Danae Festival 13, un numero fortunato

Fino a mercoledì 4 aprile, in diversi spazi della città di Milano, si terrà Danae, uno tra i Festival più interessanti per il teatro e la danza contemporanea.

L’edizione 2011 nasce sotto il segno del numero 13: passato lo stesso numero di anni dalla prima edizione, Alessandra De Santis – codiretttrice artistica insieme ad Attilio Nicoli Cristiani – riflette sul significato di questo numero. È la completezza, la fine di un ciclo per l’inizio di uno nuovo, quindi la trasformazione dei vecchi sistemi in vista di un futuro altro.

Nonostante le difficoltà che il mondo dello spettacolo sta affrontando, dal taglio del Fus – con successivo ripristino che non convince – alla mancanza di un sistema che tuteli i lavoratori del settore, la direzione artistica di Danae ha deciso di andare avanti e, anzi, di raddoppiare gli appuntamenti. La prima parte del Festival è in scena da sabato 26 marzo a domenica 4 aprile e la seconda si terrà in autunno – per la precisione, da giovedì 3 a domenica 6 novembre. Una coda, questa, dovuta alla richiesta a Danae di partecipare a un progetto europeo, Open Latitudes, finalizzato alla promozione e allo studio di tutte quelle nuove forme della scena contemporanea, che possono definirsi espressioni ibride delle arti performative.

Un programma fitto e particolarmente vivace, come commenta Antonio Calbi, Direttore del Settore Spettacolo del Comune di Milano, che, al di là del discorso economico, è grande sostenitore di questo Festival.
Quest’anno, infatti, la manifestazione si apre con una performance davvero stimolante: un dialogo tra generazioni – sabato 24 aprile, presso le Colonne di San Lorenzo, un gruppo di ballerini del circolo Arci Corvetto insegnerà al pubblico i passi del ballo liscio ambrosiano. Lo spettacolo è inteso come veicolo di scambio generazionale, per portare avanti una tradizione che, altrimenti, andrebbe persa. L’organizzazione della performance è affidata alla compagnia cinzia delorenzi, che, all’interno del progetto Ares – finalizzato alla residenza e alla produzione – presenterà anche, in prima assoluta, Tu sei una parte di me (presso il Lachesilab venerdì 1°, sabato 2 e domenica 3 aprile).

Personale, invece, per l’artista Cristina Rizzo, uno tra i nomi più interessanti della danza contemporanea italiana, in scena con tre spettacoli molto diversi tra loro: Dance n° 3, con le coreografie di tre artisti importanti come Eszter Salamon, Michele Di Stefano e Matteo Levaggi; Ex/Porno, un’introspezione sulla pornografia; e Invisible piece, dialogo con una versione video di La morte del cigno interpretata da Anna Pavlova. Sempre giovedì 31 marzo, sarà inoltre presentato Quando vedremo un tuo ballo?, un lavoro firmato da Alessandro Bedosti – ballerino e coreografo, ricercatore instancabile nell’ambito della danza contemporanea.

Per quanto riguarda il panorama internazionale, Danae vanta una lunga collaborazione con gli artisti d’Oltralpe. Quest’anno, protagonista assoluto sarà Jonathan Capdevielle – imitatore e cantante – con un lavoro di stampo autobiografico e in dialogo con i propri familiari, Adishatz/Adieu. Oltre al francese Capdevielle, potremo assistere all’esibizione di Zachary Oberzan che, direttamente dagli Stati Uniti, approda al festival per raccontare i momenti di gioco della sua infanzia e riproporre scene tratte dai film di Jean-Claude Van Damme, con lo spettacolo Your Brother. Remeber?.

Tanti appuntamenti, quindi, una molteplicità di proposte, la volontà di continuare e di migliorare, nonostante la difficoltà economiche che stanno colpendo le realtà teatrali italiane.

Danae Festival 2011
Tredicesima edizione (parte I)
da sabato 26 marzo a mercoledì 4 aprile

Milano
Colonne di San Lorenzo corso di Porta Ticinese
Teatro Out Off via Mac Mahon, 16
IED – Istituto Europeo di Design via Pompeo Leoni, 3
Lachesilab via Porpora, 43/47
Teatro Elfo Puccini corso Buenos Aires, 33

I prossimi eventi:
Teatro Out Off martedì 29 marzo ore 21.00
Cristina Rizzo in Dance N.3
IED Istituto Europeo di Design mercoledì 30 marzo ore 20.00
Cristina Rizzo in Ex/Porno – una performance conferenza
Teatro Out Off giovedì 31 marzo ore 21.00
Cristina Rizzo in Invisible Piece – contemplation piece – involving piece – dead piece (Prima Nazionale)
Alessandro Bedosti in Quando vedremo un tuo ballo?
Lachesilab venerdì 1° e sabato 2 aprile ore 21.00 e domenica 3 aprile ore 16.00
Progetto Ares / Compagnia cinzia delorenzi in Tu sei una parte di me (Prima Assoluta)
Teatro Out Off domenica 3 aprile ore 21.00
Jonathan Capdevielle in Adishatz/Adieu (Prima Nazionale)
Teatro Elfo Puccini lunedì 4 aprile ore 20.00 e ore 22.00
Zachary Oberzan in Your brother. Remember? (Prima Nazionale)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.