Comunicato stampa

Attraverso Project Scuola si promuove il teatro come luogo di arte, pensiero e creazione. Un servizio culturale necessario al benessere e alla crescita dei ragazzi: un contributo importante ad educazione, arte, letteratura e musica, un luogo di incontro e formazione dei giovanissimi.

La Zebra E Lo Scienziato Img 2014Il 12 dicembre è allestita al Teatro Cometa Off la pièce La Zebra e lo Scienziato tratta dal testo di Colonnetti e diretta da Valeria Freiberg, all’interno della rassegna per ragazzi Project Scuola. Sul palco gli attori della Compagnia Teatro A. Lo spettacolo replicherà poi giovedì 19 dicembre sempre al Cometa Off.

Lo spettacolo, tratto dal testo di Colonnetti e diretto dalla stessa Valeria Freiberg, racconta lo spirito che anima l’Italia alla fine degli anni ’20 del Novecento, attraverso la storia dei due protagonisti realmente esistiti, il Professor Gustavo Colonnetti e la moglie Laura. Suscita il più vivo interesse per gli aspetti culturali fra guerra e dopoguerra, mettendo in luce una viva e intensa emozione, sullo sfondo di una Torino novecentesca.

Una pièce poetica, emozionate, di spessore artistico che diviene spunto per una riflessione più ampia su una pagina cruciale della nostra storia nazionale, trattando in maniera approfondita anche tematiche più ampie: dal razzismo alla xenofobia ed evidenziando meccanismi sociali e culturali, che vi stanno alla base, rendendola un’occasione di più ampia consapevolezza. Si fa rivivere nel pubblico il ricordo di due persone straordinarie, aprendosi contemporaneamente alla Storia tramite la contrapposizione fra la “disumanità” dell’oblio e la comprensione emotiva dell’irripetibilità del singolo destino umano.

Teatro Cometa Off
Via Luca della Robbia, 47 00153 Roma – Testaccio
12 dicembre, ore 10 – 19 DICEMBRE ore 10 e in replica ore 12
tel 0657284637 cometa.off@cometa.org www.cometaoff.it
Matinèe ore 10 / Biglietto intero: 10€ / Biglietto ridotto: 8€ /

La Zebra e lo Scienziato
di e da L. Colonnetti
drammaturgia e regia Valeria Freiberg
con Cristina Colonnetti e Giacomo De Rose

Valeria FreibergLa regina delle nevi, tratta dalla favola di Andersen e Schwarz, sarà allestita il 20 e 22 dicembre al Teatro Cometa Off. Viene proposta in forma di lettura drammatizzata, e narra il miracolo di un’amicizia sincera, la solidarietà che riscalda, il divertimento dei giochi natalizi vicino al camino. Realizzata in chiave ironico e divertente, è un vero e proprio trionfo di musica, colori, divertimento e poesia per i bambini.

Una delle favole più famose del mondo, è stata narrata in centinaia di versioni mondiali, costituendo l’eredità culturale di numerosi popoli.

È uno spettacolo multimediale ideato come una articolata azione scenica capace di unire teatro di prosa, danza, letteratura e musica: quattro diverse discipline creative si ispirano, si mescolano a vicenda per indagare e improvvisare sul destino dei personaggi di una fiaba più accattivante e variopinta, per raccontarla non come una favola classica di taglio “romanzo vittoriano didattico”, ma piuttosto come un poema fantastico tessuto dai giochi teatrali e musicali.

La regina delle nevi racconta un viaggio, inteso non solo come l’esperienza che la bambina di nome Gherda compie alla ricerca dell’amico Kay, ma anche come percorso interiore, di crescita e costruzione della propria identità: un cammino emotivo che spinge la protagonista ad abbandonare il mondo dell’infanzia per avventurarsi verso la crescita.
Lo spazio della favola è innanzitutto quello di una città innominata, che si articola in una moltitudine di sotto-spazi: piazza, boschi, palazzo reale, corridoi, tana dei briganti, ghiacci del Polo Nord…e poi ancora ci sono la neve, la nebbia, le luci soffuse di un interno intimo e caldo, le atmosfere di un paese che pure non è nominato, ma continuamente alluso, descritto, additato da qualche riferimento esplicito, o proclamato, di fatto, dall’espressione delle voci degli attori che parlano saltando da un danese storpiato ad un italiano alto, arricchito qua e là, dalle sfumature regionali con accenti esplicitamente epici.
La Regina delle Nevi è una storia piena di significati e messaggi universali.

Il viaggio che Gherda intraprende per ritrovare Kay è una metafora del passaggio dalla fanciullezza all’età dell’adolescenza. La scheggia di ghiaccio finita nel cuore di Kay è quella che un po’ tutti oggi conserviamo nel cuore in attesa di un amore sincero che riuscirà a scioglierla. La Regina delle Nevi racconta la vittoria delle forze del cuore sul freddo della razionalità, è l’augurio che l’amore inteso come comprensione e fiducia possa vincere le seduzioni del male senza anima, che oggi come ai tempi di Andersen minaccia di raffreddare i nostri cuori.

Teatro Cometa Off
Via Luca della Robbia, 47 00153 Roma – Testaccio
20 dicembre ore 10.30 – replica 22 dicembre ore 11
tel 0657284637 cometa.off@cometa.org www.cometaoff.it
Matinèe ore 10 e 12 / Biglietto intero: 10€ / Biglietto ridotto: 8€ /

La regina delle nevi
di e da H.C. Andersen, E. Schwarz

L’Associazione Ariadne – Teatro A è il cammino artistico di una compagnia teatrale storica che in cinque anni ha intrattenuto e affascinato per lunghi anni le platee italiane e non solo.

Nasce nel 1969 a Catania nel Teatro Angelo Musco come La compagnia Sociale di Arnaldo Ninchi; da importante compagnia privata di teatro e di prosa si trasforma, nel 2004, nell’Associazione culturale Ariadne, lasciando immutato, però, l’animo stesso dell’impresa iniziale: l’emozione per il teatro e la grande attenzione per il proprio pubblico. Nel 2012 i giovani attori dell’Associazione Ariadne – con la direzione artistica della regista Valeria Freiberg – formano la Compagnia Teatro A, che è un gruppo di lavoro e di ricerca con l’obiettivo di elaborare in modo paradigmatico il percorso artistico e culturale dell’Ariadne, riassumendone le direzioni di ricerca messe a punto negli ultimi anni.

La Compagnia Teatro A si occupa esplicitamente delle arti sceniche contemporanee, concentrando l’attenzione soprattutto sull’arte dell’attore e sulla ricerca nell’ambito teatrale. Nel corso degli anni ha collaborato attivamente con tutto il territorio nazionale e con alcune delle realtà istituzionali e sociali più significative; fra cui il progetto della Regione Lazio Io Leggo, AGIScuola, Save the Children Italia, FlyingTiger (Copenhagen), Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il MiBACT.

Il percorso professionale ha portato la Compagnia Teatro A ad affiancare ed approfondire un lavoro artistico ed un impegno culturale concreto e progettuale, con una costante attenzione all’incessante evoluzione del panorama culturale e teatrale europeo ed italiano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.