Quante lingue può parlare la danza?

Dancehaus di Susanna Beltrami presenta il nuovo programma 2011-2012, ricco di una mescolanza di stili e linguaggi volti alla scoperta dei limiti – e delle possibilità – della danza contemporanea.

Sabato 26 novembre ha preso il via la Stagione della Dancehausdi Susanna Beltrami. Leitmotiv dell’intero programma sarà la pluralità dei linguaggi della danza.
Il cartellone svilupperà un percorso di interazione tra arti diverse, affinché gli svariati punti di vista possano fornire una nuova chiave di lettura dell’universo della danza contemporanea. Design, moda e terapia si accosteranno al mondo del movimento creando nuove relazioni e sinergie. La stagione durerà fino a giugno 2012 e si snoderà tra spettacoli e workshop, così che la visione del panorama artistico, tecnico e culturale su cui verte la danza sia la più completa possibile.
Vent noir è lo spettacolo d’apertura, coreografato dalla stessa Beltrami, prodotto e messo in scena dalla sua Compagnia. Una sorta di percorso che guiderà lo spettatore attraverso un particolare concetto di casa, vista sotto il profilo simbolico fornito dalla psicanalisi.
Seguirà Le Avventure del Piccolo Burattino, performance nata dalla collaborazione tra l’Associazione Li.Fra e il Teatro Oltre Il Silenzio dei Bambini. Spettacolo accessibile anche a un pubblico non udente e non vedente, celebrerà la giornata internazionale della disabilità, fornendo ai bambini l’occasione di entrare in contatto con il teatro, attraverso linguaggi diversi da quello comune.
Il 2011 terminerà con una serie di workshop dedicati sia al teatro che alla danza e condotti da Paolo Mangiola, Matteo Bittante e Salvatore Lazzaro. Laboratori che continueranno nel 2012 con un paio di appuntamenti tra gennaio e marzo.
E ancora, il 4 e il 5 febbraio sarà in scena Aspiranti egoisti, spettacolo di danza pura, in contrapposizione o dialogo con i successivi Kandinsky il colore del dentro – dove la danza si mescola con l’arte visiva e con la psicanalisi – e Io sono figliopièce nella quale l’interazione si fa interculturale, nascendo infatti da un progetto che coinvolge, oltre all’Italia, anche Germania, Spagna, Portogallo e Belgio.
La stagione si concluderà a giugno – non ancora note le date – con Body and Light – progetto sviluppato in collaborazione con lo IED di Milano, che vedrà il design avvicinarsi alla danza e viceversa, in un gioco di luci e ombre che cercheranno di creare, oltre a nuove forme, anche nuovi linguaggi.

Dancehaus. Stagione 2011-2012
Dancehaus di Susanna Beltrami
via Cadolini, 37 – Milano

Cartellone e proposte:

sabato 26 e domenica 27 novembre
sabato 3 e sabato 17 dicembre
doppia replica, ore 20.30 e 22.30:
Le Vent Noir
(Prima nazionale)
Compagnia Susanna Beltrami

domenica 4 dicembre
doppia replica, ore 16.30 e 18.30:
Le Avventure del Piccolo Burattino
Associazione Li.Fra e Il Teatro Oltre Il Silenzio dei Bambini

domenica 18 dicembre, sabato 28 gennaio e 24 marzo, ore 21.00:
Serate Dance Theater Class
con Paolo Mangiola e Matteo Bittante
(aperte al pubblico)

mercoledì 21 dicembre:
OPEN DAY Professional Training Program
laboratorio teatrale a cura di Salvatore Lazzaro

sabato 4 e domenica 5 Febbraio, ore 21.00:
Aspiranti egoisti
Modul project

sabato 18 e domenica 19 febbraio
sabato 10 e domenica 11 marzo, ore 21.00:
Kandinsky il colore del dentro
spettacolo di Susanna Beltrami

sabato 31 marzo, ore 20.30:
Io sono Figlio
Sanpapié

giugno
Body and light
in collaborazione con IED Milano

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.