Un’occasione mancata

Al Teatro Litta va in scena la quarta edizione di Work in Progress. Quest’anno debutta Giovanni Scacchetti, che si cimenta con un testo ispirato a Malcolm di James Purdy.

Le premesse per mettere in scena un ottimo spettacolo ci sono tutte: un regista uscito dall’Accademia Silvio D’Amico di Roma, un importante teatro milanese che organizza un master triennale per giovani registi emergenti, giunto alla sua quarta edizione. Anche il testo è una scelta interessante: liberamente tratto da un romanzo dell’americano James Purdy, racconta la storia commovente del giovane Malcolm, bello e innocente, del quale tutti si innamorano per cercare di carpirgli un po’ della sua luce. Malcolm finirà, inevitabilmente, per essere corrotto e consumato dal mondo che lo circonda.

Purtroppo questi ingredienti – regista, testo, master teatrale – non riescono a mixarsi in maniera convincente.
Lo spettacolo manca di ritmo – tanto da sembrare molto più lungo di quanto sia effettivamente – e perde spesso di significato. Leggendo le note di regia si ha l’impressione di aver assistito a qualcosa che, sulla carta, poteva essere un’operazione riuscita, ma in realtà non ha funzionato.

La scenografia, ad esempio, non è una scelta felice: gli interpreti sono schiacciati da un secondo boccascena più piccolo, nero e squadrato, mentre il palco – per connotare l’appartamento della ricca miliardaria alcolista – è ricoperto di bottiglie di liquore vuote – che rimangono a vista anche nei successivi cambi di scena.

Anche l’affluenza di pubblico non è, almeno la sera del debutto, esaltante: peccato, perché lo spettacolo ha diversi elementi positivi e non di poco conto. Il cast è eccellente: il protagonista, Giuseppe Mortelliti, tiene la scena con grande bravura e gli altri interpreti – alcuni dei quali ricoprono anche più ruoli – sono tutti elementi di qualità. Inoltre, il disegno luci di Fulvio Melli è oltremodo suggestivo.

Non va infine dimenticato che il progetto Work in Progress, organizzato dal Teatro Litta, è una possibilità importante – e tra le poche nel suo genere – offerta ai giovani registi di passare dal mondo delle accademie a quello del lavoro effettivo sul palcoscenico.

Il progetto continua:
Teatro Litta
corso Magenta 24
fino a giovedì 21 aprile e da martedì 26 aprile a domenica 1° maggio
debutto nazionale

LITTA_produzioni presenta:
Progetto Work in Progress – IV edizione, secondo anno
La vita in un giorno
testo e regia Giovanni Scacchetti
liberamente ispirato a Malcolm di James Purdy
primo spettatore Antonio Syxty
con Giuseppe Mortelliti (Malcolm)
Sergio Brenna (Mr. Cox, Girard Girard)
Claudia Manini (Madame Girard)
Valeria Almerighi (Laureen, Eloisa, Melba)
Michele Schiano Di Cola (Kermit, Jerome, Gus)
costumi e spazio scenico Gian Maria Sposito e Erich Liotta
musiche originali Le Naphta Narcisse
disegno luci Fulvio Melli
datore luci Alessandro Barbieri
direttore di produzione Antonella Ferrari

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.