In viaggio tra Africa e Messico (passando per l’Iran…) "> In viaggio tra Africa e Messico (passando per l’Iran…)

In viaggio tra Africa e Messico (passando per l’Iran…)

In viaggio tra Africa e Messico (passando per l’Iran…), articolo di "Nicoletta Fabio" su Persinsala Teatro
Home | Milano | AreaPergolesi | In viaggio tra Africa e Messico (passando per l’Iran…)

In viaggio tra Africa e Messico (passando per l’Iran…)
Recensioni/Articoli di

Intensi profumi di paesi lontani nell’aria dell’Areapergolesi. Prosegue il suggestivo percorso alla scoperta di mondi nuovi della rassegna d’Art-e-teatro “Vogliamo Vivere! Punto di Fusione”, promossa dall’associazione PianoinBilico. Fin dal suo titolo – In viaggio tra Africa e Messico (passando per l’Iran…) – la nuova serie di appuntamenti interculturali della rassegna “Vogliamo Vivere! Punto di Fusione” …

Leggi la Recensione In viaggio tra Africa e Messico (passando per l’Iran…)

Intensi profumi di paesi lontani nell’aria dell’Areapergolesi.

Prosegue il suggestivo percorso alla scoperta di mondi nuovi della rassegna d’Art-e-teatro “Vogliamo Vivere! Punto di Fusione”, promossa dall’associazione PianoinBilico.

Fin dal suo titolo – In viaggio tra Africa e Messico (passando per l’Iran…) – la nuova serie di appuntamenti interculturali della rassegna “Vogliamo Vivere! Punto di Fusione” promette allo spettatore un suggestivo inanellarsi di viaggi alla scoperta di paesi lontani, per molti versi sconosciuti, ma assolutamente colmi di ricchezze inaspettate.

A dare avvio alla sequenza di appuntamenti, la giornalista Livia Grossi con il suo splendido e appassionato affresco Burkina Faso: Il teatro delle origini, uno straordinario reportage arricchito da fotografia e musica, frutto di anni di vita trascorsi nel paese africano, il sesto più povero al mondo. Accompagnata dal musicista Jali Omar Suso, la reporter svela al pubblico un paese povero nella sua dimensione “materiale”, ma ricchissimo di cultura, creatività e senso morale. Uno stato rinato sotto la presidenza di Thomas Sankara, un uomo politico illuminato come pochi, assassinato nel 1987, colpevole di aver tentato di “inventare un futuro” per il Burkina Faso – partendo dal suo nome, che significa “la terra degli uomini integri” – e aver ri
dato speranza alla sua popolazione. Nonostante la scomparsa di Sankara – a cui è seguita l’instaurazione del regime militare di Blaise Compaoré, tuttora vigente – e la condizione di povertà in cui versa la maggior parte del popolo burkinabe, il panorama artistico e teatrale del Burkina Faso è tra i più fiorenti dell’Africa: oltre 250 compagnie teatrali vivono e si esibiscono in tutto il paese, affrontando tematiche difficili ed estremamente delicate, come l’Aids e l’infibulazione, e svolgendo una funzione “informativa” che travalica la dimensione del puro intrattenimento e contribuisce allo sviluppo e alla crescita della coscienza collettiva della popolazione.

Lasciano senza fiato le immagini che arricchiscono le parole di Livia Grossi, realizzate dal fotografo Emiliano Boga, e che contribuiscono a dare sostanza al reportage della giornalista, raccontato con la forza e la partecipazione di chi ha vissuto in prima persona in quei luoghi, in un paese che porta nel nome l’integrità morale dei suoi abitanti.

Un gustoso intermezzo, fatto di invitanti stuzzichini e bevande esotiche, trasporta gli spettatori nell’assolato e affascinante Messico: al centro della scena ci sono ora le ottime interpreti Alessandra Salamida e Greta Zamparini, affiancate da Andrea Azzarelli, attore e chef, impegnato nella “gestione” di un profumato tavolo da cucina, carico di cibarie e pentole.

Tratto dal romanzo di Laura Esquivel Dolce come il cioccolato, il reading culinario Lacrime di Chaleba, portato in scena dai tre ispirati attori, racconta le vicende di Tita e del suo amore impossibile per Pedro, attraverso i piatti preparati nella cucina della giovane donna, vittima delle regole assurde e spietate di sua madre, che la obbliga a non sposarsi e ad assistere alle nozze della sorella con l’uomo che ama riamata.

Una fiaba dolceamara che si snoda lungo gustose ricette, ingredienti aromatici e rigorosi metodi di preparazione e che conduce a un epilogo tenero e triste.

A consolare gli animi, però, l’ottima cena africana a base di riso e carne servita al termine dello spettacolo, un gioioso momento di socialità e condivisione per gustare sapori di una terra lontana ma, in fondo, così prossima a noi.

Lo spettacolo è in scena:
Areapergolesi

Via G. B. Pergolesi, 8 – Milano
Nell’ambito della rassegna Vogliamo Vivere! Punto di Fusione
da mercoledì 23 a domenica 27 maggio
orari: mercoledì ore 21.00 – da giovedì a sabato ore 21.30 – domenica ore 21.00

In viaggio tra Africa e Messico (passando per l’Iran…)
Mercoledì 23 maggio
Burkina Faso: Il teatro delle origini
Reading tra giornalismo, forografia e musica
di Livia Grossi
con Livia Grossi
musiche di Jali Omar Suso
fotografia Emiliano Boga
scrittura scenica Emanuela Villagrossi
video editing Elisabetta Francia

Lacrime di Chaleba
Reading culinario tratto dal romanzo di Laura Esquivel Dolce come il cioccolato
adattamento e regia Sivlia Giulia Mendola
attrici/lettrici Alessandra Salamida e Greta Zamparini
attore/cuoco Andrea Azzarelli
video maker Silvia Bossari

Da giovedì 24 a domenica 27 maggio
Khub nist – o l’identità
di Deniz Azhar Azari e Alessia Vicardi
con Deniz Azhar Azari
supervisione drammaturgica Stefano Piantoni
produzione Compagnia teatrale Khub nist


12345

Check Also

Bandierine Al Vento

Bandierine al vento

Il teatro Elfo Puccini fa da sfondo al triste ondeggiare di quattro Bandierine al vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In coerenza con l'impegno continuo dell'Associazione Persinsala di offrire i migliori servizi ai propri lettori e utenti, abbiamo adeguato le nostre politiche per rispondere ai requisiti del nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (GDPR), in particolare sono state aggiornate la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti garantiti dal nuovo Regolamento, che ti invitiamo a prendere visione maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi