Immagini di un passato da ricordare o dimenticare

inequilibrio-80x80Inequilibrio prosegue con un trittico di spettacoli in cui pensieri e ricordi prendono il posto del presente.

Roberto Abbiati, mimo, attore e musicista, e Maurizio Lupinelli, fondatore della compagnia Nerval Teatro e operatore teatrale che lavora con portatori di handicap, si conoscono nel 2008 presso il Castello Pasquini di Castiglioncello, dove si trovano ciascuno con il proprio progetto di residenza artistica. Ma solo quest’anno, con Carezze, si presentano al festival con un lavoro comune, un viaggio attraverso la memoria e l’immaginazione, su cui molto spesso Abbiati si è già soffermato in sue produzioni precedenti, basate su una spiccata contaminazione del linguaggio teatrale con il disegno e l’arte grafica.
Con Carezze lo spettatore viene introdotto in una sorta di cameretta per pochi intimi, a contatto stretto con i due performer, dove prendono “forma” ricordi e pensieri d’infanzia, “raccontati” da due vecchi custodi di un “istituto felice”, senza parole, ma solo tramite evocazioni di immagini. Uno spettacolo sognante, a tratti malinconico, in cui elementi dell’infanzia (l’uso di lanterne magiche, carillon, ombre cinesi, disegni a matita proiettati sul fondale), si mescolano alla recitazione teatrale.

Massimiliano Civica (già vincitore di alcuni premi tra cui nel 2008 un Ubu con Il mercante di Venezia) propone anche a Inequilibrio il suo Soprattutto l’anguria, spettacolo per il quale nel 2009 l’autore Armando Pirozzi è arrivato finalista al Premio Riccione.
Nonostante la presenza di due attori sulla scena, si assiste a un monologo “recitato” di fronte a un testimone silente, che con il proprio silenzio esprime molti più significati di quanti ne racchiuda il fiume di parole del personaggio monologante.
Una confessione, l’ammissione di rancori irrisolti, una ricerca disperata di attenzioni e affetti, un flusso di coscienza di parole e pensieri, senza una reale logica né consequenzialità, mentre i racconti veri e le menzogne si intrecciano e si confondono nella mente e nelle parole di chi parla, e forse anche nei silenzi di chi ascolta.

Leggi tutti gli articoli su Inequilibio

Domenica 7 luglio Persinsala seguirà: Alessandro Sciarroni, Joseph_kids (ore 19.00, Castello Pasquini, Tensostruttura 2); I Sacchi di Sabbia, Piccoli suicidi in ottava rima (ore 19.30, Pineta Marradi, Prato del Cardellino).

Festival Inequilibrio
Gli spettacoli di sabato 6 luglio:

ore 18.30 – PRIMA ASSOLUTA
Castello Pasquini, Sala 2
Roberto Abbiati/Maurizio Lupinelli
Carezze
di Roberto Abbiati e Maurizio Lupinelli
assistente alla regia Elisa Pol
produzione Nerval Teatro, Benvenuti srl
in coproduzione con Armunia/Festival Inequilibrio
con il sostegno di Sistema regionale dello spettacolo dal vivo Regione Toscana
durata 50’

ore 19.30
Castello Pasquini, Sala 3
Massimiliano Civica
Soprattutto l’anguria
di Armando Pirozzi
uno spettacolo di Massimiliano Civica
con Diego Sepe, Luca Zacchini
costumi Daniela Salernitano
luci a cura di Gianni Staropoli
produzione esecutiva Attodue
in corealizzazione con Teatro di Roma
in collaborazione con Romaeuropa Festival
durata 70’

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.