzanti e d’atmosfera.

Impossibile lasciare questa edizione di Orizzonti Festival senza fare un accenno a un particolare dettaglio. I grandi nomi non sono mancati, così come delusioni, belle conferme e ottime sorprese. Delle scelte speriamo possano essere riviste, altre rilanciate con maggiore decisione.

Accanto alla professionalità delle maestranze, tutte, anche per l’ospitalità di assoluta eccellenza, non possiamo, però, non spenderci un attimo per i cosiddetti comprimari. Di chi lavora al di sotto dei livelli di visibilità pubblica e ha offerto – più o meno volontariamente, «in questo benedetto, assurdo bel paese» canterebbe il Cyrano di Guccini – livelli di competenza ed entusiasmo tali (Anna, Marcella, Davide sono solo i primi nomi che vengono a mente) che ci auguriamo fortemente si possa trovare inquadrato a pieno organico nella squadra della prossima edizione.

Che, se verrà scelto di meditare onestamente su quanto fatto (e non abbiamo elementi per pensare il contrario, anzi), possiamo già immaginare da non perdere.

Gli spettacoli sono andati in scena all’interno di Orizzonti Festival 2014:
mercoledì 6 agosto 2014

Museo Civico, ore 19:00
VisitAzioni
Paolo Panaro

Enter Lady Macbeth
ispirato alla tragedia Macbeth di Shakespeare
Compagnia Simona Bucci

Coreografia e Concezione scenica Simona Bucci
Interpreti Eleonora Chiocchini, Maru Rivas, Sara Orselli, Françoise Parlanti, Frida Vannini
Musiche originali Paki Zennaro
Disegno luci Gabriele Termine
Una coproduzione Festival Danza Estate di Bergamo e Fondazione Orizzonti d’Arte
Organizzazione Marika Errigo
Con il sostegno di MiBAC, dip. dello spettacolo dal vivo, e Regione Toscana
SITE SPECIFIC

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.