La cultura non va in vacanza

teatrolibero

Se con la bella stagione le grandi città si svuotano, a Milano – in controtendenza – l’arrivo dei mesi più caldi dell’anno fa riempire i teatri. Dal 22 luglio al 4 agosto, infatti, il sipario del Teatro Libero torna ad aprirsi per ospitare la rassegna Liberi d’estate.

Quattro gli spettacoli che, per l’occasione estiva, intratterranno il pubblico di via Savona. Saracinesche dei negozi che si abbassano, strade deserte e desolate, mezzi di trasporto a orario ridotto e azzeramento della vita culturale: ogni anno, l’aumento delle temperature sembra avere il potere di anestetizzare il capoluogo lombardo. Liberi d’estate vuole reagire a questa consuetudine e – in un periodo in cui le difficoltà economiche impongono a molti di rinunciare alle vacanze – trasforma il teatro in un luogo speciale, capace di refrigerare corpo e spirito di tutti i milanesi rimasti in città.

Per viaggiare, d’altronde, a volte basta la fantasia. Lo sa bene Corrado D’Elia che, con Don Chisciotte, in scena dal 22 al 25 luglio, riesce a trasportare gli spettatori in una dimensione sospesa nel tempo e nello spazio, dove i sogni si confondono con la realtà e le illusioni assomigliano alla verità: «In un tempo come il nostro, così pragmatico, spesso così poco poetico e privo di slanci e ideali, parlare di Don Chisciotte vuol dire forse avere il coraggio e il desiderio di prendersi tutto il tempo che occorre per …. perdersi. Perdersi proprio come Don Chisciotte e Sancho Panza. Perdersi nelle pagine di Cervantes, nelle avventure da lui narrate, ma anche nelle nostre pagine interiori dove troviamo nascosto ciò che veramente ci piace, tra musiche e poesie, in una sequenza di gesti semplici o in un’immagine».

Dal 26 al 29 luglio Fatemi spazio, di e con Eleonora Moro e Alfredo Molina, proverà a raccontare il celebre sbarco sulla Luna del 21 luglio 1969. Nella versione teatrale, però, a calcare l’incandescente suolo satellitare non sarà l’astronauta Neil Amstrong ma Alfredo C.: un uomo qualunque, trovatosi a compiere la storica spedizione quasi per caso.

Dal 30 luglio al 2 agosto sarà il turno del testo tragicomico Ivan e il diavolo. Per chi si fosse perso questo spettacolo nel corso della Stagione, la replica estiva sarà l’occasione per assistere a un’inedita rivisitazione de I fratelli Karamazov, l’ultimo romanzo scritto dall’ineguagliabile penna di Dostoevskij.

Il compito di chiudere la rassegna è affidato a Radio Libera: un’interessante performance teatrale, ispirata alla storia di Basilio Santoro e dei suoi trentasei anni di esperienza radiofonica, che andrà in scena il 3 e il 4 agosto.

 

 

Gli spettacoli andranno in scena all’interno di Liberi d’estate

Teatro Libero

via Savona, 10 – Milano

da lunedì 22 luglio a domenica 4 agosto

orario degli spettacoli: ore 21.00

 

22-25 luglio
Don Chisciotte
progetto e regia Corrado d’Elia
da Miguel de Cervantes
con Corrado d’Elia
produzione Teatro Libero

26-29 luglio
Fatemi spazio
di Eleonora Moro e Alfredo Colina
con Alfredo Colina
regia Eleonora Moro
produzione La Danza Immobile

30 luglio-2 agosto
Ivan e il diavolo
da Fedor Dostoevskij
adattamento Mino Manni e Alberto Oliva
regia Alberto Oliva
produzione I Demoni

3 e 4 agosto
Radio Libera
di e con Basilio Santoro

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.