Come un cane senza padrone "> Come un cane senza padrone

Come un cane senza padrone

Come un cane senza padrone, articolo di "Monica De Giuli" su Persinsala Teatro
Home | Milano | Teatro Franco Parenti | Come un cane senza padrone

Come un cane senza padrone
Recensioni/Articoli di

Il Teatro Franco Parenti organizza, in questi giorni, una piccola rassegna dedicata a Pasolini: piccola come tenuta degli spettacoli ma grande per la loro portata artistica. Ispirato all’ultimo testo incompiuto di Pasolini, Petrolio, il titolo di questa lettura, Come un cane senza padrone, vuol essere un omaggio della compagnia Motus – storica formazione da Daniela …

teatro-parenti-milanoIl Teatro Franco Parenti organizza, in questi giorni, una piccola rassegna dedicata a Pasolini: piccola come tenuta degli spettacoli ma grande per la loro portata artistica.

Ispirato all’ultimo testo incompiuto di Pasolini, Petrolio, il titolo di questa lettura, Come un cane senza padrone, vuol essere un omaggio della compagnia Motus – storica formazione da Daniela Nicolò ed Enrico Casagrande – al grande artista, il quale amava autodefinirsi in tal maniera. Tralasciando la parte più strettamente politica del testo che, da sempre, suscita grande scalpore e grande interesse, soprattutto per quel tanto dibattuto capitolo mancante, la messa in scena si concentra sugli appunti dal ’58 al ’62 che raccontano l’incontro tra Carlo e Carmelo, un cameriere dall’aspetto dandy che suscita le fantasie erotiche di un piccolo borghese dalla sessualità confusa.

La location in cui veniamo trasportati è una piccolissima sala del Teatro Franco Parenti, intima e raccolta. Lo spettacolo è una lettura fatta per immagini dove una voce suadente, che funziona da voice off ma che è, a tutti gli effetti, dell’unica attrice in scena, ci accompagna nell’illustrazione di quelle immagini che inondano i muri di tutta la stanza. Da una parte l’incontro tra i due uomini, dall’altra la periferia urbana, quella periferia tanto cara a Pasolini che ritorna costantemente nella sua opera e anche – probabilmente – lo scenario del suo assassinio.

Immagini molto forti che, a tratti, possono infastidire l’occhio dello spettatore per l’eccessiva cura dei particolari del racconto con un rapporto sessuale filmato nel dettaglio. Un erotismo e una sessualità esasperati ma mai fini a se stessi – esasperati proprio perché questa era la caratteristica, la verità più intima e il cuore della poetica di Pasolini.

Un omaggio, dunque, non solo a Petrolio, ma a una vita, a un modo di essere e di esprimere la propria sessualità senza freni e senza falsi perbenismi, attraverso una molteplicità di linguaggi che vanno dal parlato, al filmato fino a quello puramente sonoro e sensazionale dell’evocazione di emozioni ottenuta per immagini.

Lo spettacolo è andato in scena:
Teatro Franco Parenti

Via Pier Lombardo, 14 – Milano
giovedì 4 e venerdì 5 ore 20.30

Come un cane senza padrone

ideato e diretto da Enrico Casagrande e Daniela Nicolò
narratrice Emanuela Villagrossi
con Dany Greggio e Frank Provvedi (in video)


12345

Check Also

Giovanni Allevi

Il 5 marzo ha debuttato al Teatro degli Arcimboldi di Milano, il nuovo tour di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In coerenza con l'impegno continuo dell'Associazione Persinsala di offrire i migliori servizi ai propri lettori e utenti, abbiamo adeguato le nostre politiche per rispondere ai requisiti del nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (GDPR), in particolare sono state aggiornate la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti garantiti dal nuovo Regolamento, che ti invitiamo a prendere visione maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi