fotografia al femminile che segue il fil rouge dei sentimenti

La fotografia si fonde con la letteratura e pone al centro dell’obiettivo l’intimità femminile, in un’indagine trasversale sui sentimenti tra passato e presente.

Il Kn Studio si tinge di rosa e apre le proprie porte a due giovani fotografe venete: Diambra Mariani, veronese doc trapiantata per un lungo periodo nel capoluogo lombardo, e Valentina Merzi, veneziana. La loro storia è lineare: si incontrano all’università e la loro comune passione per la fotografia le unisce in una collaborazione artistica che battezzano Inheritance. I due nuovi talenti usano la fotografia come mezzo per esplorare l’animo femminile, prendendo a modello personaggi emblemi della letteratura.

In mostra, oltre a una serie intitolata Catti_vita, dove La Mariani & Merzi Co. indaga il mondo selvaggio, presentando immagini di animali esotici, catturate da un obiettivo nascosto che li strappa dalla loro quotidianità, tre serie consacrate al mondo femminile: Contemporary Ophelia, Maria Maddalena e Madame Butterfly.

Se per la prima, le due fotografe optano per un’Ophelia dai capelli rossi, nelle altre due sono loro stesse a mettersi in gioco, prestando i loro volti alle due eroine e abbandonandosi a turno agli scatti dell’amica e collega.
Se Maria Maddalena ha il volto e la capigliatura bionda di Diambra Mariani mentre, velata in un vestito bianco, si sta lavando i piedi seduta su un letto di foglie – immersa in un paesaggio autunnale dai colori soffusi e romantici – la Madame Bovary interpretata da Valentina Merzi è, al contrario, un’orientale mascherata, immortalata nei pressi di un parco dove, all’orizzonte, si staglia – in maniera spiazzante – un faro da stadio che sovrasta e spezza la malinconia solitaria di quella donna che sembra in ritardo sui tempi.

Le due artiste portano a compimento un’indagine introspettiva che prende spunto dai sentimenti e li collega e interpreta in chiave moderna, quasi a sottolineare il filo rosso che lega il mondo femminile di un tempo con quello contemporaneo. Non a caso, la fotografia di Diambra Mariani e Valentina Merzi diventa quasi un insieme di delicate pennellate che tratteggiano i volti e i corpi dei protagonisti con un’eco del passato rivolta al presente.
La serie Contemporary Ophelia, in particolare, sembra quasi una serie di ritratti che si rifà al tema naturalistico degli impressionisti, narrato e presentato attraverso squarci del corpo e dettagli della protagonista, immortalata ogni volta da angolazioni differenti – ristringendo il focus sulle sole gambe, oppure riprendendola nella sua interezza mentre stringe con la mano un ramo di salice piangente.

Seppure la mostra verta principalmente sulla serie Contemporary Ophelia, e le foto non siano perfettamente illuminate – così da non riuscire a far risaltare chiaro-scuri e luci ed ombre per averne una visione più completa – la mostra merita di essere visitata proprio per l’uso intimistico che si fa della fotografia, e per lo studio sull’animo femminile che attraversa secoli e culture.

[nggallery id=12]

La mostra continua:
Kn Studio
via San Giovanni in Valle, 19 – Verona
fino a sabato 21 maggio
Orari 9.30 – 13.00 / 16.00 – 19.00 (dal lunedì al venerdì), 16.00 – 19.00 (sabato)
sabato mattina e domenica su appuntamento

Inheritance
Diambra Mariani e Valentina Merzi
Curatrice : Gaia Guarienti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.