Dalla realtà al teatro, tornando alla realtà

Va in scena giovedì 16 febbraio al Teatro dell’Olivo di Camaiore, Come un granello di sabbia, spettacolo poetico e scomodo, vincitore del Progetto In-Box 2016. Presente anche Giuseppe Gulotta, l’uomo che con la sua storia ha ispirato la compagnia Teatro Civile Mana Chuma.

Appuntamento speciale per la stagione del Teatro dell’Olivo, con lo spettacolo Come un granello di sabbia, in programma giovedì 16 febbraio alle ore 21, nel teatro-bomboniera di Camaiore. La pièce, vincitrice del Progetto In-Box 2016, racconta la vera storia di Giuseppe Gulotta, muratore siciliano rimasto in carcere ventidue anni con l’ingiusta accusa di essere autore della strage di Alcamo – il controverso episodio per cui, nel 1976, furono uccisi due carabinieri. Assolto successivamente in sede di revisione del processo, egli verrà risarcito dallo Stato per errore giudiziario.
Giuseppe Gulotta in persona sarà presente al Teatro dell’Olivo e incontrerà il pubblico dopo lo spettacolo, per raccontare l’assurdità della sua esperienza, in un dibattito moderato dall’operatrice teatrale Maria Cristina Bertacca, insieme alla compagnia Teatro Civile Mana Chuma e due rappresentanti delle web magazine Persinsala e Lo Sguardo di Arlecchino. Un momento di condivisione, ascolto e testimonianza viva di un’ingiustizia ancora bollente.

La trama dello spettacolo è, allo stesso tempo, semplice, complessa e crudele. A diciotto anni un giovane muratore con una vita come tante, viene arrestato e costretto a confessare l’omicidio di due carabinieri ad Alkamar, una piccola caserma siciliana. Il delitto nasconde un mistero indicibile: servizi segreti e uomini dello Stato che trattano con gruppi neofascisti, traffici di armi e droga. Per far calare il silenzio serve un capro espiatorio, uno qualsiasi, e Giuseppe Gulotta sembra essere perfetto per lo scopo. Inizia così un calvario davanti al quale Giuseppe non fugge ma lotta, sostenuto dall’irriducibile, cocciuta speranza in una restituzione finale della propria umile e alta identità. Ma l’ingranaggio continua a muoversi alimentato da pregiudizi, torture, colpevoli silenzi e si porta via la sua giovinezza, la vita, mentre lui resta lì, come un granello di sabbia, all’interno di un meccanismo sadico.

Lo spettacolo andrà in scena
Teatro dell’Olivo

Corso Vittorio Emanuele, Camaiore, Lucca
giovedì 16 febbraio ore 21.00
segue dibattito con Giuseppe Gulotta, Teatro Mana Chuma, l’attore Salvatore Arena, Maria Cristina Bertacca dell’Associazione culturale If Prana, Mailè Orsi (Persinsala Teatro), Sara Casini, Elena Modena e Davide Barsotti (Lo sguardo di Arlecchino)

Mana Chuma Teatro – Fondazione Horcynus Orca presentano
Come un granello di sabbia
drammaturgia e regia Salvatore Arena e Massimo Barilla
con Salvatore Arena
musiche originali Luigi Polimeni
scene Aldo Zucco
informazioni su biglietti e attività Ufficio Cultura del Comune di Camaiore (0584.986334 – cultura@comune.camaiore.lu.it), Mariacristina Bertacca/Associazione IF Prana (388.9528236 – promozione@ifprana.it)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.