Un’altalena di emozioni

TéléchargéAl Teatro Tordinona, venerdì 20 luglio, Guido Del Vento ha portato in scena L’amore dietro ogni cosa, uno spettacolo tratto dall’omonimo libro edito dalle Edizioni DrawUp di Simone Di Matteo, con cinque talentuosi attori capitanati da Alessandro Di Marco.

Simon, un uomo di mezza età, non ha ancora superato l’abbandono di quel padre forte quanto ingombrante, dal quale ha imparato che l’amore “è al di là di tutto, dietro ogni cosa”. Ora che si trova a combattere tra la vita e la morte nel letto di un ospedale, Simon  ripercorre la sua vita fatta di scelte sbagliate, di amori folli, di dipendenze affettive e di rifiuti, attraverso cinque diverse forme di pensiero che includono il gioco, la lotta, il sostegno, il giudizio e l’incontro.

Su un’ideale altalena in cui oscillano le sue emozioni, l’uomo affronta il difficile passaggio, naturale, al quale non si è mai pronti, ma con quella consapevolezza che ogni gesto è stato compiuto con amore.

Sul palcoscenico sono così schierati il protagonista Alessandro Di Marco, istrionico nel saper dare al suo personaggio diverse sfumature, e gli altri attori, Barbara Bricca, Cristina Colonnetti, Antonio De Stefano, Federico Galante e Gabriele Planamente, posti per lo più a sinistra del palco e alle prese col gioco della campana, disegnata a terra, così come si faceva un tempo, quando ci si divertiva con poco.

Non a caso quel gioco dalle semplici regole è detto anche paradiso, quello in cui Simon è pronto a ritrovarsi, qualora riuscisse a raggiungere quella porta che vede in lontananza.

Tutti gli attori, bravissimi, sono rigorosamente vestiti di bianco e impegnati per lo più in un lavoro fisico fatto di gesti, prese, abbracci, lotte, dove forte predomina l’amore e la passione, elaborata anche dal regista Guido Del Vento, conosciuto sulla scena grazie allo spettacolo L’altrui Misura – Diversamente uguali e come assistente alla regia dello spettacolo di Di Marco Io che amo solo te. Del Vento, ancora una volta dimostra una crescente versatilità nel saper dar vita a storie dove i sentimenti sono nascosti dietro le righe, le stesse, intense e toccanti del libro di Simone Di Matteo, da cui è nato questo interessante adattamento teatrale, curato proprio insieme all’autore e agli attori Barbara Bricca, Gabriele Planamente, con cui Guido ha già lavorato nel suo Sempre e solo io e te.

Lo spettatore ne L’amore dietro ogni cosa viene quasi preso per mano e trascinato all’interno di una dimensione irreale, guidato lungo gli articolati e infiniti luoghi della mente. Questo avviene anche nel libro, seppur la chiave di lettura che Del Vento ha trovato per metterlo in scena è diversa, ma restituisce il messaggio che Di Matteo porta avanti nel suo scritto, ovvero che “l’amore è quel miraggio al quale dobbiamo tener fede sempre; un inno contro la violenza e ogni sorta di discriminazione. Perché l’amore non è prerogativa di nessuno: conduce all’amare, e amare è libertà, senza la quale vivere non avrebbe alcun senso. Perché l’amore è dietro ogni cosa. Non c’è errore se si segue l’amore”.

E l’amore è anche dietro ogni lavoro, dietro il tanto sudore che ha impregnato i corpi di tutti gli attori e soprattutto l’amore è dietro ogni applauso, ricevuto per tanta bellezza che giunge unicamente dal cuore.

Lo spettacolo è andato in scena:
Teatro Tordinona
via degli Acquasparta, 16 – Roma
venerdì 20 luglio ore 19.00 e 21.00

L’amore dietro ogni cosa
di Simone Di Matteo
adattamento teatrale Simone Di Matteo, Barbara Bricca, Guido Del Vento, Gabriele Planamente
regia Guido Del Vento
con Alessandro Di Marco, Barbara Bricca, Cristina Colonnetti, Antonio De Stefano, Federico Galante, Gabriele Planamente
ufficio stampa Mauro Caldera MC Press

www.tordinonateatro.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.