Segni e disegni

Al Teatro dei Contrari di Roma è in scena Comics – La Vita a Fumetti, la storia divertente di un giovane che vive sospeso tra sogno e realtà.

L’ingresso in sala da una porta-parete dipinta come fosse un quadro dà l’idea di introdursi in una dimensione surreale, quasi onirica. La sala è piccola, accogliente e caratterizzata da un ricercato arredamento pop, giovane e colorato: rimanda inequivocabilmente alle abitazioni di ragazzi – studenti o lavoratori, fuori sede e non – che con un po’ di fantasia trasformano l’appartamento in un’estensione della propria personalità e creatività. Questo perché, in fondo, la casa – o, come capita ai più, la stanza presa in affitto – è un piccolo mondo da custodire gelosamente, uno spazio che ridà un briciolo di certezza in un mondo in continua evoluzione.

In scena è la storia di Matteo, un aspirante fumettista che vive in affitto, da solo. Ma questo privilegio dura poco: una telefonata della padrona di casa gli comunica infatti l’arrivo di due nuove inquiline, le hostess Carlotta e Jennifer.

Chi le immagina nella classica tenuta tailleur e tacco comodo sbaglia di grosso: il loro lavoro – riadattato alle esigenze moderne – le costringe infatti ai travestimenti più bizzarri per la promozione di questo o quel prodotto, e ai ritmi frenetici della grande città, che le porta a vivere di fretta e, a volte, con leggerezza.
Come è facile intuire, Matteo si lascia travolgere dall’entusiasmo, perde ogni velleità razionale e scatena la fantasia: la vita – che fino a quel momento gli ha dato ben poche emozioni registrando addirittura qualche punta di insoddisfazione – si colora di tinte più vivaci, e nel pensiero il giovane proietta se stesso a recitare una parte che ricalca un copione, lontana dal suo vero essere.

Ecco dunque il latin lover sicuro di sé che mette in atto – con ostentato autocontrollo – strategie da manuale per un invito a cena che avrà risposta affermativa, sì, ma con un epilogo che poco piacerà ai sognatori.

Per godere lui solo dei vantaggi che il destino finalmente gli riserva, Matteo arriva a trascurare Carlo, il suo più caro amico, e a mentirgli, rivelando un egoismo che troppo spesso accompagna il desiderio di rivincita. Ma quando, poco dopo, il sogno si trasforma in incubo, risuonano come una profezia le parole che proprio Carlo pronuncia: «Quando si vuole tutto si deve essere disposti a perdere tutto, anche nei sogni».

Comics – La vita a fumetti è la storia di Matteo e di tutti i giovani che, come lui, coltivano sogni e vogliono realizzarli, sopportando la ferocia di una società che frustra ogni aspettativa e uccide la speranza e la tenacia. L’attualità della tematica ne fa uno spettacolo coinvolgente, supportato da un cast appassionato ed entusiasta e da inserti musicali indovinati, che inducono lo spettatore a una perfetta empatia con i personaggi.

Lo spettacolo è andato in scena:
Teatro dei Contrari
via Ostilia, 22 – Roma
fino a domenica 27 marzo, ore 21.00

Comics – La Vita a Fumetti
di Andrea Teodori
regia Andrea Teodori
con Diego Migeni, Maria Ippoliti, Giorgia Guerra, Valerio Marinaro
luci Giovanna Bellini
costumi Laisylab
scenografia Giada Tosto, Madi Celli
illustrazioni Luca Valerio D’Amico
musiche originali Filarco
soggetto Andrea Teodori, Jennifer Poli, Katia Negro
oggetti in carta pesta Jennifer Poli
artwork Luca Valerio D’Amico

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.