Trent’anni di Armitage

MilanOltre sul palcoscenico dell’Elfo Puccini conquista il pubblico con i lavori più significativi della carriera di Karole Armitage.

Continuano gli appuntamenti con il Festival MilanOltre , dedicato nella sua prima settimana alla coreografa statunitense. In scena, un interessante trittico di lavori della Armitage: dall’ultima creazione GAGA-gaku a The Watteau Duets – presentato in prima nazionale – per chiudere con Drastic Classicism , produzione che risale agli anni 80.

GAGA-gaku – in questa occasione in prima europea – nasce dalla passione della coreografa per l’arte orientale. Il titolo deriva infatti dall’antica musica giapponese di corte. In scena, una curiosa sintonia frutto, in realtà, di movimenti in totale disconnessione tra loro. La sensazione è quella di non essere in grado di cogliere appieno lo spettacolo. Ogni danzatore si muove secondo personali direttrici coreografiche. Mentre alcuni restano immobili, altri si portano in punti del palco difficili da cogliere con lo sguardo. Le dinamiche di gruppo – all’apparenza inesistenti – sono in realtà molto forti e imprescindibili dalla musica, priva di melodia, in quanto susseguirsi ritmato e crescente di rumori elettronici che accompagna i movimenti verso un finale strepitoso. Fluidità contrapposta a forza: ogni azione porta, senza soluzione di continuità, alla successiva in un continuo conflitto tra lentezza e velocità. Una danza mistica, dove è palpabile il trasporto emozionale: i gesti nascendo da dentro – come la danza contemporanea esige – non semplice frutto di una coreografia tecnica studiata a tavolino. La tecnica, semmai, serve solo ad aumentare le possibilità di esplorazione dei movimenti stessi. Il corpo è un tramite, non è il fine ultimo.

Di tutt’altro genere The Watteau Duets . Nato come passo a due celebrativo dell’amore e della guerra tra i sessi, l’attenzione del pubblico è subito catturata dal duo Talibam. Percussionista uno, tastierista l’altro, il loro intervento – presentato e atteso come esecuzione di musica dal vivo – è in realtà un susseguirsi di gag che spostano il focus dai danzatori a questi due interpreti di talento, senza però tentare un legame tra le arti – come ci si attendeva – ma veicolando sulla scena due realtà totalmente estranee l’una all’altra.
In Drastic Classicism si realizza infine l’autentico connubio musica dal vivo-danza. Sono ancora i Talibam in scena, ma questa volta la loro musica – Indie e Neopunk – si fonde perfettamente con la coreografia di Armitage. Coreografia totalmente ispirata al Classicismo – da cui il titolo – che, negli anni 80, colpì proprio per la contrapposizione tra la durezza dell’accompagnamento musicale e la delicatezza dei movimenti derivati dalla danza classica. Oggi, di fronte a un pubblico ormai abituato ai contrasti e agli accostamenti più diversi, questa scelta non fa più scalpore. Resta comunque da sottolineare l’energia e la grinta che la coreografia riesce pur sempre a trasmettere.

Karole Armitage è stata presentata al Festival MilanOltre come un’artista trasgressiva e innovatrice, ma i suoi primi lavori – audaci e rilevanti negli anni 80 – mancano oggi di quella svolta di ricerca interiore ed esteriore della quale è pregna la danza contemporanea. Una ricerca che si è apprezzata, al contrario, in GAGA-gaku . Le prime coreografie, infatti, rimandano forse troppo ai grandi musical di Broadway e colpiscono soprattutto per la spettacolarità dell’insieme. L’accostamento tra ieri e oggi serve comunque a regalare una bella panoramica sull’evoluzione dell’arte della danza, negli ultimi 30 anni.

Lo spettacolo continua:
Festival MilanOltre
Teatro Elfo Puccini
corso Buenos Aires, 33 – Milano

GAGA-gaku
musica Lois V Vierk “五chitarra e Red Shift”
scene Clifton Taylor, David Salle
costumi 132 5. ISSEY MIYAKE
con Sara Beery, Megumi Eda, Sean Hilton, Abbey Roesner, Bennyroyce Royon, Marlon Taylor-Wiles, Emily Wagner, Mei-Hua Wang, Jacob Michael Warren e Masayo Yamaguchi
( Prima europea )
The Watteau Duets
musica David Linton, The Simpleton’s Guide to the World’s Greatest Music TALIBAM! – Matt Mottel, Kevin Shea
costumi Charles Atlas e Peter Speliopoulos
giovedì 6/10 con Abbey Roesner, Marlon Taylor-Wiles
venerdì 7/10 con Megumi Eda, Jacob Michael Warren
( Prima nazionale )
Drastic Classicism
musica originale Rhys Chatham
eseguita dal vivo da Stephen Gunn, Andrea Mentesana, Matt Mottel, Marco Nava, Kevin Shea
costumi Peter Speliopoulos e Karen Young
con Sara Beery, Megumi Eda, Sean Hilton, Abbey Roesner, Bennyroyce Royon, Marlon Taylor-Wiles, Emily Wagner, Mei-Hua Wang, Jacob Michael Warren e Masayo Yamaguchi

I prossimi appuntamenti:
Teatro Elfo Puccini
Matteo Levaggi + Balletto Teatro di Torino
 
giovedì 13 ottobre, ore 21.00
Primo Toccare
 

venerdì 14 ottobre, ore 21.00
Balletto Teatro di Torino
Gee , Andy!/Caravaggio/ .Ray Man| DUO remix 2011/ Canto bianco in un momento di orizzonte verticale
 
sabato 15 ottobre, ore 21.00
Le Vergini

Teatro Elfo Puccini
Vetrina Italia
martedì 11 ottobre, ore 21.00
Ersilia Danza: Il lago dei cigni

mercoledì 12 ottobre, ore 21.00
Anticorpi XL: L’animatrice / Orbitali Obbligati

giovedì 13 ottobre, ore 19.00
Compagnia XE /Julie Ann Anzilotti: A una ballerina principiante

venerdì 14 ottobre, ore 19.00
Gruppo E-Motion : Alice

sabato 15 ottobre, ore 19.00
Balletto dell’Esperia: I quattro temperamenti
Professione MAS Dance Lab: Riverbero

Teatro Elfo Puccini
Oltre gli spettacoli…

 
mercoledì 12 ottobre, ore 18.00
Anticorpi XL
Conferenza condotta da Annamaria Onetti , Luisa Cuttini , Selina Bassini e Monica Francia

giovedì 13 ottobre, ore 17.00
AsiaTeatro : uomini e dei sulla scena del mondo
Conferenza condotta da Marilla Albanese, Carmen Covito e Rossella Marangoni

venerdì 14 ottobre, ore 18.00
Sulle orme della Bellezza. Matteo Levaggi e CORPICRUDI: tandem di contemporaneità
Conferenza con video condotta da Maria Luisa Buzzi
Intervengono Matteo Levaggi , Roger Salas , CORPICRUDI e Claudia Attimonelli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.