Cappelli a cilindro

In scena al Piccolo Jovinelli le vicissitudini quotidiane di un trio di musicisti divisi fra arte e sopravvivenza, tra strada e teatro, tra Igor Stravinskij e Consuelo Velázquez.

La vera storia dell’AMA Trio è un frammento di vita quotidiana, una sorta di spettacolo autobiografico che vuole raccontare le mille difficoltà con cui devono fare i conti tre musicisti che scelgono di vivere della propria arte. È un incontro casuale il germe iniziale della storia, un malinteso che porta Paolo, Javier e Jaime a decidere di costituirsi come gruppo. Da qui è tutto un susseguirsi di prove, di situazioni comiche, di vere e proprie esecuzioni musicali, tutto giocato sulla sottile linea di un’ironia intelligente e garbata. Protagonista indiscussa dell’intero spettacolo è la musica, presente dall’inizio alla fine e vero e proprio filo conduttore dell’intreccio. La storia diventa quindi un pretesto per offrire ai tre sulla scena lo spunto per cimentarsi in esecuzioni musicali complesse, in modo spesso originale e sorprendente. Un richiamo al Cafè chantant, al Varietà di antica memoria, una successione di vere e proprie perle di sapienza musicale incastonate in un racconto di difficoltà tristemente attuali. L’esordio alla regia di Silvia Pettinaro è un omaggio alla perseveranza e alla passione artistica arricchito e valorizzato dalla presenza in scena di tre musicisti d’eccezione, prestatisi al palcoscenico teatrale con leggerezza e spontaneità. Un concerto spettacolo che si apre con le note de Il volo del calabrone di Korsakov e prosegue con Stravinskij e Velázquez, alternando jazz e classica, passando per musiche di tradizione venezuelana e cilena e pescando nella cultura artistica e personale dei tre musicisti.
Un esperimento molto ben riuscito, dove la competenza musicale riesce a supplire alle ingenuità recitative, pareggiando il bilancio finale: quello che viene offerto allo spettatore è un prodotto a metà tra lo spettacolo musicato e il concerto recitato, un piacere per le orecchie ma allo stesso tempo un richiamo alla situazione non facile dei lavoratori dello spettacolo, sempre sul filo dell’ironia e senza mai prendersi troppo sul serio, riuscendo a regalare un momento di pura poesia persino sullo sfondo del tram 8. Tanto di cappello!

Lo spettacolo è andato in scena:
Teatro Piccolo Ambra Jovinelli
via Guglielmo Pepe, 43 – Roma
domenica 30 ottobre, ore 21.00

Il Teatro Piccolo Jovinelli e Il Baffo della Gioconda presentano
La vera storia dell’AMA Trio
da un’idea di Paolo Montin
regia Silvia Pettinaro
con Paolo Montin, Javier Camarda, Jaime Seves
coregia Marco Di Pietro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.