Dopo l’esperienza “post-COVID” dell’anno scorso, torna a Sansepolcro il Kilowatt Festival, questa volta con un’offerta rimpinguata ed energia da vendere, scaturite entrambe dal lavoro di adattamento e trasformazione che il teatro italiano e mondiale sono stati chiamati a mettere in atto per reinventarsi e sopravvivere alla cieca gestione di questo settore bistrattato dagli eventi e da chi, in teoria, dovrebbe salvaguardarlo.

Diciannove anni di sforzi, compromessi e sacrifici per portare, ogni estate, cultura e dialogo al centro dell’attenzione in un Paese che ben prima dell’avvento del virus aveva già relegato questi elementi fondativi della società ai margini della res pubblica, perché poco redditizi. Diciannove anni di collaborazioni, incontri e contaminazioni per seminare i germogli di un pensiero meticcio, critico e dallo sguardo luminoso capace di abbracciare gli errori del passato, accettarli ed evolversi, perché solo nel cambiamento c’è salvezza. Diciannove anni, insomma, di Kilowatt Festival, la manifestazione ideata da Lucia Franchi e Luca Ricci in quel di Sansepolcro, nonostante tutto.

Le problematiche che la sindemia di COVID-19 ha portato alla luce relativamente al mondo dello spettacolo nelle sue forme presenziali sono oramai ben note. Quello che vale la pena di sottolineare, però, è la fervida pazienza «di artisti, tecnici, organizzatori, amministrativi, addetti alla comunicazione, volontari e anche spettatori, che hanno tenuto vivo il teatro, proprio quando sembrava impossibile». QUESTA FERVIDA PAZIENZA, dunque, come titolo e manifesto di un Festival tenace e resistente che vede nella sofferenza e nei traumi una chiave di volta per piegarsi, ri-flettersi e mutare. Ma come passerà ‘a nuttata, in questa edizione?

«Dalla riflessione sulla parità di genere all’immaginario coloniale proiettato sulle minoranze, dal conflitto tra le differenti possibilità a disposizione delle diverse generazioni, alle forme di tutela della salute pubblica e individuale, fino ad arrivare al ricordo di due anniversari storici, uno ventennale, l’altro trentennale, che sono stati eventi separatori nella memoria collettiva del nostro Paese», dichiarano i fondatori dell’Associazione CapoTrave/Kilowatt. Un tripudio di innesti con un repertorio teatrale, coreutico e musicale decisamente ben fornito: da venerdì 16 luglio a sabato 24 luglio 2021, infatti, la kermesse toscana ospiterà 19 tra prime e anteprime nazionali, 10 spettacoli di artisti di altri paesi europei, provenienti da Francia, Olanda, Germania, Irlanda, Belgio, Austria ed Estonia.

Padrini del Festival, quest’anno, i pluripremiati Spiro Scimone e Francesco Sframeli, duo artistico siciliano nato negli anni ’90 che, per l’occasione, metterà in scena il suo spettacolo storico Il Cortile, Premio Ubu 2004 come miglior testo italiano, nonché Bella Festa, esito del laboratorio condotto con attrici e attori professionisti a Sansepolcro. Una volta inaugurato da loro, il Festival proseguirà in più direzioni, ospitando, tra gli altri, Non abbiate paura – Grand Hotel Albania, scritto da Francesco Niccolini e interpretato da Luigi D’Elia, La rivolta dei brutti, di e con Filippo Renda per la regia di Stefano Cordella, Atlante linguistico della pangea, della compagnia Sotterraneo, ARA! ARA!, del duo coreutico Panzetti/Ticconi, Coefore Rock&Roll – theatrical version, di Enzo Cosimi e molto altro ancora. Nota a margine: esattamente nel giorno e nell’ora della morte di Carlo Giuliani, vent’anni dopo, andrà in scena GiOtto – studio per una tragedia, di e con Giuseppe Provinzano, il quale metterà in forma di tragedia classica il racconto dei fatti del G8 di Genova del 2001.

Dall’estero, poi, arriveranno dieci spettacoli europei, per osservare con curiosità la scena performativa al di là dei confini nazionali. I primi saranno gli irlandesi Shanna May Breen e Luke Casserly con il loro Root, un’analisi della relazione tra l’umano e il vegetale coprodotto da Be SpectACTive!. A seguire, una serie di debutti francesi nel belpaese, con Le Grand Sommeil di Marlon Sléfert, i primi due capitoli della trilogia Pourama Pourama, Touch Me e Taste Me, di Gurshad Shaheman e Why We Fight – Yes di Eric Arnal-Burtschy, per poi tuffarsi nell’olanda di Neptune (Lois Alexander), If You Could See Me (Arno Schuitemaker) e La Codista (Marleen Scholten).

Interessanti per la loro recente introduzione ed elaborazione, quest’anno a Sansepolcro saranno presenti anche spettacoli/performance/esperienze per uno spettatore alla volta, tra cui citiamo Eclissi di Sesti, Contini e Fumo Frattegiani, in cui ognuno/a sarà chiamato/a ad attraversare un percorso urbano per affrontare il tema dell’Alzheimer e Shakespeare Showdown – With A Kiss I Die del collettivo Enchiridion, un videogioco basato sulla celebre storia di Romeo e Giulietta e interpretato (prima di essere pixelati) da Iaia Forte, Tindaro Granata e Antonella Questa.

Oltre alla selezione ufficiale, nel nome dell’audience engagement, il Festival ospiterà anche 9 spettacoli selezionati dai Visionari, 67 cittadini della Valtiberina chiamati a selezionare parte del cartellone del Kilowatt. « Gli spettacoli della Selezione Visionari andranno in scena il 21, 22 e 23 luglio; al mattino, gli incontri, aperti a tutto il pubblico, approfondiscono l’analisi dei lavori andati in scena la sera precedente, coinvolgendo gli artisti delle compagnie ospiti e i Visionari stessi che li hanno scelti».

Ma non sarebbe un Kilowatt senza incontri pubblici al di fuori dei limiti del palcoscenico: oltre alla lezione aperta con Scimone/Sframeli sulla necessità di un teatro artigianale, guidata da critici e operatori del settore (dal titolo Il teatro è ventre di madre), quest’edizione ospiterà anche il convegno Next Generation Dance in collaborazione con Anghiari Dance Hub per discutere sui nuovi assetti legislativi che riformeranno a breve il settore dello spettacolo dal vivo e il convegno Beyond the Pandemic: the new concept of Participation, che riflette sul significato del concetto stesso di partecipazione.

Per l’elenco completo rimandiamo al programma qui sotto e alla pagina web di Kilowatt Festival.

Programma

16-24 luglio 2021

Venerdì 16 Luglio 

11:00 – 13:00, 15:00 – 22:00
Teatro alla Misericordia
virtual experience
Enchiridion
Shakespeare Showdown – 25’
uno spettatore ogni 30’
progetto sviluppato nel contesto di Residenze Digitali

17:00 – 18:30
Auditorium Santa Chiara
meeting
Il teatro è ventre di madre
incontro pubblico a partire dall’opera di Scimone Sframeli (parte prima)
con la lettura di un frammento di testo inedito di Spiro Scimone

17:00 – 20:00, 21:30 – 23:00
Giardini di Piero
(prima nazionale)
teatro
Sesti, Contini, Fumo
Eclissi – 25’
uno spettatore ogni 30’

19:00 – 20:00
Giardini di Piero / Piazza dei Beni Comuni
meeting
Diamo i numeri! Impresa ed economia civile
con Massimiliano Bruni e Carlo Andorlini
in collaborazione con Progetto Valtiberina

20:15 Teatro Dante
teatro
Scimone Sframeli
Ilcortile – 50’

21:30 Chiostro San Francesco
(anteprima)
teatro
INTI / Luigi D’Elia, Francesco Niccolini
Non abbiate paura – 60’

22:50 Chiostro Santa Chiara
danza
Daniele Ninarello
Pastorale – 50’

23:00 Giardini di Piero / dopofestival
musica
Pavimento Fertile live performance e dj-set – 60′

 

Sabato 17 Luglio

10:30 – 17:00
Auditorium Santa Chiara
meeting
Il teatro è ventre di madre
incontro pubblico a partire dall’opera di Scimone Sframeli (parte seconda)

11:00 – 13:00, 15:00 – 22:00
Teatro alla Misericordia
virtual experience
Enchiridion
Shakespeare Showdown – 25’
uno spettatore ogni 30’
progetto sviluppato nel contesto di Residenze Digitali

17:00 – 20:00, 21:30 – 23:00 Giardini di Piero (prima nazionale)
teatro
Sesti, Contini, Fumo
Eclissi – 25’
uno spettatore ogni 30’

18:00 Teatro alla Misericordia
teatro
Nardinocchi / Matcovich
Arturo – 60’
spettacolo finalista In-Box 2021

19:00 – 20:00 Giardini di Piero / Piazza dei Beni Comuni
meeting
Da Smart City a Social City: Ripensare i luoghi e gli spazi urbani
con David Gori e Ermete Realacci
in collaborazione con Progetto Valtiberina

19:00 Palazzo Aloigi Luzzi
(anteprima)
teatro
Shanna May Breen, Luke Casserly
Root – 30’
spettacolo sviluppato nel contesto di Be SpectACTive!

20:15 Teatro Dante
teatro
Scimone Sframeli
BellaFesta – 60’
esito del laboratorio

21:35 Chiostro San Francesco
danza
Panzetti / Ticconi
Ara! Ara! – 50’
in collaborazione con Anghiari Dance Hub

22:45 Chiostro Santa Chiara
(prima nazionale)
teatro
Marion Siéfert
Le grand sommeil – 60’

23:00 Giardini di Piero / dopofestival
musica
Arco in concerto – 60′
a seguire dj-set di DjCollo

 

Domenica 18 Luglio

10:30 – 17:00 Auditorium Santa Chiara
meeting
Next Generation Dance
incontro pubblico realizzato in collaborazione con Anghiari Dance Hub

11:00 – 13:00, 15:00 – 22:00 Teatro alla Misericordia
virtual experience
Enchiridion
Shakespeare Showdown – 25’
uno spettatore ogni 30’
progetto sviluppato nel contesto di Residenze Digitali

17:00 – 20:00, 21:30 – 23:00 Giardini di Piero
(prima nazionale)
teatro
Sesti, Contini, Fumo
Eclissi – 25’
uno spettatore ogni 30’

17:10 da Piazza Santa Chiara
danza
Nicola Galli
Il mondo altrove: un dialogo gestuale – 30’
urban version

18:00 Teatro alla Misericordia
(prima nazionale)
danza
Linda Hayford
Processing – 30’

19:00 – 20:00 Giardini di Piero / Piazza dei Beni Comuni
urban walk
Botanica Urbana: passeggiata nel centro storico alla scoperta delle erbe spontanee
a cura del Circolo degli Esploratori di Sansepolcro
in collaborazione con Progetto Valtiberina

20:15 Palazzo Aloigi Luzzi
teatro
Francesca Sarteanesi
Sergio – 60’

21:35 Chiostro San Francesco
(prima nazionale)
danza
Francesco Marilungo / Körper
Party Girl – 50’

22:45 Chiostro Santa Chiara
danza
Nicola Galli
Il mondo altrove – 50’

23:00 Giardini di Piero / dopofestival
live performance
Throat patterns + Fabrizio Fancelli aka FANCE – 60′
a seguire dj-set di Michele Mandrelli

 

Lunedì 19 Luglio

11:00 – 13:00, 15:00 – 22:00 Teatro alla Misericordia
virtual experience
Enchiridion
Shakespeare Showdown – 25’
uno spettatore ogni 30’
progetto sviluppato nel contesto di Residenze Digitali

17:00 – 20:00, 21:30 – 23:00 Giardini di Piero
(prima nazionale)
teatro
Sesti, Contini, Fumo
Eclissi – 25’
uno spettatore ogni 30’

18:00 Teatro alla Misericordia
(prima nazionale)
danza
Lois Alexander
Neptune – 40’

19:00 Chiostro Santa Chiara
(prima nazionale)
teatro
Gurshad Shaheman
Pourama pourama: Touch me – 75’

20:40 Giardini di Piero
(prima nazionale)
teatro
Gurshad Shaheman
Pourama pourama: Taste me – 75’
(cena inclusa nello spettacolo) – vietato ai minori di 14 anni

22:15 Chiostro San Francesco
danza
Enzo Cosimi
Coefore Rock n’ Roll – 55’

23:00 Giardini di Piero / dopofestival
musica
dj-set di DjCollo – 60′

 

Martedì 20 Luglio

11:00 – 13:00, 15:00 – 22:00 Teatro alla Misericordia
virtual experience
Enchiridion
Shakespeare Showdown – 25’
uno spettatore ogni 30’
progetto sviluppato nel contesto di Residenze Digitali

16:00 – 17:30 Auditorium Santa Chiara
meeting
Beyond the Pandemic: the new concept of Participation
nell’ambito del progetto europeo Be SpectACTive!

17:00 – 20:00, 21:30 – 23:00 Giardini di Piero
(prima nazionale)
teatro
Sesti, Contini, Fumo
Eclissi – 25’
uno spettatore ogni 30’

18:00 – 22:00 Oratorio di Santa Maria delle Grazie
mostra
CONTEXT / visual

18:00 Oratorio di Santa Maria delle Grazie
(prima nazionale)
danza
Alessandro Carboni
CONTEXT / solo – 15’

18:50 Palazzo Aloigi Luzzi
teatro
Babel Crew
GiOtto – 65’

20:15 Teatro Dante
teatro
Giuliano Scarpinato
A + A – 70’

21:45 Teatro alla Misericordia
(prima nazionale)
danza
Alessandro Carboni
CONTEXT / trio – 45’

21:45 Chiostro San Francesco
teatro
Marleen Scholten
La Codista – 60’

23:00 Chiostro Santa Chiara
(prima nazionale)
danza
Arno Schuitemaker
If You Could See Me Now – 55’

23:00 Giardini di Piero / dopofestival
musica
dj-set di DjCollo – 60′

 

Mercoledì 21 Luglio 

10:00 Oratorio di Santa Maria delle Grazie
(prima nazionale)
danza
Alessandro Carboni
CONTEXT / solo – 15’

10:30 – 17:00 Auditorium Santa Chiara
meeting
Beyond the Pandemic: the New Concept of Participation
convegno internazionale nel contesto di Be SpectACTive!

11:00 – 13:00, 15:00 – 22:00 Teatro alla Misericordia
virtual experience
Enchiridion
Shakespeare Showdown – 25’
uno spettatore ogni 30’
progetto sviluppato nel contesto di Residenze Digitali

17:00 – 22:00 Oratorio di Santa Maria delle Grazie
mostra
CONTEXT / visual

17:00 – 20:00, 21:30 – 23:00 Giardini di Piero
(prima nazionale)
teatro
Sesti, Contini, Fumo
Eclissi – 25’
uno spettatore ogni 30’

18:00 Chiesa di San Lorenzo
(prima nazionale)
danza
Alessandro Carboni
CONTEXT / duo – 30’

19:00 Giardini di Piero / Piazza dei Beni Comuni
(prima nazionale)
urban walk
Sööt/Zeyringer
Connecting Views – 60’
progetto partecipativo sviluppato nel contesto di Be SpectACTive!

20:15 Teatro Dante
teatro
Unterwasser
Untold – 50’
Selezione Visionari 2021

21:40 Teatro alla Misericordia
(prima nazionale)
danza
Alessandro Carboni
CONTEXT / trio – 45’

21:40 Chiostro Santa Chiara
teatro
Carlotta Piraino / Fortezza Est
Togliatti mon amour – 60’
Selezione Visionari 2021

23:00 Chiostro San Francesco
danza
Adriano Bolognino
Your Body Is A Battleground – 20’
Selezione Visionari 2021

23:20 Giardini di Piero / dopofestival
musica
dj-set di DjCollo – 60′

 

Giovedì 22 Luglio

10:30 – 17:00 Auditorium Santa Chiara
meeting
Beyond the Pandemic: the New Concept of Participation
all’interno del progetto europeo Be SpectACTive!
al suo interno, dalle 14:30 alle 16:30: Feedback Visionari

11:00 – 13:00, 15:00 – 22:00 Teatro alla Misericordia
virtual experience
Enchiridion
Shakespeare Showdown – 25’
uno spettatore ogni 30’
progetto sviluppato nel contesto di Residenze Digitali

17:00 – 20:00, 21:30 – 23:00 Giardini di Piero
(prima nazionale)
teatro
Sesti, Contini, Fumo
Eclissi – 25’
uno spettatore ogni 30’

17:45 Teatro alla Misericordia
(prima nazionale)
teatro
Renda – Cordella
La rivolta dei brutti – 75’

19:00 – 20:00 Giardini di Piero / Piazza dei Beni Comuni
meeting
Il futuro del cibo: Agricoltura e filiere sostenibili
con Jacopo Orlando, la ristoratrice e ‘architetto del gusto’ Alessia Uccellini, lo chef Pietro Leermann, ristorante Jola, una stella Michelin
in collaborazione con Progetto Valtiberina

20:15 Teatro Dante (anteprima)
danza
Mariella Celia, Cinzia Sità
Bisbigliata Creatura – 45’
Selezione Visionari 2021

21:20 Chiostro San Francesco
teatro
Capparella, Makhloufi – Artifragili
Eroicamente scivolato – 45’
Selezione VisioYoung 2021

22:25 Chiostro Santa Chiara
teatro
Teatro Elettrodomestico
Supersocrates – 60’
Selezione Visionari 2021

23:00 Giardini di Piero / dopofestival
musica
Bruno Dorella in concerto – 60′
a seguire dj-set di DjCollo

 

Venerdì 23 Luglio

10:30 – 12:30 Auditorium Santa Chiara
meeting
Feedback Visionari

11:00 – 13:00, 15:00 – 22:00 Teatro alla Misericordia
virtual experience
Enchiridion
Shakespeare Showdown – 25’
uno spettatore ogni 30’
progetto sviluppato nel contesto di Residenze Digitali

17:00 – 20:00, 21:30 – 23:00 Giardini di Piero
(prima nazionale)
teatro
Sesti, Contini, Fumo
Eclissi – 25’
uno spettatore ogni 30’

17:50 Teatro alla Misericordia
teatro
Dimitri / Canessa
Ad esempio questo cielo – 70’
Selezione Visionari 2021

18:00, 19:15, 20:30, 21:30 Palazzo Aloigi Luzzi
(prima nazionale)
teatro
Sinisi, Bronzino, Fassone
Architettura della disobbedienza – 45’

19:00 – 20:00 Giardini di Piero / Piazza dei Beni Comuni
urban walk
Borgo Code: Riscoprire il centro storico un QR Code alla volta
a cura di Koinervetti
in collaborazione con Progetto Valtiberina

20:15 Teatro Dante
(prima nazionale)
danza
Collettivo Munerude
Granito – 50’
Selezione Visionari 2021

21:20 Chiostro Santa Chiara
teatro
Sotterraneo
Atlante linguistico della Pangea – 60’

22:40 Chiostro San Francesco
teatro
Teatro Artigianale
Vomito – 30’
Selezione Visionari 2021

23:15 Giardini di Piero / dopofestival
musica
Girless in concerto – 60′
a seguire dj-set di Majhoulo

 

Sabato 24 Luglio

10:30 – 12:30 Auditorium Santa Chiara
meeting
Feedback Visionari

11:00 – 13:00, 15:00 – 22:00 Teatro alla Misericordia
virtual experience
Enchiridion
Shakespeare Showdown – 25’
uno spettatore ogni 30’
progetto sviluppato nel contesto di Residenze Digitali

17:00 – 20:00, 21:30 – 23:00 Giardini di Piero
(prima nazionale)
teatro
Sesti, Contini, Fumo
Eclissi – 25’
uno spettatore ogni 30’

18:00, 19:15, 20:30, 21:30 Palazzo Aloigi Luzzi
(prima nazionale)
teatro
Sinisi, Bronzino, Fassone
Architettura della disobbedienza – 45’

18:00 Teatro alla Misericordia
(prima nazionale)
teatro
Daniele Turconi
Gianluca – 60’

19:00 – 20:00 Giardini di Piero / Piazza dei Beni Comuni
meeting
Prospettive Circolari: Turismo lento e Vie di Francesco
con David Gori, Giovanni Ramaccioni e Antonio Moresco
in collaborazione con Progetto Valtiberina

20:15 Chiostro San Francesco
(prima nazionale)
teatro
Eric-Arnal Burtschy
Why we fight – 60’

21:30 Chiostro Santa Chiara
teatro
Lisa Ferlazzo Natoli / lacasadargilla
L’amore del cuore – 50’

22:40 Piazza Torre di Berta
teatro
Andrea Cosentino
Fake Folk – 75’

00:00 Giardini di Piero / dopofestival
musica
Wow in concerto – 60′
a seguire dj-set di Majhoulo

 

www.kilowattfestival.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.