Orizzonti Verticali: una ciliegia tira l’altra

Ultima giornata per il Festival di San Gimignano che chiude con un bouquet di proposte per tutti i gusti – dalla performance firmata da Virgilio Sieni agli esperimenti di Mirto Baliani/Sintesi 19.

La calura non cede la propria morsa. Eppure San Gimignano vola alto grazie a un Festival coinvolgente che presenta una varietà di appuntamenti.

Si inizia alle 17.00, come di consueto, con Talk + Walk. La piccola comitiva che si forma nel cortile del Comune, si infila le cuffiette e parte alla scoperta della zona delle fonti medievali di San Gimignano, ascoltando – nel frattempo – le conversazioni che Carlo Infante intesse con alcuni dei presenti. Mentre si discorre, il percorso prosegue verso la Chiesa di San Jacopo al Tempio, luogo di culto eretto dai templari nella prima metà del XIII° secolo e si conclude presso la sede della Compagnia Giardino Chiuso – che ha organizzato il Festival.

Il giro panoramico, che ha il pregio di farci scoprire anditi inusuali di un borgo, come San Gimignano – che non si esaurisce in piazza del Dumo e vie limitrofe – si conclude alla scuola primaria di via Delfo Giachi, dove Virgilio Sieni presenta Pietà, una performance che vede protagonisti oltre una ventina di persone comuni, provenienti da Poggibonsi e San Gimignano, riunite in questo pomeriggio torrido per un esperimento corale, certamente non di danza, quanto di condivisione di un progetto artistico comune. Il gruppo – utilizzando una gestualità ridotta all’osso e una semplice coperta – grazie alla coesione dei suoi membri, all’afflato ben percepibile e a un sottofondo musicale in grado di esacerbare le emozioni suscitate, accompagna il pubblico in quell’esodo – tema della performance – che può essere quello biblico, ma anche quello che migliaia di migranti patiscono ogni giorno, così come il viaggio finale di milioni di ebrei verso le camere a gas. La performance, che ha l’indubbio merito di coinvolgere direttamente la cittadinanza in un’elaborazione artistica forse si sarebbe maggiormente giovata di una diversa location, quale piazza del Duomo. Mettere direttamente a confronto il cittadino performer con il cittadino spettatore è un’operazione insieme suggestiva e motivante, all’interno di un Festival che è riuscito a essere ben riconoscibile sul territorio e a proporre alcuni eventi aperti, sia in quanto gratuiti sia perché hanno inondato piazza del Duomo, ad esempio, con la leggiadria muliebre della performance di danza, Banchisentieri.

Alle 22.00, l’appuntamento è con il Concerto per voci e piano, a cura della Fondazione del Maggio Musicale Fiorentino. Molto applaudita dal pubblico presente, l’esibizione operistica classica è stata controbilanciata dalla commistione di linguaggi contemporanei di From T.E.L. to DANCE, dove le immagini video astratte di Andrea Montagnani si sono sposate alle musiche ipnotiche che Mirto Baliani ha composto per lo spettacolo di Fanny & Alexander, T.E.L.

Le ultime righe vanno però a tutte le persone che hanno organizzato e che si sono impegnate per far funzionare Orizzonti Verticali, riuscendo a coinvolgere turisti e cittadini, semplici passanti e critici. Perché un Festival, se non è legato al proprio territorio rischia l’autoreferenzialità, e questo rischio a San Gimignano è stato ampiamente dribblato.

Spettacoli ed eventi sono stati presentati all’interno di Orizzonti Verticali:
San Gimignano, varie location

domenica 5 luglio

Cortile del Palazzo Comunale
piazza Duomo
dalle ore 17.00
Talk + Walk
Il suono del teatro. Musica, scena e performing media

palestra della Scuola Primaria di San Gimignano
via Delfo Giachi
ore 19.00
Virgilio Sieni/Accademia sull’Arte del Gesto presentano:
Pietà
con cittadini di San Gimignano e Poggibonsi
(danza)

piazza del Duomo
ore 22.00
Concerto per voci e piano
Fondazione del Maggio Musicale Fiorentino

Rocca di Montestaffoli
ore 23.00
Mirto Baliani/Sintesi 19
From T.E.L. to DANCE
audiovisual live
set a cura di Mirto Baliani e Andrea Montagnani

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.