Il cuore strappato

All’interno della rassegna Martelive, Cie Twain presenta Féroce Présence, una performance straziante che traduce in danza il disagio dell’abbandono, la mancanza, la solitudine ostinata dell’anima.

La donna esegue movimenti legnosi. Mani e piedi rispondono a pose dolorose, paretiche, come fossero conseguenza di una menomazione, una stortura. Impressione di fatica e sforzo, di una passione ingabbiata nel tempio di un corpo, ora violato – forse – da una presenza evanescente e crudele.

Si lascia perseguitare, ma anche perseguita. L’uomo conduce passivamente la danza, come se non avesse scelta: decide per lei movimenti e suggestioni, la guida e la costringe negli spazi previsti dal suo gioco, eppure il vuoto che ha negli occhi emana assenza di volontà e di sentimento.

Chi è dunque la feroce presenza? L’uomo che stabilisce regole e distanze, senza appello né contraddittorio, o la donna che gli impone di farlo, di restarle accanto a costo di essere boia e vessatore?

La verità patologica dei rapporti – quelli amorosi in particolare – si articola su queste dinamiche sotterranee, sulla distribuzione dei poteri e delle armi con cui difendersi e – all’occorrenza – ferire. Una coreografia paradossale, che vuole conquistare libertà ma inevitabilmente ne uccide ogni respiro o ipotesi d’esistenza.

Intensa l’interpretazione di Anna Basti, che riesce – attraverso il corpo – a comunicare il silenzio disgregante di un cuore lacerato dalla disappartenenza. Su di lei che si concentra la forza dell’esibizione, a tal punto da suscitare in chi la guarda il sospetto che sia proprio lei la presenza drammaturgica feroce e inarginabile.

Féroce présence è una performance ambiziosa nella sua brevità: con audacia e discrezione colpisce nel segno, e silenziosamente deposita nell’animo dello spettatore un’impressione di perdita implacabile, di sofferenza pervicace e drammatica assenza d’empatia. La deriva dei rapporti, dunque, laddove si dimentichi che il viaggio verso il cuore dell’altro trova il suo senso nell’andare, non nell’arrivo.

Lo spettacolo è andato in scena:
Alpheus
via del Commercio, 36 – Roma (zona Ostiense)
martedì 24 maggio ore 01.00
(durata dieci quindici minuti circa)

Lo spettacolo continua:
T.off
via Nazario Sauro, 6 – Cagliari
sabato 4 giugno ore 18.00

Cie Twain presenta:
Féroce Présence
regia Loredana Parrella
con Anna basti, Yoris Petrillo
coreografia Loredana Parrella
musiche J. S. Bach
disegno luci Cesare Lavezzoli
costumi Loredana Parrella
realizzazione Sartoria Mulas
produzione AcT Progetto in residenza, SpazioCTw centrocoreograficopermanente

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.