Prometeo non ha più sesso

elfo-pucciniUn uomo e una donna soli, alla deriva. Per Olivier Dubois, al festival MilanOltre 2013, il destino non fa differenza. Ed è una lotta da giganti.

Olivier Dubois è stato segnalato da Dance Europe, nel 2011, come uno dei 25 danzatori più interessanti al mondo. Ma ancora più interessanti sono le sue coreografie: Elégie (in scena a Milano per MilanOltre 2013) è intensissima. Qualcuno in sala si è alzato, qualcuno dopo ha commentato che due parti del tutto identiche, con la sola differenza che la prima ha per protagonista un uomo e la seconda una donna, sono ridondanti. Per quel che mi riguarda, è il balletto più interessante e avvincente a cui ho assistito negli ultimi tempi: in scena un protagonista assoluto (cosa che si vede sempre meno, tranne che ballino étoiles), seminudo, che, esprime una sensualità della disperazione di straordinaria tensione. Viene poi seguito, negli stessi, identici gesti, da una protagonista dall’equivalente sensualità e drammaticità. Con loro, la folla dei danzatori del Ballet National de Marseille che, con umiltà, coordinazione e puntualità, si prestano a fare da onde del mare, da frutti della terra, da oscuri demoni, da rocce e alberi, sempre avvolti in tutine nere che coprono anche testa e volto. Ovviamente una storia non c’è: prima un uomo e poi una donna, così simili, in fondo, nella struttura muscolare da rievocare il cosiddetto “gender bending”, il progressivo avvicinamento dei sessi, emergono da una tempesta e lottano per sopravvivere. Il tutto si svolge al buio, con cupi rumori di tuoni sul fondo e rari momenti di pace (che rievocano la morte). Per entrambi un analogo destino: una lotta senza tregua con gli elementi naturali e con demoni di vario genere, quasi a dire che Prometeo o Sisifo, insomma gli eroi della mitologia greca che rievocano la fatica degli uomini contro il volere degli dei, condividono il loro destino con tutti gli umani. Siamo un po’ tutti naufraghi e tutti destinati a soccombere. L’effetto è senza dubbio cupo ma di straordinario impatto. Da non perdere.

Lo spettacolo è andato in scena nell’ambito di MilanOltre 2013
Teatro Elfo Puccini Sala Shakespeare
corso Buenos Aires, 33 – Milano
venerdì 4 ottobre, ore 21.00

Elégie
Ballet National de Marseille
coreografia di Olivier Dubois
assistente alla coreografia Cyril Accorsi
luci Patrick Riou
(durata un’ora)

Il festival continua:
MilanOltre 2013
fino al 13 ottobre

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.