Think different: immagini da ascoltare

Creatività e teatro: in tempi di crisi è d’obbligo la sperimentazione – Steve Jobs docet. L’Elfo Puccini e Fonderia Mercury rilanciano, proponendo l’audiodramma a teatro.

Come si costruisce un’immagine acustica? Ossia, in tempi di iPod e comunicazione digitale, come si ricrea quell’universo di personaggi e azione, proprio sia del teatro sia della narrativa, soprattutto di genere – scaricabile e fruibile però in formato mp3?
La risposta è data dalla felice combinazione di uno spazio, l’Elfo Puccini di Milano; la creatività e la passione di un Deus-ex-machina, Sergio Ferrentino; alcuni autori affermati (sabato 24 marzo, per la precisione, Pino Corrias) e un cast di attori che alle proprietà vocali uniscono doti interpretative ancora più evidenti perché, nella registrazione di un audiodramma, non possono contare sul gesto empatico né sull’espressività.
Proprio questo è ciò a cui si assiste da spettatori in cuffia: alla registrazione (che poi sarà disponibile in streaming) di un audiodramma, quel genere di spettacolo molto in voga in passato e tuttora di punta in diversi Paese (dall’Europa agli Stati Uniti, tranne che in Italia).
Ma veniamo a Il contabile e le murene di Pino Corrias, sul palco sabato 24 marzo. Superato l’impatto straniante di rumori prodotti in scena per ricreare situazioni altre o interpreti che si aggiustano le cuffie mentre fingono un amplesso, e la curiosità di riscoprire come si produce “dietro le quinte” una forma di spettacolo che si riallaccia, di primo acchito, più alle esperienze ludiche dei nostri nonni che non alle tecnologie multimediali dei nostri figli, in Sala Bausch si rappresenta il dramma di quattro donne – prostitute ieri, escort oggi, vittime sempre e comunque del potere in senso assoluto e maschile in particolare.
La costruzione classica dell’incidente che si trasforma inesorabilmente in tragedia e il dramma “a porte chiuse” – che permette sia l’approfondimento psicologico dei personaggi (tutti credibili e tridimensionali), sia il procedere dell’azione su binari ben noti ma non per questo meno efficaci – si sposano perfettamente a un racconto feroce e attuale, sebbene “fatti e personaggi siano puramente fittizi” (non si dice sempre così?).
Scioccante ricostruzione sonora dell’orgia di potere, finale prevedibile ma più che realistico – soprattutto in un Paese dove il silenzio è arte eccelsa da apprendere fin da bambini.
Chapeau.

Lo spettacolo è andato in scena:
Elfo Puccini – Sala Bausch
corso Buenos Aires 33 – Milano
sabato 24 marzo, ore 16.00 e 19.00

Fonderia Mercury presenta:
on air, on stage, on line
Il contabile e le murene
di Pino Corrias
adattamento e regia Sergio Ferrentino
con Alessandro Castellucci, Ilaria Cappelluti, Elisabetta Becattini, Alessandra Mattei, Linda Caridi, Maurizio Pellegrini e Dario Sansalone
musiche originali Gianluigi Carlone
sound design William Geroli
assistente regia Flavio Stroppini
assistente produzione Monica De Benedictis
coordinamento produzione Vanessa Radrizzani
versioni live e studio su www.fonderiamercury.it

Lo spettacolo continua:
Elfo Puccini – Sala Bausch
corso Buenos Aires 33 – Milano
sabato 28 aprile
Le madri atroci
di Sandrone Dazieri

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.