Stagione 2016/17

Nonostante le nubi che incombono sulla sua gestione, alla Città del Teatro di Cascina il lavoro procede e, dal 30 ottobre, ripartirà un appuntamento storico, ossia Domenica a Teatro, la rassegna di spettacoli rivolti all’infanzia, che propone spettacoli con doppia replica, alle 16 e alle 18, e appuntamenti speciali nel periodo natalizio.

Molte le Compagnie coinvolte, note a livello nazionale e internazionale, che, con linguaggi diversi, tratteranno una molteplicità di argomenti. Dalle fiabe della tradizione (riproposte in modo più o meno rielaborato e attualizzato) ai grandi temi: l’amore, l’identità, il conformismo, il rapporto con l’alterità.
Mentre alcune voci tuonano sull’opportunità di trattare certe tematiche e di affrontarle in modo “consono” (questione del gender, in primis). Si sente l’urgenza di ricordare, ancora una volta – visto che sembra essercene più che mai bisogno – che lo scopo del teatro non è rispondere a specifiche domande, o illustrare visioni considerate opportune; quanto aprire spazi, nella mente dello spettatore, attraverso i quali dare accesso al dubbio, al dialogo, a idee inaspettate. Familiarizzare con la diversità, con mondi altri, con i fantasmi interiori, scoprendo che si può sopravvivere all’incontro – con lo sconosciuto e il diverso – e che, anzi, se ne emerge più forti e più liberi.
Fornire risposte o dettare verità a cui attenersi non rientra nei compiti del teatro, ma della propaganda. Perché educare non significa conformare.

Ma veniamo agli spettacoli. Si comincia il 30 ottobre con Me & Te, una piccola storia d’amore (di Fondazione Toscana Spettacolo onlus / La Città del Teatro). Cosa ci succede quando siamo innamorati? In scena, le avventure di un piccolo protagonista alle prese con la sua prima cotta, alla ricerca di consigli e suggerimenti per affrontare il subbuglio che genera questo sentimento.

Il 6 novembre sarà la volta dei Brutti Anatroccoli (Stilema/Unoteatro). Ispirato alla fiaba di Andersen, sarà l’occasione per riflettere sul conformismo, e la bellezza di riuscire a essere se stessi in un mondo in cui i modelli e i messaggi spingono in direzione opposta.

Il 13 novembre ci attende Storia di un bambino e di un pinguino (Teatro Telaio). L’avventura che vivremo, sulla rotta per il Polo Sud dove riporteremo a casa un pinguino, sarà utile per scoprire i valori dell’amicizia, per esplorare mondi sconosciuti, affrontare le difficoltà nel comunicare, e imparare a comprendere l’altro. Uno spettacolo liberamente tratto dal libro per l’infanzia Chi trova un pinguino… di Oliver Jeffers.

Le bolle di sapone invaderanno il palcoscenico con Concerto in Si-Be Bolle (Michele Cafaggi), il 20 novembre. Un assolo con trio per pianoforte, in cui una vera e propria danza di bolle conquisterà palco e sala, grazie anche alla musica dal vivo.

Il 27 novembre tritroveremo un classico della tradizione: Cappuccetto rosso e la nonna! (Giallo Mare Minimal Teatro). In questa versione della fiaba, una nonna esperta conoscitrice e smascheratrice di lupi cattivi insegnerà alla nipote come riconoscerli e difendersi dai loro attacchi.

Con a Pancia in su (Teatro del Piccione), il 4 dicembre, si passerà all’indagine sull’universo emozionale dei bambini: domande, paure, sogni e scene di vita quotidiana rappresentate attraverso le immagini fantastiche dei più piccoli.

Avvicinandosi al Natale, l’11 dicembre, ecco un altro classico, ovvero Il tenace soldatino di Stagno (Fontemaggiore). Tratta dalla fiaba di Andersen, andrà in scena la storia di tre giocattoli rimasti soli la notte di Natale – perché, per i più diversi motivi, Santa Claus non li ha portati con sé. Un’occasione per parlare di sentimenti e doti importanti quali l’amore, l’invidia e la tenacia.

Il 18 dicembre, ancora un classico, presentato però con un linguaggio radicalmente contemporaneo e innovativo, ossia il teatro delle ombre e le proiezioni video al servizio di Hansel e Gretel… Ovvero della macchina perfetta (Teatrombria).

Il 6 gennaio, l’appuntamento con Befana a Teatro vedrà protagonista Il circo delle nuvole (Gek Tessaro) – spettacolo (come il precedente) caratterizzato da un particolare linguaggio: l’artista, infatti, racconterà la vicenda animandola grazie a una lavagna luminosa – che proietta e ingigantisce le immagini realizzate sul momento.

In gennaio, la ricca rassegna si avvierà alla conclusione con due spettacoli ormai entrati nel repertorio di Fondazione Sipario Toscana. Piccole emozioni, giocando con l’amico immaginario, che andrà in scena il 15 – nel quale si riflette non solo sull’aspetto emotivo ma, soprattutto, sull’importanza e il valore cognitivo e creativo dell’interagire con un amico immaginario. E la settimana successiva, Io femmina, e tu? Breviario comico poetico sugli stereotipi, spettacolo che ci aiuta a ripensare la lotta fra i sessi, ricordando che l’importante, in fondo, non è vincere, ma riuscire a essere se stessi.

Domenica a teatro si concluderà il 29 gennaio con Hanà e Momò, una divertentissima storia di amicizia (Principio Attivo Teatro). Performance che prevede un numero limitato di partecipanti, in quanto chiamati a interagire con gli attori, e a scoprire insieme a loro il valore della reciprocità e della diversità.

La rassegna Domenica a teatro andrà in scena:
La Città del Teatro
via Toscoromagnola, 656 – Cascina
da domenica 30 ottobre 2016 a domenica 29 gennaio 2017
spettacoli con doppia replica alle ore 16.00 e 18.00

Il Cartellone

domenica 30 ottobre
Me & Te, una piccola storia d’amore
di Fondazione Toscana Spettacolo onlus / La Città del Teatro

domenica 6 novembre
Brutti Anatroccoli
Stilema/Unoteatro
liberamente ispirato alla fiaba di Hans Christian Andersen

domenica 13 novembre
Storia di un bambino e di un pinguino
Teatro Telaio
liberamente ispirato al libro per l’infanzia Chi trova un pinguino… di Oliver Jeffers

domenica 20 novembre
Michele Cafaggi in:
Concerto in Si-Be Bolle
assolo con trio per pianoforte e bolle di sapone

domenica 27 novembre
Cappuccetto rosso e la nonna!
Giallo Mare Minimal Teatro

domenica 4 dicembre
Pancia in su
Teatro del Piccione

domenica 11 dicembre
Il tenace soldatino di Stagno
Fontemaggiore
tratto dalla fiaba di Hans Christian Andersen

domenica 18 dicembre
Hansel e Gretel… Ovvero della macchina perfetta
Teatrombria

venerdì 6 gennaio 2017
Il circo delle nuvole
Gek Tessaro

domenica 15 gennaio 2017
Piccole emozioni, giocando con l’amico immaginario
Fondazione Sipario Toscana onlus

domenica 22 gennaio
Io femmina, e tu? Breviario comico poetico sugli stereotipi
Fondazione Sipario Toscana onlus

domenica 29 gennaio
Hanà e Momò, una divertentissima storia di amicizia
Principio Attivo Teatro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.