Due conflitti

teatro-de-servi-roma-80x80Al Teatro de’ Servi la nuova commedia di Rosario Galli e Carlo Prinzhofer, autori dei successi Uomini sull’orlo di una crisi di nervi e Chi l’ha detto che gli uomini preferiscono le bionde.

Cinque personaggi si affrontano nel soggiorno della casa romana di una studentessa in due eterni conflitti: quello sessuale dei maschi vs femmine e quello generazionale dei padri vs figli. Uomini e donne di età diverse intessono fra loro relazioni “moralmente criticabili”, nascoste sotto una fitta coltre di bugie: un padrino va a letto con la figlioccia, una moglie tradisce il marito con il migliore amico di lui, un uomo maturo colleziona giovanissime amanti, un ragazzo nasconde la sua verginità dichiarandosi gay, una ragazza passa allegramente da un letto all’altro senza alcuna inibizione. Quel continuo “voi e noi”, si intreccia a una serie di citazioni colte, ma gettate alla rinfusa e con qualche errore. Roma, sebbene sia nominata molto spesso, come a sottolineare la sua centralità in questa storia priva di slanci originali, resta soltanto un nome, la sua “aria” poco si respira all’interno di un ambiente asettico che non rispecchia la casa di una giovane fuori sede, senza però nemmeno essere simbolico. Scarso anche l’apporto delle luci che non partecipano alla narrazione e solo in due casi sottolineano il climax emotivo. Occasione persa per un bel gruppo di bravi attori che unisce volti noti a giovani talentuosi, abbandonati alla deriva a bordo di personaggi poco sviluppati e per nulla indagati, in un testo che, sebbene sia stato lavorato in sede di prove, resta una bozza poco interessante.

Lo spettacolo continua:
Teatro de’ Servi
via del Mortaro, 22 – Roma
fino a domenica 31 marzo
orari: da martedì a venerdì ore 21.00, sabato ore 17.30 e ore 21.00, domenica ore 17.30

Guerra di bugie
di Rosario Galli, Carlo Prinzhofer
regia Giancarlo Sammartano
con Filippo Andreetto, Giorgio Carosi, Paolo Gasparini, Eleonora Pariante, Serena Ventrella
scene e costumi Nicoletta Sammartano
luci Stefano Blasi
aiuto regia Annalisa Arbolino
realizzazione scenica Giovanni Receputi
foto e grafica Alberto Martinangeli
organizzazione Carlo Dilonardo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.