Pubblic Domination

Dal 31 maggio al 5 giugno un branco di marmocchi scalmanati (solo in apparenza) e altamente professionali (nella sostanza) impazzerà per le strade di Roma, in barba a chi sostiene che l’arte non crea comunità.

«Dominio Pubblico – la città agli under25 è un percorso di formazione condivisa nato in collaborazione con alcune importanti realtà artistiche romane». Il progetto, alla sua terza edizione, nasce dal sudore volontario della fronte di circa 20 ragazzi rigorosamente minori di 25 anni. La prerogativa anagrafica fa sì che negli spazi del Teatro Argot Studio, del Teatro dell’Orologio, del Foyer del Teatro Valle e del Teatro India, andranno in scena voci giovani e contemporanee, elette a rappresentanza dell’arte coeva.
Se nel 2014 il manifesto che inaugurava la stagione recitava: «Nessuno può appropriarsi in maniera esclusiva di ciò che è di Dominio Pubblico, piuttosto ciascuno può prendere quel bene e goderne»; al giorno d’oggi la convinzione rimane immutata. Fondendo insieme quattro spazi sparpagliati sul dispersivo territorio capitolino, infatti, gli organizzatori hanno voluto offrire in maniera filantropica (come ricorda Fabio Morgan, direttore artistico dell’Orologio) una finestra sul fiume in piena della creatività romana.

Il Dominio (davvero pubblico grazie, oltre alle inevitabili sovvenzioni private, anche a una campagna di raccolta fondi su Crowdarts, attiva fino al 3 giugno) ospiterà al Teatro India il musical, allestito da Eleonora Pippo, Cinque allegri ragazzi morti – il musical Lo-Fi #tuttonuovo, con le musiche, per l’appunto, dei Tre allegri ragazzi morti. Nel Foyer del Teatro Valle, riaperto per l’occasione nella speranza che, in futuro, l’amministrazione riveda le proprie politiche di Tronca-mento dell’arte, verranno presentati una serie di corti inediti (sempre selezionati dai ragazzi del DP), e si potranno degustare aperitivi luculliani al suono di musiche elettroniche e non.

Ecco quindi i numeri: sei giorni di programmazione, trentuno progetti artistici, più di cinquanta artisti coinvolti e un laboratorio di formazione sul campo. Un’iniziativa, di cui Persinsala è mediapartner, unica nel suo genere che si spera possa scuotere le membra intorpidite di quelle realtà teatrali e istituzionali trincerate nelle proprie fortezze fatte di tante parole e poche, effettive, azioni.

Dominio Pubblico – la città agli under 25 andrà in scena
Teatro Argot Studio

via Natale del Grande 27
Teatro dell’Orologio
via dei Filippini 17/a
Teatro India
lungotevere V. Gassman 1
Foyer Teatro Valle
via del Teatro Valle 21

Dominio Pubblico
direzione artistica under 25 Giuseppe Benvegna, Beatrice Bianchi, Luca Camuffo, Giulia Caroletti, Ilaria Ciccarelli, Alin Cristofori, Maria Elena Crusco, Carlo D’Acquisto, Cesare D’Arco, Gregorio Maria Diodovich, Filena Famiglietti, Claudia Faraone, Rita Farucci, Elisa Gobbi Frattini, Sofia Guidi, Giulia Leone, Aleksandros Memetaj, Roberto Mulia, Gabriele Naccarato, Margherita Nardone, Caterina Occulto, Virginia Pollini, Angelica Racco, Dafne Rubini, Chiara Sanvitale, Carolina Savino, Dario Sottocorno, Rachele Spinozzi, Elisa Purpura, Diletta Scrima, Elena Lunghi, Valerio Riondino, Elena Ciciani, Koni Venero
direzione generale Fabio Morgan, Francesco Frangipane
ideazione progetto under 25 Luca Ricci
direzione progetto under 25 Tiziano Panici
direzione amministrativa Alessandra Muschella
direzione organizzativa Erika Morbelli
direzione tecnica Daria Grispino, Omar Scala, Martin Emanuel Palma
ufficio stampa Giulia Taglienti
grafica e web Dora Ciccone
fotografa ufficiale Manuela Gusto
con il sostegno di MiBACT e della regione Lazio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.