In viaggio con Dracula

tertulliano-teatro-milano1Belli e seducenti, cattivi e affamati, dopo aver invaso cinema e televisione, i vampiri arrivano sul palco dello Spazio Tertulliano di Milano ne Il Contagio.

L’ultimo progetto di Omar Nedjari, qui nelle doppie vesti di autore e regista, è ispirato al romanzo gotico di Bram Stoker – Dracula.

Lo spettacolo narra del viaggio su una nave di alcune misteriose casse dirette a Londra dalla lontana Bulgaria. Ben presto tra gli uomini dell’equipaggio, come un contagio, si diffonde e propaga la paura, quando si accorgono che i loro compagni continuano a sparire misteriosamente nel nulla, giorno dopo giorno. Le amicizie iniziano così a incrinarsi e la fiducia lascia posto al sospetto.

Messi uno contro l’altro da una misteriosa voce che s’insinua nelle menti degli uomini della nave che li porterà al massacro, assistiamo impotenti alla discesa nella follia dei protagonisti della pièce.

Il tentativo di Omar Nedjari di portare il genere horror in teatro è molto apprezzabile, ma non perfettamente riuscito sul lato pratico. Quello che manca è un crescendo nella tensione che non può essere indotta nello spettatore solamente attraverso l’utilizzo di brani musicali – che affondano le loro radici nel cinema – ma anche grazie a un uso appropriato dei silenzi e alla relazione degli attori/personaggi con la misteriosa cassa, al cui interno si scoprirà – nel corso dello spettacolo – il corpo di Dracula.

La pièce è composta da scene brevi, veloci e ben congegnate. Il pubblico, perciò, entra subito nella storia, seguendola facilmente grazie anche alle ottime interpretazioni di tutti gli attori – che hanno saputo mantenere un buon ritmo e infondere energia all’intero spettacolo. Da segnalare, in particolare, Désirée Giorgetti nel ruolo di una donna che si traveste da uomo per poter salire sulla nave e raggiungere Londra; e Alessandro Lussiana, nel ruolo dello zingaro Olgaren – carismatico e credibile.

Lo spettacolo, molto pulito e ben delineato, si avvale di un sapiente uso degli oggetti di scena per evocare – muovendoli e spostandoli – i diversi ambienti che compongono la nave, dove i personaggi si ritrovano a vivere.

Estremamente ben riuscita la scena finale, che restituisce allo spettacolo una dimensione di teatralità che, fino ad allora, era mancata – rimanendo su un livello narrativo.

Lo spettacolo è andato in scena:
Spazio Tertulliano
via Tertulliano, 68 – Milano
fino a domenica 21 aprile

Il contagio
dal romanzo Dracula di Bram Stoker
progetto e regia Omar Nedjari
con Enrico Ballardini, Marco Brinzi, Alessandro Lussiana, Fabio Sarti e Désirée Giorgietti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.