Gioie, peccati e chiffon

Si avvicina il Natale, ognuno troverà sotto l’albero il suo regalo: al Teatro Quirino di Roma, tra mille sorprese, preparatevi a scartare la magia della verità

Sensazionale, emozionante, dilagante, ma anche divertente, nostalgico e crudo: Favola è tutto questo, e di più. È uno spettacolo che sa toccare corde profonde generando reazioni che vanno dalle risate alle lacrime. Filippo Timi si dimostra ancora una volta artista a tutto tondo: attore, drammaturgo e regista di una messa in scena sbalorditiva, non solo sul piano dell’interpretazione o della direzione, quanto su quello certamente più complesso della creazione di un’opera piena. Dai programmi di sala dal sapore squisitamente rétro fino agli intermezzi tra una scena e l’altra che pescano nei primordi della televisione, tutto contribuisce a prendere per mano gli spettatori per accompagnarli in un’altra dimensione: quella magica degli anni patinati e impeccabili, quella del «È tutto perfetto. Come sempre». In questo mondo da sogno si muove con grazia ed eleganza una donna, Mrs. Fairytale: un marito, un cagnolino e un bimbo in arrivo; un’apparenza di felicità quasi del tutto compiuta, sotto cui si nasconde però una fittissima trama di incrinature e di stranezze. Si ride e si sorride con questa protagonista svampita e sopra le righe, sempre al limite dell’assurdo e del cliché, ma senza mai sconfinare nel ridicolo: la sua è una ricostruzione fedele e puntuale, che risulta credibile proprio perché apertamente finta. Allo stesso modo la scena, realistica e bellissima riproduzione di un interno anni cinquanta, è incorniciata da una grossa banda specchiata, con le luci a vista: richiama alla mente un vecchio set da commedia americana dentro cui si muovono i personaggi, ognuno con la propria specifica personalità e i propri modi. C’è Mrs Emerald, cinica e pratica amica e confidente, prototipo di femminista ante litteram; ci sono i tre gemelli Ted, Tim e Glenn Stewart, caricature sociali dei ragazzi dell’epoca; c’è Stan, marito modello solo di facciata, mai visibile in scena, pronto a rimediare ai suoi errori e alle sue violenze in maniera alquanto irreale; e c’è Lady, cagnetta impagliata e testimone muta di tutto ciò che accade in scena. Mrs Fairytale e Mrs Emerald vedranno crollare lo loro certezze e cercheranno riparo nella loro amicizia.
È uno spettacolo visionario questa Favola arricchita di costumi stupendi che strizzano l’occhio a celebri modelli cinematografici: uno su tutti l’abito di Grace Kelly in La finestra sul cortile, primo richiamo alle atmosfere hitchcockiane che dilagheranno nel secondo atto. E poi ci sono le musiche, canzoni celeberrime di Nat King Cole e Judy Garland, gli intermezzi con i caroselli disegnati da Pagot, gli “effetti speciali” di luci e suoni di antica memoria, ma soprattutto c’è Filippo Timi, talmente bravo nella costruzione di questo ruolo da far dimenticare di essere un uomo nei panni di una donna. I suoi movimenti in scena sono una continua danza, il suo darsi al pubblico è totale, con la disinvoltura di chi, sul palcoscenico, si muove come fosse nel suo ambiente naturale: divertente, intenso, a tratti furbamente istrionico, trionfa in questo spettacolo en travesti; al suo fianco una splendida Lucia Mascino costantemente all’altezza della situazione. Mrs Fairytale e Mrs Emerald sono due modelli di donne, entrambi giocati sul filo dell’eccesso e dell’estremo, del paradosso e dell’ironia, ma senza mai sconfinare nella banalità o nella volgarità. È uno spettacolo intelligente che dice molto di più di quello che può sembrare al primo impatto. È uno spettacolo da vedere, da godere e da gustare. È un bellissimo modello di teatro.

Lo spettacolo continua:
Teatro Quirino – Vittorio Gassman
via delle Vergini, 7 – Roma
fino a domenica 4 dicembre
orari: da martedì a sabato ore 20.45, giovedì 24, mercoledì 30 e domenica ore 16.45

Teatro Franco Parenti presenta
Favola – C’era una volta una bambina, e dico c’era perché ora non c’è più
di Filippo Timi
con Filippo Timi, Lucia Mascino, Luca Pignagnoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.