Emergenza teatro: era ora!

Dal 26 novembre al 9 dicembre 2012 sarà di scena al Teatro dell’Orologio – Sala Grande, la quinta edizione di EXIT – Emergenze per identità teatrali. La rassegna vede protagoniste le compagnie aderenti alla Fed.It.Art, Federazione Italiana Artisti, che è anche organizzatrice della kermesse.

Reduci dal successo della quarta edizione conclusasi a fine maggio con un’esaltante tre giorni al teatro Ambra alla Garbatella, la Fed. It. Art. ha deciso di affrontare una nuova avventura proponendo la quinta edizione di EXIT – Emergenze per identità teatrali.
«Fare un lavoro di cooperazione è un segno di maturazione» afferma Fabio, direttore del teatro dell’Orologio di Roma che quest’anno ospiterà la rassegna. Uno spazio per tante realtà romane che è un atto eroico nei confronti della politica e in campo economico, non avendo una direzione artistica, ma essendo autofinanziato, Exit è un luogo stabile in cui parlare ad ampio raggio il linguaggio del teatro, della musica e dello spettacolo a tutto tondo; una rassegna di teatro fatto e non detto, il teatro per la gente e tra la gente, che dà sfogo ad una sana follia collaborando per lo spettacolo. La quinta edizione di quella che ormai è una realtà affermata nel panorama teatrale, conferma che quella che era nata come iniziativa unica e di carattere eccezionale, oggi ha realizzato l’ambizione di divenire un appuntamento fisso di caratura nazionale.
La varietà dei generi e dei contenuti di questa rassegna ha il desiderio di soddisfare un’utenza molto vasta e varia, emozionando e divertendo, allietando e informando.
Il fascino discreto di Exit, presentato da Gino Auriuso lunedì 26 novembre, alzerà il sipario martedì 27 – e proseguirà mercoledì 28 -, con Mammema di e con Eduardo Ricciardelli e con Irma Ciaramella. Lo spettacolo nasce dal racconto di una madre che cambiandosi abito cambia di giorno in giorno il suo rapporto col figlio dall’amore all’odio. Tragicomica fotografia di un interno contemporaneo. Giovedì 29 novembre la compagnia Teatro dell’Appeso presenta Notte ispirato a Dino Campana, un recital che rende omaggio all’opera e alla vita del grande poeta di Marradi nell’ottantesimo anniversario della scomparsa, ideato, diretto e interpretato da Amedeo di Sora, con la partecipazione di Annaclaudia Conte.
Venerdì 30 novembre, Kipling Academy presenta Duo Mephisto, concerto per due pianoforti eseguito dai Maestri Stefano Caponi e Stefania Maroni; lo spettacolo eccezionalmente andrà in scena alle 21.30 presso la sala dei fiorentini. Sabato 1 e domenica 2 dicembre, Abraxa Teatro presenta Così vicino… tra cielo e terra con Francesca Tranfo, regia di Emilio Genazzini. E’ la storia di una donna vissuta nella Magna Grecia del V sec. a.C. Lunedì 3 dicembre La compagnia Teatro dell’applauso presenta Rivolta femminile uno spettacolo di Marco Maltauro, con Elisa Faggioni, uno spettacolo di monologhi che dialogano tra loro sulla subordinazione della donna della società, nella famiglia, nella coppia, e sul tipo di percorso per liberarsene. Martedì 4 dicembre, Il teatro della Giostra con la regia di Marco Zordan, presenta Li Sordi con Alessandro Di Somma, Diego Migeni, Maria Antonia Fama, Irene Trapani, Claudia Fratarcangeli, Tiziano Scrocca. Opera dai tratti pasoliniani, Li sordi è uno spettacolo su tutto ciò che si fa, si farebbe o si arriva a fare in nome di alcune banconote. Mercoledì 5 dicembre La compagnia Artenova presenta il nuovo spettacolo di Gino Auriuso, La Vita Mia, La Storia Mia da Benni, Bogosian ed altri, scritto, diretto e interpretato da Gino Auriuso; la storia di una vita raccontata con le emozioni di chi l’ha attraversata. La narrazione di ciò che capita a un uomo. La cronaca di un vissuto personale che potrebbe coincidere con un vissuto collettivo.
Giovedì 6 e venerdì 7, Overlook verlook presenta Le navi dei veleni – Rosso sangue, rosso veleno scritto e diretto da Massimiliano Zeuli, con Bruno Governale, Daniele Sirotti, Imma Mercadante, Michela Sibio e Consuelo Stoto. Trae spunto da un fatto di cronaca avvenuto il 13 dicembre 1995 quando il capitano di corvetta Natale De Grazia muore in circostanze sospette. Questo è il tragico episodio di un eroe italiano, il cui valore non è stato sepolto dalle scorie di uno dei più fitti misteri che annebbiano il nostro paese. Sabato 8 e domenica 9 dicembre La compagnia LABit presenta Animali di Marco Andreoli, regia di Andreoli, Linari, Porcu, Vaccarella, con Gabriele Linari, Alessandro Porcu, Andrea Vaccarella. Una pulce caffeinomane, una lumaca fedifraga, una volpe trasformista. Animali, immobili esistenze dall’istinto smarrito. Un’etologia imprudente, una zoologia folleggiante, un comico salto nel vuoto di chi può finalmente barrire sbattendo le ali.

Avremo dunque l’opportunità di vedere il teatro come luogo d’incontro, di confronto, di emozioni e di pensieri, un teatro per tutti e di tutti, che abbia qualcosa ancora davvero da dire.

Lo spettacolo continua:
Teatro dell’Orologio
via de’ filippini 17/a –Roma
fino a domenica 9 dicembre, ore 21.00

EXIT – Emergenze per identità teatrali
Alcuni titoli in cartellone:

Mammema
di e con Eduardo Ricciardelli
con Irma Ciaramella
martedì 27 e mercoledì 28

Duo Mephisto
Concerto per due pianoforti eseguito dai Maestri Stefano Caponi e Stefania Maroni
venerdì 30 novembre ore 21.30 presso la Sala dei fiorentini

Rivolta femminile
di Marco Maltauro
con Elisa Faggioni
lunedì 3 dicembre ore 21.00

La Vita Mia, La Storia Mia
di Gino Auriuso
regia Gino Auriuso
con Gino Auriuso
mercoledì 5 dicembre ore 21.00

Animali
di Marco Andreoli, Gabriele Linari, Alessandro Porcu, Andrea Vaccarella
con Gabriele Linari, Enrica Nizi, Alessandro Porcu, Andrea Vaccarella
sabato 8 e domenica 9 dicembre ore 21.00

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.