Le icone del sorriso da supermercato

Al Pim Off, nuovo spazio scenico della periferia milanese, le “emoticons” si umanizzano e dicono la loro sulla vita.

Nell’era della comunicazione veloce e delle “emoticons” – quelle simpatiche faccine che costellano le nostre chat e i nostri sms – si sapeva che, prima o poi, avrebbero raggiunto anche il teatro: era solo questione di tempo.

In uno spettacolo, irriverente e divertente, la faccina più famosa al mondo canta canzoni che assumono un tono talvolta scherzoso, inneggiano alla donna al supermercato con il carrello pieno fino all’orlo – mentre noi abbiamo solo due birre e vorremmo passare – raccontano storie d’amore, di vita, di guerra – e qui rasentano volutamente il grottesco, spiegando gli effetti dell’uso del fosforo bianco sulle persone con il tono leggero e sorridente che le contraddistingue.

Dell’ampio spazio scenico disponibile viene utilizzata solo una piccola porzione, adibita a palco per il concerto dell’emoticon, tutto il resto della sala rimane in penombra – anzi, praticamente al buio.

L’attore è penalizzato dalla grande maschera a forma di faccina che gli copre il viso, sebbene riesca a muovere con grande espressività il corpo. Il sorriso stereotipato, a tratti, pare addirittura cambiare espressione.

Lo spettacolo lascia lo spettatore pieno di dubbi: perché una parte dei movimenti è eseguita nel buio quasi totale quando è impossibile seguire l’attore in questo modo? Come mai la performance inizia e finisce con una lunga proiezione, in bianco e nero, di una strada? È la strada che stiamo seguendo o quella che non dovremmo seguire? Per quale motivo l’attore spesso si comporta come se avesse problemi motori?

Probabilmente tutte queste domande non avranno mai una risposta o, forse, non potrebbero neanche averla.
Il messaggio finale, con cui si chiude lo spettacolo – forse contro il Ministro Bondi – assurge a toni paradossali: se il teatro è morto, cosa ci facciamo noi spettatori seduti qui? Il teatro non sarà mai morto, finché continueremo a crederci.

Lo spettacolo è andato in scena:
Teatro Pim Off

Via Selvanesco 75, Milano
venerdì 8 e sabato 9 ottobre, ore 21.00

Emotical Icon Show
ideazione Diego Invernizzi
regia Clara Sancricca e Diego Invernizzi
musiche Alberto Scotti
luci Andrea Gentili
scene Sanfelice Creazioni Artistiche
creato con il sostegno di Comune di Cerano – Assessorato alla Cultura
prima regionale

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.