Lettere d’amore scritte a mano "> Lettere d’amore scritte a mano

Lettere d’amore scritte a mano

Lettere d’amore scritte a mano, articolo di "Alfredo Agostini" su Persinsala Teatro
mercoledì , 20 giugno 2018
Home | Performing Arts/Prosa | Lettere d’amore scritte a mano

Lettere d’amore scritte a mano
Recensioni/Articoli di

Il dominio dell’arte sono i sogni, e la capacità di sognare trascende ogni confine, anche temporale e geografico ma resta proprietà privata, intima conversazione, nei secoli dei secoli. Si riesce a definire l’amore solo attraverso metafore, a descriverlo con un esempio e, per quanto grande sia la volontà di essere mai banali ci si ritrova …

Giulietta, c’è posta per te

Leggi la Recensione Lettere d’amore scritte a mano

teatro-orologio-roma-80x80Il dominio dell’arte sono i sogni, e la capacità di sognare trascende ogni confine, anche temporale e geografico ma resta proprietà privata, intima conversazione, nei secoli dei secoli.

Si riesce a definire l’amore solo attraverso metafore, a descriverlo con un esempio e, per quanto grande sia la volontà di essere mai banali ci si ritrova tutti con le spalle inchiodate al muro di fronte a “L’Amore” per antonomasia. E sebbene di love affair ne siano state narrate di altrettanto travolgenti, coronate dal lieto fine anche, Romeo and Juliet di William Shakespeare si è avvicinata più di tutte a definire il paradigma stesso dell’amore. L’impeto smisurato e sempre giovane (a qualsiasi età), i contrasti esterni (ma anche dubbi interiori) da scalare, il potere taumaturgico in situazioni complesse, violente, la capacità redentiva sullo spirito. Tutto ciò, aggiunto alla poesia di cui il Bardo è maestro, ha reso Romeo e Giulietta immortali. Insieme all’ambientazione. Verona. In ogni parte del globo il borgo sull’Adige è la città del balcone Capuleti e di una tomba da sempre meta turistica di innamorati. Già Lord Byron, Maria Luisa d’Austria e Dickens si erano recati all’ex convento di san Francesco al Corso durante il Grand Tour a porgere un omaggio al sarcofago attribuito per tradizione a Giulietta. Così nel 1937, l’allora responsabile dei musei cittadini, Antonio Avena, affida la cura della tomba a tale Ettore Solimani il quale restituisce poesia al luogo e inaugura una tradizione lunga un secolo. Perché la storia appartiene alla leggenda, la tomba non è forse proprio quella dell’infelice amante, ma questo non ha fermato milioni di cuori palpitanti a scrivere lettere in tutte le lingue del mondo indirizzate a “Giulietta, Verona”, lettere che hanno trovato risposta per mano di Solimani e poi di tutto il Club di Giulietta. Parte delle innumerevoli missive sono state raccolte nel libro Lettere a Giulietta di Lise e Ceil Friedman, edizioni TEA, e per celebrare i quarant’anni di attività il Club delle segretarie di Giulietta, in collaborazione con la Sycamore T Company, ha allestito uno spettacolo scritto da Cynthia Storari in scena fino al 3 novembre al Teatro dell’Orologio di Roma, Lettere d’amore scritte a mano. Marta Meneghetti e Solimano Pontarollo, i due protagonisti sul palco, scartabellano tra le lettere inviate e approfittano per raccontare la storia unica di questo luogo romantico come pochi. Sono richieste di aiuto, comprensione, lettere confessionali, intime, tragiche, esultanti. Dalla Russia, alla Cina, India, Texas, da ogni parte del globo si sono rivolti a Giulietta (mai a Romeo, vai a capire!) in spirito di fede, «come a Babbo Natale, Polo Nord». Queste vite su carta si intrecciano a quelle della coppia, e in particolare alla predestinazione di Marta di incrociare nella sua vita il capolavoro di Shakespeare, vissuto come personale veicolo per superare le zone buie e dolorose dell’esistenza. Un allestimento decisamente informativo e intriso di un profondo senso nostalgico. Il trascorrere del tempo storico, il Medioevo del dramma teatrale, il periodo elisabettiano, e poi l’Ottocento dello sturm und drang, l’epoca littoria, la Hollywood del Sessanta e gli anni Novanta, quando al cinema milioni di spettatori tornano a struggersi con la tragedia ambientata stavolta a Verona Beach, e le vicende personali di Marta e Solimano raccontate con riserbo e delicatezza. Gli interpreti sanno tenere viva l’attenzione e vivace l’atmosfera con estrema capacità. Autentici e buffi allo stesso tempo rivelano fino al nervo le loro debolezze, attraverso una regia dinamica in grado a mescolare filmati proiettati su grande schermo e luci sensibili con estrema attenzione e tempismo da parte del reparto tecnico. Ci si domanda se così concepito lo spettacolo non sia perfetto per una rappresentazione in loco, giacché mantiene in sottofondo un certo impianto turistico che la concisione e la sobrietà complessiva mettono al riparo da un vago senso di disinteressamento.

Lo spettacolo continua:
Teatro dell’Orologio – Sala Gassman
via de’ Filippini, 17/a – Roma
fino a domenica 3 novembre
orari: da martedì a sabato ore 21.30, domenica ore 18.00
(durata 1 ora circa senza intervallo)

Sycamore T Company e Club di Giulietta presentano
Lettere d’amore scritte a mano
di Cynthia Storari
regia Solimano Pontarollo
con Marta Meneghetti, Solimano Pontarollo
tecnico Martin Palma
elaborazione video Paola Campostella

5,00

Check Also

Shell | Fringe Festival di Madrid

Al Frinje15 Madrid va in scena Shell: le inquietudini di massa secondo lo spettacolo allestito dalla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

In coerenza con l'impegno continuo dell'Associazione Persinsala di offrire i migliori servizi ai propri lettori e utenti, abbiamo adeguato le nostre politiche per rispondere ai requisiti del nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (GDPR), in particolare sono state aggiornate la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti garantiti dal nuovo Regolamento, che ti invitiamo a prendere visione maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi