Boxeurs di NeonTeatro sul palco del Centro culture contemporanee Zo di Catania "> Boxeurs di NeonTeatro sul palco del Centro culture contemporanee Zo di Catania

Boxeurs di NeonTeatro sul palco del Centro culture contemporanee Zo di Catania

Boxeurs di NeonTeatro sul palco del Centro culture contemporanee Zo di Catania, articolo di "Persinsala" su Persinsala Teatro
Home | Annunci/Comunicati | Boxeurs di NeonTeatro sul palco del Centro culture contemporanee Zo di Catania

Boxeurs di NeonTeatro sul palco del Centro culture contemporanee Zo di Catania
Recensioni/Articoli di

Un Vaffa ai pregiudizi: ecco Boxeurs, la nuova fatica di NeonTeatro firmata Monica Felloni. Col caschetto sul palco di ZO: le diverse abilità degli attori colpiscono il destino. Ma sì, un bel Vaffa ai pregiudizi. Diretto, inequivocabile, stiloso. Nulla di volgare. Un movimento chiaro del braccio dell’attore che invita col sorriso smagliante chi ancora viaggia …

Comunicato stampa

Un Vaffa ai pregiudizi: ecco Boxeurs, la nuova fatica di NeonTeatro firmata Monica Felloni. Col caschetto sul palco di ZO: le diverse abilità degli attori colpiscono il destino.

Ma sì, un bel Vaffa ai pregiudizi. Diretto, inequivocabile, stiloso. Nulla di volgare. Un movimento chiaro del braccio dell’attore che invita col sorriso smagliante chi ancora viaggia in questo Paese appesantito da preconcetti beceri di cercarsene un altro, di Paese, lontano, lontanissimo, disperso in chissà quale nebulosa.

Il messaggio dell’ultima fatica della regista di NeonTeatro, Monica Felloni, è facilmente decriptabile. Boxeurs è l’elogio della nobile arte. Non del pugilato. Della vita. Della nobile arte di vivere. Lo spettacolo andato in scena sul palcoscenico del Centro culture contemporanee Zo di Catania. È il frutto della semina avvenuta durante Corpi Insoliti, il corso di teatro-danza in interazione con artisti con abilità diverse. Diverse abilità. Abilmente diversi.

I pugili di Boxeurs siamo tutti noi. Noi col caschetto degli sparring partner. Ognuno sparring partner del prossimo, per aiutarlo negli allenamenti, per aiutarlo a crescere, a migliorare, a migliorarsi. Ognuno sparring partner della vita, del destino, anche. Siamo lì, sul ring, e pariamo i colpi, li restituiamo. Quelli degli attori che hanno dato vita ad una performance da brividi sono i colpi efficaci dell’ironia, della riflessione, della determinazione, della coscienza di sé, del rispetto, del sorriso che deflagra potente come la commozione. Sono i colpi decisivi dell’emozione che fa vibrare le corde più sottili, sono i colpi dell’arte madre di chi non si arrende, di chi apprende che non ha motivo di arrendersi.

Si congiungono i punti distanti, in Boxeurs. Isolamento. Si annienta l’isolamento. Si scavano tunnel di seta rossa che annullano il senso di solitudine che avvilisce la contemporaneità. Il rosso domina la scena fin dall’inizio. Il rosso della tenacia. Il rosso della passione. Rosso il tunnel, rossi i caschetti, rosso il muro che sarà sfondato nel finale dalla carrozzina di una attrice che ha l’abilità di esprimere l’infinito con la sua abilità, la sua abilità diversa e per questo così unica. Unica. Unica come la voce recita La vita è sogno di Calderon de La Barca. «Che cosa è la vita? Delirio. Che cosa è la vita? Illusione, un’ombra è, una finzione, e il maggior dei beni è un’inezia; ché tutta la vita è sogno, e i sogni non sono che sogni», fluttua nell’aria.
Mentre sullo sfondo le video scenografie mostrano corpi che diventanto installazioni artitistiche. Carrozzine sospese da chi le utilizza, chi non le utilizza diventato parte della carrozzina. Assemblaggi. Incastri. I pugili fanno volare via il caschetto e si incastrano sul palco, nello schermo. Via il caschetto, i capelli sono liberi di scuotersi, gli occhi di splendere, i sorrisi di sprigionarsi. Facciamo pare dello stesso puzzle, siamo tessere dello stesso, ricchissimo mosaico.

Basterebbe amare «gli abbracci, la ricomposizione, la fine della mancanza di qualcuno» così come invita a fare Safran Foer; basterebbe ascoltarci quando si dorme, quando si sogna. Perché Dostoevskj ricordava che «con il cielo sopra di me uomini e donne con accanto gli altri pellegrini provenienti da ogni terra di ogni colore, classe, religione alti funzionari e mendicanti tutti, ma proprio tutti russavano nella stessa lingua». E lo facciamo ancora. E lo faremo ancora. E ancora. E ancora.

Centro culture contemporanee Zo
Piazzale Asia, 6, 95129 Catania

Boxeurs
di Nèon Teatro (Patrizia Fichera, Stefania Licciardello, Manuela Partanni)
interpreti Beatrice Asta, Giovanni Barilla, Piera Bivona, Claudia Cantone, Kevin Cariotti, Lucia Cavallaro, Alessandra Costa, Sofia Cuffari, Emanuela Dei Pieri, Antonio Fichera, Angela La Rocca, Rosi Ligreggi, Angela Longo, Veronica Messina, Matteo Platania, Francesca Sciata, Noemi Urso, Egle Zapparrata
testi Calderòn de la Barca, Fëdor Dostoevskij, Jonathan Safran Foer, Rosi Li Greggi, Piero Ristagno, Franco Arminio
movimenti coreografici e costumi Manuela Partanni
riprese video Jessica Hauf
luci Francesco Noè
audio Maurizio Noè

5,00

Check Also

Marco Paolini Festival Delle Valli Del Natisone In Friuli Venezia Giulia

Festival delle Valli del Natisone in Friuli Venezia Giulia

Dal 14 al 21 luglio 2018 ritorna il Festival delle Valli del Natisone in Friuli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In coerenza con l'impegno continuo dell'Associazione Persinsala di offrire i migliori servizi ai propri lettori e utenti, abbiamo adeguato le nostre politiche per rispondere ai requisiti del nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (GDPR), in particolare sono state aggiornate la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti garantiti dal nuovo Regolamento, che ti invitiamo a prendere visione maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi