Un clown nello spazio

Il FunaroPer ricordare i 50 anni dall’allunaggio, Il Funaro di Pistoia apre la Stagione teatrale con uno spettacolo per tutte le fasce d’età firmato da Giorgio Bertolotti e Petr Forman

Juri the Cosmonaut (il rimando a Jurij Gagarin, primo uomo nello spazio e, in quanto russo, cosmonauta – il termine astronauta sarà utilizzato dagli statunitensi – sembra ovvio) è uno spettacolo per bambini dai 4 agli 8/10 anni, dai ritmi volutamente lenti (forse fin troppo) e dalle trovate comiche abbastanza tipiche dell’universo clownesco.
Ben agito, con un apparato scenotecnico notevole (anche se la visione delle immagini proiettate non è ugualmente godibile da ogni punto delle panche sistemate a semicerchio), musiche accattivanti e una trama semplice ma non priva di poesia, lo spettacolo non riesce però a fare quel salto che permette a un prodotto destinato all’infanzia di diventare davvero godibile per ogni fascia d’età. Forse perché le gag sono abbastanza abusate (con rimandi alle comiche dell’epoca del muto) o forse perché non si percepisce mai un ritmo diverso in grado di creare climax e anticlimax, mentre la lentezza a volte rasenta la monotonia (nel senso proprio di tono uniforme).
La partenza sul razzo e la creazione del cagnolino (rimando forse alla celebre Laika, ma anche al bisogno proprio dell’essere umano di compagnia) i momenti più riusciti.

Con Juri the Cosmonaut il Funaro di Pistoia dà avvio alla Stagione 2019/2020, che vedrà l’Associazione culturale impegnata soprattutto nell’ambito degli spettacoli e dei corsi di teatro per bambini e ragazzi. Interessante il progetto La biblioteca, l’isola le sue voci, a cura di Massimiliano Barbini, che offrirà percorsi letterari trasversali sempre a ingresso gratuito. E in quest’ambito, da notare anche che, accanto all’archivio Andres Neumann, da quest’anno, il Funaro custodirà ma permetterà anche la consultazione e lo studio del Fondo Paolo Grassi. Per i più piccoli, infine, tornerà l’appuntamento fisso, ogni terzo giovedì del mese, con il Raccontamerende.

Lo spettacolo è andato in scena:
Il Funaro Centro Culturale
via del Funaro, 16/18 – Pistoia
sabato 28 settembre 2019, ore 21.00

Il Funaro Centro Culturale ha presentatato:

Juri the Cosmonaut
regia Giorgio Bertolotti e Petr Forman
con Giorgio Bertolotti e Rosalie Scheneitler
video mapping Josef Lepsa e Jan Hrdlicka (3d sense)
disegno luci Petr Forman e Igor Schmidt
musiche Daniel Wunsch
costumi e scenografia Josef Sodomka, Jakub Hanzl, Veronika Konturova e Francesca Novati
suoni e rumori Marek Poledna (Studio Bystrouska)
tecnico audio, video, luci Rosalie Scheneitler
razzo spaziale cupola geodetica Marco Olimpio, Sonia Natante
creazione tecnica Andrea Monopoli
(dai 6 anni e per tutti)

La Stagione teatrale per adulti 2019/2020:
sabato 26 ottobre, ore 21.00
Occhisulmondo presenta:
Un Principe
drammaturgia e regia Massimiliano Burini
assistente alla regia Matteo Svolacchia
con Daniele Aureli, Amedeo Carlo Capitanelli, Andrey Maslonkin, Greta Oldoni, Raffaele Ottolenghi, Matteo Svolacchia e Giulia Zeetti
costumi e scene Francesco “Skizzo” Marchetti
realizzazione costumi Elsa Carlani Caschemire
sound designer Nicola “Fumo” Frattegiani

venerdì 29 novembre, ore 21.00
L’Abisso
di e con Davide Enia
musiche composte ed eseguite da Giulio Barocchieri
tratto da Appunti per un naufragio (Sellerio editore)
con la collaborazione del Festival Internazionale di Narrazione di Arzo

sabato 7 dicembre, ore 21.00
Teatro del Carretto presenta:
La Tempesta
adattamento e regia Giacomo Vezzani
supervisione artistica Maria Grazia Cipriani
con Elsa Bossi, Teodoro Giuliani e Fabio Pappacena
disegno luci Fabio Giommarelli
musiche Pappacena/Vezzani
suoni Luca Contini
voce fuori scena Elena Nené Barini
elementi scenografici Giacomo Pecchia e Giacomo Dominici
foto di scena e grafica Manuela Giusto
produzione Teatro Del Carretto
con il sostegno di La Corte Ospitale, il Funaro e Officine Papage

venerdì 21 e sabato 22 febbraio, ore 21.00
Paper Cut
di e con Yael Rasooly
(spettacolo in italiano)

venerdì 6 marzo, ore 21.00
Progetto Floema
Concerto
a cura di Daniele Giorgi
quintetto dell’Orchestra Leonore: flauto, oboe, viola, violoncello e arpa
insieme a Coro Voci Danzanti
istruttrici Elena Bartolozzi e Federica Gennai
programma:
Nino Rota Quintetto per flauto, oboe, viola, violoncello e arpa
Nino Rota Sonata per flauto e arpa
Federico Biscione Nuova composizione per Floema (titolo da definire) per coro di voci bianche, flauto, oboe, viola, violoncello e arpa – testo di Giovanna Mantegazza
(ingresso libero)

mercoledì 8 aprile, ore 21.00
Moving with Pina
una conferenza danzata sulla poetica, la tecnica, la creatività di Pina Bausch
di e con Cristiana Morganti
direttore tecnico Simone Mancini
produzione il Funaro – Pistoia
con l’appoggio e il sostegno della Pina Bausch Foundation – Wuppertal

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.