Il teatro e il suo riflesso

Al via la seconda edizione del Festival che si svolge ad Arezzo. Dopo il fortunato esperimento dello scorso anno, l’iniziativa di Rete Teatrale Aretina e Spettatori Erranti torna con una cinque giorni di incontri, spettacoli, workshop, musica e un flash mob – con tappe anche a Firenze e a Sansepolcro.

Cinque giorni per riflettere sul ruolo dello spettatore, sulla sua formazione, soprattutto sulla sua arte, come si legge nel programma. Già: l’arte di essere spettatore. Questione mai secondaria e sicuramente urgente, soprattutto in tempi di crisi, e in particolare quando i finanziamenti statali sono distribuiti in base all’affluenza del pubblico. Il teatro, di conseguenza, non può esimersi dal chiedersi come formare il suo spettatore. Un pubblico che apprezzi un teatro che non ammicca al successo facile, che persegue una propria ricerca espressiva e che non cede al ricatto della popolarità televisiva.
Si inizia mercoledì 4 ottobre, a Firenze, con I pubblici dello spettacolo, incontro cui parteciperanno, fra gli altri, critici e giornalisti quali Roberto Canziani e Andea Porcheddu, il Presidente dell’Associazione Teatrale Pistoiese, Rodolfo Sacchettini, oltre a Curzio Maltese e all’operatore Virginie de Crozé dal Festival di Avignone.
Altra giornata di riflessioni, giovedì 5 ottobre, al Campus universitario Il Pionta, per discutere del nuovo modello economico offerto dalle imprese culturali, cui seguirà una tavola rotonda con operatori provenienti da tutta Italia sul tema della formazione del pubblico.

Oltre agli incontri, sarà possibile assistere a una serie di spettacoli. In programma, il titolo scelto dai giovani studenti della I e II liceo teatrale Colonna, Albania casa mia, di e con Aleksandros Memetaj (giovedì 5) con una motivazione che, nella sua semplicità e chiarezza, è un invito a riflettere per operatori e critici: “Abbiamo scelto questo spettacolo perché vogliamo che ad Arezzo si parli di più di questi temi. Tra noi ragazzi ci sono diversi compagni che hanno genitori di provenienza diversa, o nati all’estero; a scuola abbiamo modo di conoscerci e stare bene insieme. Vorremmo che questo potesse succedere anche fuori dalla scuola, a partire dalla nostra città”.
Venerdì 6 navetta per Sansepolcro, che attenderà il pubblico con Queen Lear, originale rivisitazione del Re Lear shakespeariano, trasformato in opera musicale su drammaturgia di Claire Dowie.
Sabato 7 sarà la volta dello spettacolo evento del Festival, Hotel Paradiso, dei berlinesi Familie Flöz.
Fra i tanti altri eventi in programma, ricordiamo anche il workshop con Fabrizio Cassanelli, dedicato alla pedagogia teatrale (venerdì 6), l’attesa reunion degli spettatori provenienti da tutta Italia, e per finire Suoni erranti, performance musicale itinerante, oltre all’incontro con Ottavia Piccolo (entrambi domenica 8). Molte altre però le attività in programma, e per un elenco dettagliato si rinvia al Calendario del Festival.

Gli eventi avranno luogo nell’ambito del Festival dello Spettatore:
Arezzo, varie location (ove non diversamente specificato)
da mercoledì 4 a domenica 8 ottobre

Il Calendario:

mercoledì 4 ottobre, ore 10.00
Auditorium Sant’Apollonia
via San Gallo, 25 – Firenze
I PUBBLICI DELLO SPETTACOLO
Seminario di apertura del Festival dello Spettatore 2017
iniziativa promossa in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo onlus
intervengono: Monica Barni, vicepresidente della Regione Toscana; Massimo Ferri, presidente della Rete Teatrale Aretina; Beatrice Magnolfi, presidente di Fondazione Toscana Spettacolo Onlus

PUBBLICO, SOSTANTIVO PLURALE
intervengono: Roberto Canziani, studioso di teatro e comunicazione; Andrea Porcheddu, critico e docente Università La Sapienza di Roma; Rodolfo Sacchettini, presidente Associazione Teatrale Pistoiese; Silvia Ranfagni, docente di Economia e gestione delle imprese Università degli Studi di Firenze

LA FORMAZIONE DELLO SPETTATORE/CITTADINO
intervengono: Curzio Maltese, giornalista e direttore de Il Teatro e il Mondo; Virginie de Crozé, responsabile dei progetti di coinvolgimento del pubblico del Festival d’Avignon; Pierluca Donin, direttore di Arteven, circuito teatrale del Veneto; Marina Bistolfi e Maurizia Settembri, Fondazione Fabbrica Europa; Laura Caruso, curatrice Spettatori Erranti

CHIUSURA LAVORI
Patrizia Coletta, direttore di Fondazione Toscana Spettacolo onlus

mercoledì 4 ottobre, ore 10.30
Teatro Mecenate
Gek Tessaro presenta:
IL CIRCO DELLE NUVOLE
spettacolo per la scuola primaria

ore 17.00
Libreria Feltrinelli
presentazione del libro
DIONISO E LA NUVOLA
conversazione con gli autori Giulia Alonso e Oliviero Ponte di Pino

ore 18.30
Cinema Eden
LA CULTURA COME DIALOGO TRA LE EPOCHE
incontro con Paolo Giulierini, Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Napoli; Mauro Felicori, Direttore Reggia di Caserta

ore 21.00
Cinema Eden
LA GRANDE ARTE AL CINEMA
Gli Impressionisti e l’uomo che li ha creati
un film di Phil Grabsky

giovedì 5 ottobre, dalle ore 10.00 alle 13.00
Campus Universitario Il Pionta – Sala dei Grandi
viale Cittadini, 33
CULTURA PORTA – VALORI
L’impatto delle imprese culturali capaci di generare valore economico e sociale
Panel 1: Le Imprese culturali, modelli ibridi che creano valore
Panel 2: L’esperienza delle Residenze Toscane

dalle ore 15.00 alle 17.30
IL PUBBLICO VA FORMATO?
Pratiche e azioni di coinvolgimento del pubblico in ambiti culturali diversi

ore 18.30
Chiostro del Teatro Pietro Aretino
LIONEL
come un elefante in una cristalleria

(work in progress)
di e con Teresa Noronha Feio e Francesco Sgrò

ore 21.15
Teatro Pietro Aretino
Collettivo Controcanto presenta:
SEMPRE DOMENICA
drammaturgia collettiva
regia Clara Sancricca
con Federico Cianciaruso, Fabio De Stefano, Riccardo Finocchio, Martina Giovanetti, Andrea Mammarella, Emanuele Pilonero
spettacolo vincitore Premio In-Box 2017

venerdì 6 ottobre, ore 10.00 e ore 18.30
Teatro Pietro Aretino
Argot Produzioni presenta:
ALBANIA CASA MIA
di e con Aleksandros Memetaj
regia Giampiero Rappa

ore 15.00
Libreria Feltrinelli
presentazione del progetto XFORMARSI
a cura di Fabrizio Cassanelli e Ivana Conte
e
TEATRO IN EDUCAZIONE
a cura di Fabrizio Cassanelli
workshop rivolto a insegnanti, operatori teatrali, educatori, a partire dall’ultimo libro pubblicato da ETS

ore 20.30
Pullman dello Spettatore Errante
partenza dal Parcheggio Pietri per Sansepolcro

ore 21.15
Teatro alla Misericordia – Sansepolcro
Claire Dowie (UK) + Michele Panella + Nina’s Drag Queens presentano:
QUEEN LEAR
regia di Francesco Micheli
drammaturgia Claire Dowie
con Gianluca Di Lauro, Ulisse Romanò, Alessio Calciolari, Lorenzo Piccolo e Sal Nicosia
musiche Enrico Melozzi

sabato 7 ottobre, ore 10.00
Teatro Pietro Aretino
SOCIAL MEDIA STORYTELLING
laboratorio a cura di Simone Pacini – Fattiditeatro

ore 12.00
Teatro Petrarca
VISITA ALLA MACCHINA SCENICA
durante l’allestimento di Hotel Paradiso di Familie Flöz

ore 15.00 Arezzo
Teatro Pietro Aretino
SPETTATORI LA GRAN REUNION #2
incontro e confronto tra esperienze di gruppi di spettatori d’Italia

ore 19.00
Centro Storico
FUORI DAL TEATRO, LA CITTÀ
flash mob

ore 21.00
Teatro Petrarca
Familie Flöz presenta:
HOTEL PARADISO
un’opera di Sebastian Kautz, Anna Kistel, Thomas Rascher, Frederik Rohn, Hajo Schüler, Michael Vogel e Nicolas Witte
con Anna Kistel, Marina Rodriguez, Llorente Melanie Schmidli, Matteo Fantoni Sebastian Kautz, Daniel Matheus, Frederik Rohn, Fabian Baumgarten, Thomas Rascher e Nicolas Witte
regia Michael Vogel
maschere Thomas Rascher e Hajo Schüler
scenografia Michael Ottopal

domenica 8 ottobre, ore 10.00
Centro Storico – ritrovo in piazza della Libertà
SUONI ERRANTI
performance itinerante con visita guidata al centro storico
con Alessandro Fiori, Paolo Benvegnù, Riccardo Sinigallia e Cristiano Godano
(prenotazione obbligatoria tel. 338 8431111)

ore 19.00
Cinema Eden
SPETTATORI ERRANTI
presentazione del progetto e della nuova stagione di attività

ore 20.30
Cinema Eden
TRA TEATRO E CINEMA
incontro con Ottavia Piccolo
e proiezione di 7 Minuti
film di Michele Placido
dal testo teatrale di Stefano Massini
con Ottavia Piccolo, Ambra Angiolini, Cristiana Capotondi, Fiorella Mannoia, Maria Nazionale, Violante Placido, Luisa Cattaneo, Clémence Poésy, Sabine Timoteo e Anne Consigny

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.