Emozioni tra le rime

teatro-orologio-roma-80x80Al teatro dell’orologio di Roma dal 14 al 16 gennaio è andato in scena Cyrano, un adattamento del famoso spadaccino dal lungo naso presentato dalla Compagnia Marabutti. Un’opera senza tempo interpretata magistralmente da tutti gli attori.

La sala Moretti del teatro dell’Orologio è gremita e la folla che ha atteso per acquistare il biglietto ha fatto slittare l’orario della seconda messa in scena. Sono le 21.38 infatti quando in sala si spengono le luci e due menestrelli cantano le gesta dell’inconfondibile Cyrano.
L’opera di Edmond Rostand rivive così grazie alla straordinaria interpretazione di Stefano Patty che veste alla perfezione i panni del poeta spadaccino deriso per il suo enorme naso e innamorato segretamente di sua cugina Rossana. La donna, ignara dei sentimenti del cugino, prega dunque Cyrano di prendere sotto la sua protezione il giovane Cristiano de Neuvillette, appena arrivato a Parigi per far parte della compagnia dei cadetti del re, e per il quale il suo cuore palpita.
Cyrano e Cristiano, consci che senza l’aiuto reciproco non hanno la possibilità di amare, decidono di unire la genialità dell’uno con la bellezza dell’altro per raggiungere il loro scopo, ma il conte De Guiche, invaghitosi della donna e infuriato per l’amore non corrisposto, sfrutta il suo potere per spedire i due amici al fronte, lontani da Rossana.
L’epilogo pur se conosciuto è corretto non svelarlo, perché ciò che sorprende dello spettacolo è l’essenzialità della scena priva di scenografia (legata solo a tre pannelli mobili che permettono a sei artisti di cambiarsi durante l’atto unico), che mette in risalto la bravura e la caratterizzazione che ogni attore ha dato al proprio personaggio.
Sul pavimento in legno del piccolo teatro romano la coraggiosa storia del cadetto di Guascogna rivive così attraverso l’adattamento che la Compagnia Marabutti ha deciso di imprimere, emozionando e creando stupore tra il pubblico entusiasta e meravigliato da tutto il testo. Versi in rima, complessi e romantici, accompagnano tutto il dramma e con essi la musica dal vivo, che gli stessi attori eseguono con un violino e una chitarra.

Sui saluti la sala è completamente al buio e su volere degli attori le luci dei cellulari illuminano la fronte sudata di Tiziano Caputo, Matteo Cirillo, Fabrizio Milano, Giordana Morandini, Mario Russo e quella dello stesso Patti e alle quali si aggiungono i calorosi applausi che fanno dimenticare il freddo della sera e aumentano il successo dell’Orologio, che propone sempre titoli di spessore con talenti di tutto rispetto.

Lo spettacolo è andato in scena:
Teatro dell’Orologio – Sala Moretti
via de’ Filippini 17/A – Roma
fino al 16 Gennaio, ore 21.15
(durata 1 ora e mezza circa senza intervallo)

Cyrano
liberamente tratto da Cyrano De Bergerac di Edmond Rostand
adattamento e regia Lorenzo De Liberato
con Tiziano Caputo, Matteo Cirillo, Fabrizio Milano, Giordana Morandini, Stefano Patti, Mario Russo
musiche originali Tiziano Caputo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.