Famose du risate

Le pittoresche vicende del Marchese Onofrio del Grillo prendono vita sottoforma di musical sulle tavole da palcoscenico del Teatro Ambra alla Garbatella.

Per la gioia degli amanti del teatro romanesco, e non solo, torna in scena il mattatore romano Alfiero Alfieri, che questa volta decide di cimentarsi in una produzione particolare, l’adattamento in musical di Er Marchese del Grillo. Lo spettacolo prende le mosse dal testo dell’operetta di Berardi e Giovagnoli più che dall’omonimo film con Alberto Sordi e la regia di Mario Monicelli.
La storia si ambienta nella Roma papalina del diciannovesimo secolo e vede per protagonista il Marchese Onofrio del Grillo, un dissacratore, burlone fino ai limiti della legalità, quasi completamente sordo alla giustizia fino a che, alla fine, non si ravvede di tutti i guai combinati e decide di dare ascolto alla sua coscienza.
Lo spettacolo proposto da Alfieri, che vediamo nei panni del protagonista, è ricco di momenti altamenti comici e di improvvisazioni in cui viene coinvolto il pubblico. Si alternano parti cantate, recitate e danzate e tutto è interpretato da attori meritevoli.
La bravura di Alfieri sta nel restituire una complessa e sfaccettata figura del Marchese nella quale fa esplodere tutta la sua romanità, facendo convivere insieme raffinatezza e volgarità, dando un tocco di leggerezza a tutte le vicende – anche a quelle più irriverenti – e mettendo in mostra tutti gli espedienti che un sapiente capocomico sa dominare quando decide di improvvisare e di andare anche a braccio con gli attori.
Lo spettacolo si fa apprezzare per la sua piacevolezza, per la cura dei costumi – anche se qualche attrice ha dimenticato che nel diciannovesimo secolo le dame non erano solite decorare le proprie unghie con smalti un po’ troppo brillantinati dato che, probabilmente, all’epoca nemmeno esistevano – per le scene macchiettistiche e le tante risate. Manca però una certa uniformità d’insieme, dovuta probabilmente al rinnovato cast che, date le numerose repliche previste, avrà sicuramente il tempo per amalgamarsi sempre di più.
Come ci ricorda in chiosa lo stesso Alfiero Alfieri, il mondo di oggi ha bisogno di ridere per alleggerirsi, per guardare con ironia alla realtà che ci circonda e mettere per un attimo da parte i cattivi pensieri, ricordando che a volte anche il più sfacciato mascalzone alla fine dà ascolto alla propria coscienza compiendo quello che può essere definito un atto di redenzione.

Lo spettacolo continua:
Teatro Ambra alla Garbatella
piazza Giovanni da Triora, 15 – Roma
fino a sabato 13 aprile
orari: da lunedì a venerdì ore 21.15, sabato ore 17.00 e ore 21.15

Luigi Galdiero presenta
Er Marchese del Grillo
tratto dall’operetta di Berardi e Giovagnoli
regia Alfiero Alfieri, Luigi Galdiero
con Gianluca Bessi, Eleonora Cecere, Fabio Fabbri, Ilio Vannucci, Valentina Galdiero, Emanuele Simeoli, Sara Astolfi, Annamaria Gargottich, Marina Costantini e Alessia Cecere
musiche originali Gianluca Bessi
coreografie Gianluca Bessi
scene Claudio Rosso, Mauro De Carli
costumi Rita Raparelli, Patrizia Soccio
fonica e luci Giulia Belardi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.