Il Teatro Fontana apre quest’anno la stagione con la quarta edizione del Festival Più che Danza che il 29 settembre e dal 6 all’11 ottobre sarà dedicato ai linguaggi performativi contemporanei con particolare attenzione agli artisti del territorio della Lombardia, ideazione e direzione artistica Franca Ferrari, in collaborazione con Teatro Fontana e con C.I.M.D, Conformazioni, Il Filo di Paglia, Lelastiko, Le Voci dell’Anima, con il contributo di Fondazione Cariplo. Mediapartner Persinsala.

Una manifestazione che si presenta ricca di appuntamenti tra spettacoli teatrali e di danza, laboratori, incontri con il pubblico e proiezioni di video. Se nel 2016 il protagonista era il corpo, quest’anno al centro delle varie proposte è la multidisciplinarità. Danza, musica, parole, digitale, video, performance si alterneranno nel superamento delle barriere di genere, nella prospettiva di valicare confini e preconcetti per liberare artisti e pubblico da ogni ‘etichetta’.

L’idea del Festival nasce nel 2014 dall’urgenza della condizione della danza contemporanea in Lombardia e negli anni si è esteso ad altri linguaggi performativi confermandosi sempre più come un festival sulle tendenze dello spettacolo dal vivo contemporaneo del territorio lombardo. Un progetto in crescita che, sempre più, guarda a collaborazioni interdisciplinari con altre realtà attente alla creatività contemporanea. Contemporaneità come presenza nell’oggi, ma sempre più proiettata al futuro. Non è la selezione la finalità del Festival ma il suo diventare occasione di sviluppo e di pensieri, esperienze e contaminazioni per le compagnie, gli artisti, il pubblico.

17 le compagnie ospiti della rassegna che vede un’anticipazione il 29 settembre nei Chiostri del Teatro Fontana con la performance di Rosita Mariani Cartoline dal corpo alla quale seguirà l’incontro, aperto al pubblico e agli artisti coinvolti, intitolato Multidisciplinarità…esigenza, intuizione, realtà? al quale interverranno Emanuela De Cecco, critica d’arte, Rossella Lepore, direttore artistico del Teatro Fontana, Alessandro Pontremoli, docente presso Università degli Studi di Torino-Dipartimento di Studi Umanistici.

Articolato su 6 giornate, il programma vede alternarsi sul palcoscenico del Teatro Fontana: ABC – Allegra Brigata Cinematica, Orientale Sarda, Muxarte, Raffaella Agate, Eleonora Soricaro, acquasumARTE, Bigiarini/Perrone, Dejà Donné, Elektromove, Perypezye Urbane, Sara Catellani/Collettivo PirateJenny, NARR_O, Deblasio/Turconi, Teatro della Centena, Progetto D.Arte, Dora Artistic Ensemble.

5 i workshop intensivi, in una sezione rivolta alla formazione, curata da Marina Rossi- Lelastiko, che si svolgeranno nella sede di C.I.M.D. e IL FILO DI PAGLIA (via Fontana 15). Ogni laboratorio sarà un’immersione nel mondo e nel linguaggio degli artisti ospiti al festival: dalla danza alla voce, dalla multimedialità al sound design, dal teatro alla composizione performativa, per creare una stretta sinergia tra gli spettacoli in programma e le compagnie che li propongono. Docenti: Marina Rossi, Raffaella Agate, Marco de Meo, Sara Catellani e Johann Merrich, Daniele Turconi e Matteo De Blasio.

Tra gli obiettivi del festival è anche quello di monitorare le realtà cinematografiche indipendenti e le produzioni low budget dei giovani cineasti e delle giovani produzioni, da sempre costrette alla marginalità, e tentare di riconnetterle con il sistema più consolidato della video danza. Per questo all’interno del festival trova ospitalità la rassegna di video danza Espressioni, con il contributo del Mibact- Direzione spettacolo dal vivo, nell’ambito del partenariato R.I.Si.Co (Reti Interattive per i Sistemi Coreografici). Nata nel 2006 grazie al settore Cinema del Comune di Milano, la rassegna, diventata negli anni un progetto unico nel panorama delle rassegne di video danza, nel 2017 vede la presenza del Dipartimento di Sociologia dell’Università di Milano Bicocca che ha curato il tema di questa decima edizione: lo spaesamento.
Ogni sera, alle ore 22, avranno luogo gli incontri con gli artisti mentre ogni giorno è aperto un servizio buffet.

Più che Danza
Festival dedicato ai linguaggi performativi contemporanei

Quarta edizione
Teatro Fontana
Via Gian Antonio Boltraffio 21 – Milano
29 settembre > 6-11 ottobre 2017
ideazione e direzione artistica Franca Ferrari
in collaborazione con Teatro Fontana
e con C.I.M.D, Conformazioni, Il Filo di Paglia, Lelastiko, Le Voci dell’Anima
con il sostegno di Fondazione Cariplo
mediapartner Persinsala

PROGRAMMA
29 settembre / 6-11 ottobre 2017
Venerdì 29.09.2017
17.30-18.00 | Chiostri del Teatro Fontana (ingresso libero)
Cartoline dal corpo | Rosita Mariani
gioco performativo sul corpo e le sue parole

18.15-20.00
Multidisciplinarità…esigenza, intuizione, realtà?
Incontro. Intervengono: Emanuela De Cecco, Rossella Lepore, Alessandro Pontremoli.

20.00-21.00 Aperitivo Buffet

Venerdì 06.10.2017
19.00-19.30
Bianco | ABC – Allegra Brigata Cinematica

20.30-21.00
Present Tense | Orientale Sarda

21.00-22.00
Sull’identità | Muxarte

Sabato 07.10.2017
19.00-19.30
La mia gamba sinistra_first part | Raffaella Agate

20.30-21.00
m%n (o sullo spazio)| Eleonora Soricaro

21.00-22.00
Shoot the Queen | acquasumARTE

Domenica 08.10.2017
19.00-19.30
Eclisse | Bigiarini/Perrone

20.30-21.00
90+8+1 | Dejà Donné

21.00-22.00
Amari Ka – Talk about Love | Elektromove

Lunedì 09.10.2017
19.00-19.30
Attraverso | Perypezye Urbane

20.30-21.00
Effetto Cocktail Party | Sara Catellani/Collettivo PirateJenny

21.00-22.00
The Pop Machine | NARR_O

Martedì 10.10.2017
19.00-19.30
Femmine | Deblasio/Turconi

20.30-21.30
Crepare di rabbia, probabilmente | Teatro Della Centena

Mercoledì 11.10.2017
19.00-19.30
SUPEREROE, studio per spartito a pannelli per corpo e voce | Progetto D.Arte

20.30-21.30
More than a wallpaper | Dora Artistic Ensemble

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.