Florentine Style

La danza protagonista a Firenze con la XXX edizione del Florence Dance & Performing Arts Festival che inaugura il mese di luglio con 360°, spettacolo firmato da una tra le Compagnie più famose del ricco panorama israeliano.

Lo splendido Chiostro Grande di Santa Maria Novella fa da sfondo all’esibizione della KCDC 2 (ossia la formazione dei giovani della Kibbutz Contemporary Dance Company) con lo spettacolo 360°.
L’esibizione sembra coreograficamente divisa in tre parti. La prima, più intimistica, con i rapporti e l’amore quale filo conduttore dei passi a due per arrivare, poi, a momenti di compattezza corale dell’intero ensemble. Il prosieguo rivolto al coinvolgimento del pubblico, chiamato sul palcoscenico o invitato a partecipare attivamente allo spettacolo in piedi, imitando i movimenti dei danzatori che, nel frattempo, sono scesi sul parterre. Momento questo non molto significativo – dal punto di vista coreografico ma anche poetico – con le due file di partecipanti, pubblico e danzatori, posti gli uni di fronte agli altri come in una sessione di fitness musicale. E qui occorre inserire un inciso: lo spettacolo nasce per una platea più ridotta di quella presente a Firenze, senza l’ausilio del palcoscenico e con il pubblico seduto, in maniera circolare, intorno ai danzatori e vicino agli stessi.
Infine, quella che potremmo definire la terza parte, caratterizzata da una scelta musicale più accattivante e con un ritmo da stacchetti che si susseguono senza soluzione di continuità. Scenografia scarna: una decina di sedie, che sono usate alternativamente come tali o quali piccoli palchi sopraelevati rispetto al piano del palcoscenico. Il dialogo tra i danzatori si fa via via meno preciso e l’occupazione a 360° gradi (citata nel titolo) dello spazio non conquista lo sguardo – vista la frontalità degli spettatori.
Si osserva l’intero spettacolo senza provare una qualche forma di partecipazione, quasi ci si trovasse di fronte alla cosiddetta quarta parete. L’intero lavoro, purtroppo, non riesce a mantenere le premesse intraviste nella prima parte e, al contrario, manca di quella forma di comunicazione empatica tra danzatori e spettatori che parrebbe il suo filo conduttore.

Nei prossimi giorni, però, molti altri appuntamenti si susseguiranno sul palco di Santa Maria Novella. In primis, va segnalata la presenza di una Compagnia indipendente proveniente da Singapore, T.H.E. Dance Company, che sarà ospite del Florence Dance Festival sabato 6 luglio. Per quanto riguarda il focus su Israele, avremo modo di vedere Roy Assaf Dance, il 17, e la formazione dei giovani della Batsheva, il 20 luglio. Da segnalare anche la versione de Il Lago dei Cigni forse più divertente dell’intero panorama coreutico, firmata da Les Ballets Trockadero de Monte Carlo (il prossimo 9 luglio). E ancora, l’astro nascente del balletto mondiale Sergei Polunin (il 23 e 24 luglio), oltre a un gran finale con il talentuoso coreografo siciliano Roberto Zappalà, il 30 luglio, e il Russian State Ballet, il 3 agosto.

Lo spettacolo ha avuto luogo nell’ambito del Florence Dance & Performing Arts Festival 2019:
direzione artistica Marga Nativo e Keith Ferrone
Chiostro Grande di Santa Maria Novella

entrata da piazza Santa Maria Novella, 18 – Firenze
da domenica 30 giugno a sabato 3 agosto

lunedì 1° luglio, ore 21.30
Kibbutz Contemporary Dance Company 2 presenta:
360°
coreografia & Direzione Artistica Rami Be’er
sound editing Alex Claude
costumi Maor Tzabar
KCDC 2 co-direttori Gali Kalef Hayun & Danny Eshel
In collaborazione con l’Ambasciata di Israele in Italia e Fondazione Italia-Israele per la Cultura e le Arti per Danza Israeliana in Italia 2019

Il Programma:
martedì 2 luglio, ore 21.30
Orchestra da Camera Fiorentina

sabato 6 luglio, ore 21.30
T.H.E. Dance Company

domenica 7 luglio, ore 21.30
Orchestra da Camera Fiorentina

martedì 9 luglio, ore 21.30
Les Ballets Trockadero de Monte Carlo

giovedì 11 luglio, ore 21.30
FloDance 2.0

venerdì 12 luglio, ore 21.30
Kinesis Contemporary Dance Company & Alleyne Dance

sabato 13 luglio, ore 21.30
Orchestra da Camera Fiorentina

lunedì 15 luglio, ore 21.30
Spotlight on Choreography

mercoledì 17 luglio, ore 21.30
Roy Assaf Dance

sabato 20 luglio, ore 21.30
Batsheva The Young Ensemble

domenica 21 luglio, ore 21.30
Toscana Dance Hub & New York Dance Project

martedì 23 luglio, ore 21.30
Sergei Polunin in:
Sacré

mercoledì 24 luglio, ore 21.30
Sergei Polunin in:
Sacré

venerdì 26 luglio, ore 21.30
ETI – Encuentro Tanguero Italiano

sabato 27 luglio, ore 21.30
ETI – Encuentro Tanguero Italiano

domenica 28 luglio, ore 21.30
ETI – Encuentro Tanguero Italiano

martedì 30 luglio, ore 21.30
Compagnia Zappalà Danza

giovedì 1° agosto, ore 21.30
Fabula Saltica

sabato 3 agosto, ore 21.30
Russian State Ballet

Foto di Eyal Hirsch

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.