Rita e Giulia: gioco di squadra al femminile

piccolo-teatro-milano-80x80Al Teatro Grassi di Milano una bravissima Giulia Lazzarini ridà voce a Rita Levi Montalcini.

Le lettere, custodite, per quanto riguarda quelle di famiglia, dalla gemella Paola. E gli stralci dell’autobiografia, Elogio dell’imperfezione, pubblicata da Garzanti nel 1987, un anno dopo aver ricevuto il Nobel per la medicina. Da questo materiale, di sorprendente ironia, lucidità, chiarezza e saggezza, Valeria Patera e Andrea Grignolio hanno tratto una lettura scenica, Le parole di Rita, sulla vita, le idee e il lavoro scientifico di Rita Levi Montalcini, affidata a una bravissima Giulia Lazzarini e messa in scena al Piccolo Teatro Grassi, a Milano. Se ci si fosse limitati a questo, lo spettacolo sarebbe stato perfetto. Invece Valeria Patera ha voluto una colonna sonora di ingombrante banalità: saranno pur stati i brani preferiti dalla Levi Montalcini, ma sparare Beethoven e Mozart a quel volume, fin a coprire la stessa Lazzarini, aggiunge retorica a testi che di retorico non hanno nulla, affrontati dall’attrice con straordinaria grazia e pacatezza. Per non parlare poi delle immagini sul fondo: proiettate del tutto a caso, in un misto di fotografie generiche e brutti video di cellule, onde e soldati, uniti a un inutile filmato della Levi Montalcini in posa al microscopio. Sembra quasi che la regista non si sia fidata né della forza delle parole della scienziata, né della bravura della Lazzarini. Peccato, perché la sobrietà è proprio la cifra che esalta l’intelligenza, la cultura e soprattutto l’umanità del premio Nobel. Sobrie, ma indimenticabili, le sue parole sulle persecuzioni razziali, la guerra e la discriminazione delle donne. Sorprendente la vastità dei suoi interessi culturali. Molto divertente la sua capacità di descrivere i familiari, in particolare il padre Adamo, i colleghi, i professori e maestri, come Giuseppe Levi, le piccole vicende quotidiane. Commovente il suo legame con la madre, la pittrice Adele, e le sorelle Paola, anch’essa pittrice, e Anna. Se si potesse imporre alla Lazzarini un tour de force verrebbe senz’altro da dire che si tratta di uno spettacolo da far vedere ai giovani: magari se ne potrebbe trarre un video per le scuole. Con altre immagini, magari, e una colonna sonora molto più discreta.

Lo spettacolo è stato in scena
Piccolo Teatro Grassi
via Rovello 2 – Milano
dal 20 al 24 aprile (giovedì e sabato, 19.30; mercoledì e venerdì 20.30; domenica 16)

Le parole di Rita
testo di Valeria Patera e Andrea Grignolio
regia Valeria Patera
con Giulia Lazzarini
video Valeria Spera
produzione Timos Teatro Eventi in collaborazione con Compagnia Umberto Orsini

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.