Fuoco e ghiaccio a Fourvière

ensemble7esensL’Ensemble 7e sens ritorna alla Crypte de Fourvière e lo fa proponendo l’opera incompiuta Olav Trygvason e le due suite del Peer Gynt, entrambe opere del compositore norvegese Edvard Grieg.

Il 22 novembre, nella cripta della Basilica di Fourvière a Lione, saranno rievocate le gesta del temibile Olav Trygvason, maggiormente conosciuto come Olaf I, re di Norvegia dal 995 all’anno 1000, e dell’antieroe Peer Gynt. Jean-Philippe Dubor ci ha abituati agli eccessi, agli estremi, agli incontri impossibili (si veda, per esempio, l’omaggio a due personalità così contrastanti come Giuseppe Verdi e Richard Wagner in https://teatro.persinsala.it/choeurs-doperas/8450), e anche per questa serata, completamente dedicata a Edvard Grieg, il direttore francese sceglie accuratamente due opere lontane del repertorio del grande compositore norvegese.

La serata verrà aperta dalle due Suite del Peer Gynt, poema drammatico del compatriota Henrik Ibsen. Opera musicata sotto richiesta del drammaturgo, terminata nel 1876, il Peer Gynt conoscerà un grandissimo successo e le sue melodie saranno universalmente riconosciute, grazie anche al loro utilizzo in numerosissimi film (basti pensare a Mattino o Nell’antro del re della montagna, La morte di Åse). L’opera è un poema drammatico che celebra le gesta dell’antieroe eponimo, figlio di un ubriacone, colpito dalla sventura ma deciso a perseguire la redenzione.

La seconda parte della serata sarà dedicata all’opera incompiuta Olav Trygvason. Scritta in collaborazione con il poeta Bjørnstjerne Bjørnson (autore, tra l’altro, delle parole dell’inno norvegese), l’opera conoscerà una sorte accidentata e, malgrado il proprio statuto di incompiutezza, sarà considerata da Grieg stesso come la sua opera drammatica meglio riuscita. Come indica il titolo, Olav Trygvason narra le vicende di Olaf I, re di Norvegia. La collaborazione con Bjørnson impresse all’opera una direzione verso la celebrazione della cristianizzazione che Olaf I promosse in Norvegia. Convertitosi al cristianesimo, egli fu il fautore di una nuova fase nella storia norvegese, drammaticamente terminata con la propria morte avvenuta in una battaglia contro le truppe del nemico Eiríkr Hákonarson. La collaborazione con Bjørnson, però, si limitò alle prime tre scene e Grieg continuò nella stesura dell’opera virando, maggiormente, verso la celebrazione musicale delle radici pagane norvegesi.

Una serata tra i ghiacci del Nord, tra le atmosfere sognanti del Peer Gynt, alla ricerca delle radici e delle epopee dell’Europa più lontana, ma estremamente poetica.

ensemble300x200

Nouvelle sortie pour l’Ensemble 7e sens et cette fois c’est le compositeur norvégien Edvard Grieg qui est à l’affiche. Le 22 novembre, à la crypte de Fourvière, Jean-Phille Dubor dirigera le chœur, les solistes et l’orchestre symphonique de l’Ensemble 7e sens en présentant au public l’opéra inachevé Olav Trygvason et les deux suites du Peer Gynt. Un rendez-vous avec la tradition et l’histoire nord-européenne à ne pas manquer.

Lo spettacolo andrà in scena:
Crypte de Fourvière
8, place de Fourvière – Lione
venerdì 22 novembre, ore 20.00

L’Ensemble 7e sens presenta
Grieg – Olav Trygvason & Peer Gynt Suite n.1&2
direttore d’orchestra Jean-Philippe Dubor
solisti, coro e orchestra sinfonica dell’Ensemble 7e sens
http://www.ensemble-7sens.org/

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.