Kilowatt 2020Torna a Sansepolcro e giunge alla sua diciottesima edizione, quella della maturità, la manifestazione ideata da Luca Ricci e Lucia Franchi, con una prova di tenacia e determinazione, in un anno davvero difficile. Segno della voglia di vincere la paura, di ritrovarsi insieme di persona – in sicurezza, sì, ma finalmente dal vivo. 

Il Festival dovrà fare i conti con le nuove regole post-Covid, adattandosi a questo 2020 travagliato. Qualche giorno in meno di durata (da lunedì 20 a domenica 26), spazi di rappresentazione all’aperto, alcuni posti in meno a sedere per garantire il rispetto delle distanze di sicurezza, un maxi schermo in piazza Garibaldi per permettere a tutti di godere comunque dei vari spettacoli.

La sospensione del tempo e della vita normale in quarantena e oltre, visto che i teatri hanno potuto riaprire solo dal 15 giugno, ci ha costretti a riflettere e a interrogarci sul senso, sulla necessità del teatro e dell’incontro. E ci si accorge che nel leggere il programma del Festival di quest’anno qualcosa è cambiato, dato che la consapevolezza dei vari “perché” del teatro è riemersa più forte cha mai. Teatro come canto, poesia, conforto, dialogo, confronto e comunità. Teatro come lente di ingrandimento sulla vita, stimolo a guardarsi dentro e a guardare il mondo, a interrogarsi e a cambiare sguardo. E nel programma di Kilowatt troviamo molte proposte che ci aiuteranno a farlo.

In primo luogo con spettacoli che si confrontano (ognuno a suo modo) coi classici immortali: Roberto Latini e Amleto + Die Fortinbrasmaschine, Leviedelfool con Baccanti, Soffiavento – Una navigazione solitaria con rotta su Macbeth (S-Concerto per voce e suono) di e con Paolo Mazzarelli, Ercole l’invisibile di Teatro dei Borgia, Teatro in Fabula / Lino Musella con Troia City – La verità sul caso Aléxandros.

Poi con lavori che affrontano direttamente fatti di cronaca (Un Chant d’Amour di Teatro Rebis, Ionica di Alessandro Sesti), o che in generale vogliono riflettere sul presente (Alla Furca di Condorelli_Tringali, Eve #2 di Filippo Michelangelo Ceredi, Un onesto e parziale discorso sopra i massimi sistemi di Pietro Angelini, Trent’anni di grano – Autobiografia di un campo di Teatro delle Ariette).

Per finire con quelli che, invece, cercano di approfondire e di indagare i temi fondanti dell’esistenza: le relazioni, le piccole e grandi tragedie familiari e quotidiane, il tempo (Rimbambimenti – Dalla fisica quantistica al morbo di Alzheimer di Andrea Cosentino e Fabrizio De Rossi Re, C’est la vie di Collectif Zirlib/Mohamed El Khatib, Tre di Scenamadre, Padre d’amore Padre di fango di Compagnia Pietribiasi/Tedeschi, Spezzato è il cuore della bellezza di Piccola Compagnia Dammacco).

Padrino di questa edizione sarà il già citato Roberto Latini, presente oltre che con Amleto + Die Fortinbrasmaschine, con Carta Carbone (“mostra sonora a doppio percorso drammaturgico” curata insieme a Gianluca Misiti e a Max Mugnai) e con un incontro pubblico di due giornate in cui studiosi, critici e artisti discuteranno insieme riguardo al tema La tradizione dell’innovazione, partendo proprio dall’opera del fondatore di Fortebraccio Teatro. 

In occasione del Festival sarà inoltre attivo il laboratorio Almeno NevicasseLe parole che hai dentro (di cui sono aperte le iscrizioni) curato da Francesca Sarteanesi e realizzato insieme alle signore dell’Associazione del Merletto nella città di Piero. Non mancheranno poi gli incontri di approfondimento e dibattito sugli spettacoli con i Visionari, il gruppo di spettatori attivi di Sansepolcro, cui si uniranno i visionari d’Italia per la gran Reunion Visionari d’Italia, unitevi!.

Aldilà di quanto scritto, sono molte le proposte in Cartellone, per un totale di 38 spettacoli, che spaziano fra danza, teatro, circo e musica, di cui 8 anteprime, una prima nazionale una prima assoluta. Per l’elenco completo rimandiamo al programma qui sotto e alla pagina web di Kilowatt Festival.

Kilowatt Festival 2020
Sansepolcro, varie location
da lunedì 20 a domenica 26 luglio 2020

Il programma:
lunedì 20 luglio, ore 18:00
Palazzo Pretorio
inaugurazione del Festival

inaugurazione Carta Carbone
mostra sonora di Roberto Latini

Roberto Latini in:
Nnord_Paralipomena e parerga
movimento 

ore 19.00
piazza Torre di Berta
Frantics Dance Company presenta:
Last space
(vincitore Danza Urbana 2020)

ore 20.30
Teatro alla Misericordia
quotidiana.com presenta:
Tabù. Ho fatto colazione con il latte alle ginocchia

ore 21.40
Giardino Misericordia
Ivona / Pablo Girolami presentano:
Manbuhsa
(selezione Anticorpi Explò) 

ore 22.30
Chiostro San Francesco
Leviedelfool presentano:
Baccanti – Βάκχαι
(anteprima) 

dalle ore 00.00
Campaccio
Dopofestival / Contraerea in:
Petit bal 

martedì 21 luglio, ore 14.30
Auditorium Santa Chiara
Roberto Latini in:
Nnord_Paralipomena e parerga
movimento 

dalle ore 14.45 alle 17.15
Auditorium Santa Chiara
La tradizione dell’innovazione
incontro pubblico a partire dall’opera di Roberto Latini
(prima parte)

ore 17.30
Palazzo Pretorio
Roberto Latini in:
Nnord_Paralipomena e parerga
movimento

ore 18.00
Teatro Misericordia
Paolo Mazzarelli in:
Soffiavento – Una navigazione solitaria con rotta su Macbeth (s-concerto per voce e suono)
(anteprima) 

ore 19.10
Chiostro Palazzo delle Laudi
Teatro dei Borgia presenta:
Ercole l’invisibile
(prima nazionale) 

ore 21.00
Giardino Misericordia
Lucrezia C. Gabrieli in:
Stretching one’s arms again
(prima assoluta) 

ore 21.55
Chiostro Santa Chiara
Roberto Latini in:
Amleto + Die Fortinbrasmachine

ore 23.15
Chiostro San Francesco
Teatro Rebis presenta:
Un chant d’amour – Come mettere in scena l’odio?
(anteprima) 

dalle ore 00.25 (Campaccio) Dopofestival / Flame Parade in concerto

mercoledì 22 luglio, dalle ore 10.00 alle 13.15
Auditorium Santa Chiara
La tradizione dell’innovazione
incontro pubblico a partire dall’opera di Roberto Latini
(seconda parte)

ore 13.15
Auditorium Santa Chiara
Roberto Latini in:
Nnord_Paralipomena e parerga
movimento 

ore 18.00
Auditorium Santa Chiara
Andrea Cosentino e Fabrizio De Rossi Re in:
Rimbambimenti – dalla fisica quantistica al morbo di Alzheimer
(primo studio) 

ore 19.00
Chiostro Palazzo delle Laudi
Teatro dei Borgia presenta:
Ercole l’invisibile

ore 21.00
Giardino Misericordia
Stefania Tansini in:
Punti di ristoro
(prima assoluta) 

ore 21.50
Chiostro San Francesco
Roberto Latini in:
Nnord_Paralipomena e parerga
movimento

ore 22.05
Chiostro San Francesco
Giselda Ranieri in:
T.I.N.A. (There is no alternative)
(selezione Anticorpi Explò) 

ore 22.45
Chiostro Santa Chiara
Collectif Zirlib / Mohamed El Khatib presentano:
C’est la vie
(prima nazionale) 

dalle ore 00.10
Campaccio
Dopofestival / Ricordati di Rimini in concerto

giovedì 23 luglio, ore 17.00
Chiostro Palazzo delle Laudi
Teatro dei Borgia presenta:
Ercole l’invisibile

ore 18:10
Teatro alla Misericordia
Alessandro Sesti in:
Ionica

ore 19.00
Auditorium Santa Chiara
Presentazione del libro Lo spettatore è un Visionario

ore 21.00
Giardino Misericordia
Elena Burani in:
Piume
(Selezione Visionari)

ore 21.45
Chiostro San Francesco
Bambula Project presenta:
Oriri
(anteprimaSelezione Visionari) 

ore 22.40
Chiostro Santa Chiara
Compagnia Pietribiasi / Tedeschi presenta:
Padre d’amore padre di fango
(prima assoluta Selezione Visionari)

dalle ore 00.00
Campaccio
Dopofestival / Lovesick Duo in concerto

venerdì 24, dalle ore 11.00 alle 12.30
Auditorium Santa Chiara
Feedback Visionari

ore 18.00
Teatro Misericordia
Condorelli_Tringali presentano:
Alla furca!

ore 19.00
Chiostro Palazzo delle Laudi
Teatro delle Ariette presenta:
Trent’anni di grano – Autobiografia di un campo 

ore 21.00
Giardino Misericordia
Pietro Angelini in:
Un onesto e parziale discorso sopra i massimi sistemi
(prima assoluta Selezione Visionari)

ore 22.10
Chiostro San Francesco
Collettivo Superstite presenta:
Polvere
(anteprima Selezione Visionari)

ore 22.45
Chiostro Santa Chiara
Filippo Michelangelo Ceredi in:
EVE #2
(anteprima) 

dalle ore 00.00
Campaccio
Dopofestival / Yoy in concerto

sabato 25, dalle ore 10.30 alle 16.30
Auditorium Santa Chiara
Visionari d’Italia, unitevi!
incontro pubblico di tutti i gruppi de L’Italia dei Visionari con, all’interno, Feedback dei Visionari

ore 17.50
Teatro alla Misericordia
Teatro in Fabula / Lino Musella presentano:
Troia city. La verità sul caso Aléxandros
(Selezione Visionari)

ore 19.00
Chiostro Palazzo delle Laudi
Teatro delle Ariette presenta:
Trent’anni di grano 

ore 21.00
Giardino Misericordia
ScenaMadre presenta:
Tre
(Selezione Visionari)

ore 21.55
Chiostro San Francesco
Bernabéu – Covello presentano:
Un po’ di più
(Selezione Visionari)

ore 23.00
Chiostro Santa Chiara
Menoventi presentano:
L’incidente è chiuso

dalle ore 00.15
Campaccio
Dopofestival / Maestro in concerto

domenica 26, dalle ore 10.30 alle 17.30
Auditorium Santa Chiara
Micro e macro drammaturgie della danza
incontro pubblico organizzato con Anghiari Dance Hub

dalle ore 11.00 alle 12.30
Palazzo delle Laudi
Feedback Visionari

ore 18.00
Teatro alla Misericordia
Benjamin Kahn / Cherish Menzo presentano:
Sorry, but I feel slightly disidentified…

ore 19.00
Chiostro Palazzo delle Laudi
Francesca Sarteanesi in:
Almeno nevicasse – Le parole che hai dentro
(community specific) 

ore 21.00
Giardino Misericordia
Piccola Compagnia Dammacco presenta:
Spezzato è il cuore della bellezza
(anteprima) 

ore 22.10
Chiostro Santa Chiara
Jérôme Bel in:
Isadora Duncan

ore 23.20
Chiostro San Francesco
DAF / Angelo Campolo presentano:
Stay Hungry – Indagine di un affamato
(vincitore In-Box 2020) 

dalle ore 00.30
Campaccio
Dopofestival – Chiasma / Salvo Lombardo presentano:
Outdoor Dance Floor
(in collaborazione con Anghiari Dance Hub)

www.kilowattfestival.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.